Tè allo zenzero e curcuma per combattere i calcoli renali

L'unione di zenzero e curcuma può essere di grande utilità per combattere i calcoli ai reni, ma solo se presentano dimensioni moderate

I reni sono organi escretori che si incaricano di filtrare le tossine e le impurità del sangue per, poi, espellerle attraverso l’urina.

Queste funzioni sono determinanti nel processo di disintossicazione del corpo e, pertanto, sono fondamentali per godere di buona salute. 

I calcoli ai reni sono una delle condizioni che colpiscono maggiormente questa parte così importante dell’organismo.


Si tratta di frammenti solidi formati da sostanze presenti nell’urina; possono essere piccoli come un granello di sabbia o grandi come una perla.

Composti da minerali o proteine trattenute nei reni, causano pericolose ostruzioni nelle vie urinarie che, a loro volta, provocano forte dolore, ritenzione urinaria ed altri sintomi che compromettono la qualità di vita del soggetto.

Il problema è che non si manifestano sempre in modo evidente e, dato che le loro dimensioni aumentano, si presentano complicazioni che ne rendono più difficile il trattamento.

Anche se in alcuni casi è necessario un intervento chirurgico, esistono alcuni rimedi naturali da preparare in casa che aiutano a scioglierli.

In questa occasione vogliamo condividere la ricetta di un tè a base di zenzero e curcuma, due ingredienti antinfiammatori e depurativi la cui assunzione può essere molto favorevole.

Tè allo zenzero e curcuma per combattere i calcoli renali

La bevanda naturale a base di zenzero e curcuma è un ottimo complemento per combattere i calcoli renali di dimensioni moderate.

Entrambi gli ingredienti sono ricchi di sostanze attive che favoriscono la pulizia dei reni e l’eliminazione dei rifiuti che causano la formazione dei calcoli.

Leggete anche: 7 sintomi di una malattia ai reni

Benefici dello zenzero

zenzero

La radice di zenzero è un ingrediente naturale valorizzato sin dall’antichità per via della sua ricchezza di composti antinfiammatori, analgesici e disintossicanti.

Si usa spesso come base per trattamenti contro i disturbi digestivi, poiché è carminativo, antibatterico e diuretico.

Rappresenta anche un antico rimedio contro le malattie del sistema urinario, tra le quali sono inclusi i calcoli, che compromettono la salute dei reni.

Il gingerolo, il suo componente attivo, distrugge, in modo indolore ed efficace, le piccole pietre che ostruiscono le vie urinarie.

Benefici della curcuma

zenzero-e-curcuma

La curcuma è una delle spezie più indicate per disintossicare il sangue e migliorare la salute dei reni.

Il suo principio attivo, la curcumina, le conferisce effetti antiossidanti, antinfiammatori ed analgesici che possono essere utili nel trattamento di un’ampia varietà di malattie.

Si utilizza da centinaia di anni come rimedio per pulire i reni, poiché riduce l’infiammazione, elimina le tossine e favorisce la distruzione dei calcoli formati da sali e proteine.

Esercita un effetto protettivo sulle vie urinarie, non solo perché ne impedisce l’ostruzione, ma anche perché fornisce una barriera protettiva contro i batteri ed i virus che causano le infezioni.

Come preparare il tè allo zenzero e curcuma per i calcoli renali?

te-zenzero-e-curcuma

Il tè naturale a base di zenzero e curcuma è una bevanda molto antica che funge da ottimo complemento nel trattamento delle malattie ai reni.

Entrambe le spezie riducono l’infiammazione di questi organi e, a loro volta, promuovono la distruzione dei calcoli che causano dolore e problemi ad urinare.

In seguito alla loro meravigliosa composizione  naturale, si tratta di un rimedio che, tra le altre cose, fa bene alla salute circolatoria, cardiovascolare ed articolare.

Assumere in modo regolare questo tè implica un rischio minore di soffrire di squilibri della pressione arteriosa ed un significativo miglioramento della salute cognitiva.

Consultate questo articolo: Trattenere la voglia di urinare: gravi conseguenze

Ingredienti

  • 1 pezzo di radice di zenzero (1 pollice o 2,5 cm)
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere (5 g)
  • ½ litro d’acqua
  • 1 cucchiaio di miele biologico (25 g) (facoltativo)

Procedimento

  • Mettete l’acqua a riscaldare in una pentola e, una volta giunta ad ebollizione, versatela in una caraffa con la radice di zenzero e la curcuma in polvere.
  • Lasciate riposare dai 10 ai 15 minuti, affinché gli estratti delle spezie si concentrino.
  • Trascorso questo tempo, filtrate il liquido, servite in una tazza ed addolcite con del miele.
  • Bevetelo preferibilmente a digiuno, tutti i giorni.

Controindicazioni

  • Questa bevanda non deve essere assunta da persone affette da malattie epatiche.
  • Può risultare controproducente nei soggetti che soffrono di ulcere, gastrite o colon irritabile.
  • Nel caso in cui si stia seguendo un trattamento farmacologico, la cosa migliore è consultare uno specialista per determinare se le proprietà di questo tè possono interferire con le medicine in questione.

Per concludere, è fondamentale chiarire che questo rimedio è un complemento contro i calcoli renali e, anche se in molti casi è efficace, è sempre meglio consultare un medico.