Tipi di buddismo e come differiscono tra loro

Si dice che ci siano tre scuole principali di buddismo. Tutte sostengono la fede nelle Quattro Nobili Verità e nell'Ottuplice Sentiero, come predicato dal Buddha. Tuttavia, differiscono su come seguire questo percorso.
Tipi di buddismo e come differiscono tra loro
Maria Alejandra Morgado Cusati

Scritto e verificato da la filosofa Maria Alejandra Morgado Cusati.

Ultimo aggiornamento: 30 ottobre, 2022

Sebbene sia spesso percepito dai non seguaci come un sistema di credenze uniforme, la verità è che il buddismo è diverso da qualsiasi altro. Possiamo trovare vari tipi di buddismo. Sebbene seguano gli stessi obiettivi, differiscono nel modo in cui raggiungerli.

Il buddismo è una delle religioni più importanti al mondo. Ha avuto origine 2.500 anni fa in India, con Siddhartha Gautama (Buddha), e si è diffuso nei millenni successivi in ​​tutta l’Asia e nel resto del pianeta.

Questa dottrina comprende una varietà di tradizioni, credenze religiose e pratiche spirituali attribuite al Buddha. Tuttavia, è stata una religione controversa. Dopo la morte dell’asceta, nel tentativo di perpetuare i suoi insegnamenti e onorare il suo esempio, sorsero vari tipi di buddismo.

Di seguito presentiamo brevemente gli insegnamenti di questa dottrina e i diversi tipi di buddismo che ne sono derivati.

Buddha e buddismo

Siddhartha Gautama era un principe indù del V secolo a.C. C. che, vedendo i poveri ei moribondi, ha capito che la vita umana è sofferenza. Da lì rinunciò alla sua ricchezza e si dedicò all’ascesi, raggiungendo l’illuminazione riconoscendo la caducità insita in tutti gli aspetti della vita e comprendendo come può essere vissuta senza soffrire.

Sviluppò quindi il concetto delle quattro nobili verità, secondo cui la sofferenza nella vita è causata dall’attaccamento alle cose. E l’ ottuplice sentiero, che si riferisce alla disciplina spirituale da seguire per liberarsi dall’attaccamento e dal dolore dovuti al desiderio e alla perdita.

In questo senso, i buddisti credono che la vita umana sia un ciclo di sofferenza e rinascita (le anime rinascono in corpi diversi, a seconda di come si sono comportate nelle vite precedenti). Tuttavia, se si raggiunge uno stato di illuminazione (nirvana), è possibile sfuggire a questo ciclo per sempre.

Buddha predicò i suoi insegnamenti dal momento in cui raggiunse l’illuminazione fino alla sua morte all’età di 80 anni. Prima di morire, l’asceta chiese ai suoi discepoli di non scegliere nessun capo, ma che ognuno seguisse la sua strada e che le sue spoglie riposassero in uno stupa, a un bivio.

Tuttavia, nessuna delle loro richieste è stata accolta. I suoi discepoli si organizzarono rapidamente in gruppi, guidati da un capo, e condivisero i suoi resti, scegliendo ciascuno un posto dove lasciarli in uno stupa.

Successivamente sorsero differenze dottrinali tra i seguaci del Buddha. Ciò ha portato a ulteriori divisioni all’interno della comunità.

Templi di Buddha.
Sebbene il Buddha non voleva che ci fossero leader tra i suoi seguaci, la dottrina venne modificata dai vari gruppi.

Tipi di buddismo

In generale, si dice che ci siano tre tipi principali di buddismo:

  • Theravada.
  • Mahayana.
  • Vajrayana.

Tutti si attengono alla fede nelle Quattro Nobili Verità e nell’Ottuplice Sentiero, come predicato dal Buddha. Tuttavia, differiscono su come seguire quel percorso.

Buddismo Theravada

Theravada è la più antica forma di buddismo esistente e si traduce come la “via degli antichi”. Questa scuola si basa sul canone Pali, che si riferisce alla raccolta dei primi insegnamenti e discorsi del Buddha.

Il Theravada può essere considerato il tipo più conservatore di buddismo, poiché segue i più antichi insegnamenti del Buddha e non aggiunge nuove scritture. Il suo obiettivo è coltivare la liberazione e diventare un arhat (qualcuno che ha raggiunto il nirvana), senza l’obbligo di insegnare agli altri il percorso verso l’illuminazione.

Anche se può essere fatto se uno lo decide. Ma a differenza del buddismo Mahayana, l’obiettivo non è diventare uno spirito guida, ma piuttosto liberarsi dal samsara (l’eterna ripetizione della reincarnazione e della morte). Il buddismo Theravada è diviso in un clero di monaci e una congregazione di laici, i monaci sono considerati spiritualmente più avanzati degli altri.

Tra le singole tradizioni, gli insegnanti si concentrano su diverse pratiche che portano al risveglio. Alcune tradizioni incoraggiano a leggere ripetutamente i sutta, mentre altre si concentrano sulla meditazione concentrata per lavorare verso il risveglio.

Theravada è più popolare nel sud-est asiatico, in paesi come Thailandia, Birmania (Myanmar), Cambogia e Laos.

Buddismo Mahayana

Mahayana, che significa “grande veicolo”, è la più grande scuola di buddismo al mondo. È popolare in molti paesi dell’Asia, tra cui Nepal, Tibet, Giappone, Cina, Taiwan, Corea, Vietnam e Mongolia.

La scuola Mahayana crede che tutti gli esseri umani possiedano una natura di Buddha e possano raggiungere la coscienza trascendente. L’obiettivo della pratica non è raggiungere l’illuminazione per se stessi, ma coltivare la Buddità per tutte le persone. Per questo motivo, molti adepti prendono i voti del bodhisattva, che è la promessa di tornare in questo mondo finché tutti gli esseri viventi non saranno liberi dalla sofferenza.

A differenza del Theravada, molte tradizioni Mahayana contengono insegnamenti al di fuori del canone Pali. All’interno di questa scuola c’erano molti insegnanti che sono stati venerati e sutra che sono stati inclusi. Questi includono insegnamenti popolari, come il Sutra del Loto o il Sutra del Cuore.

Da parte sua, la pratica della meditazione include anche più canti e mantra. Soprattutto nelle tradizioni tibetane.

Buddismo Vajrayana

Il buddismo Vajrayana (“veicolo di diamanti”) prende il nome dalla sua associazione di illuminazione con una sostanza indistruttibile. Alcuni considerano questa scuola una varietà di Mahayana, tuttavia altri studiosi sostengono che sia un tipo specifico di buddismo.

Sia nel buddismo Theravada che in quello Mahayana, si decide di seguire il sentiero, si accettano le Quattro Nobili Verità e l’ Ottuplice Sentiero come legittime e ci si impegna in una disciplina spirituale che porterà all’illuminazione, rinunciando alle abitudini inutili.

Tuttavia, nel buddismo Vajrayana si presume che tutti noi abbiamo una natura di Buddha. Anche il Mahayana lo afferma, ma nel Vajrayana è sufficiente rendersene conto per risvegliarsi completamente.

Pertanto, un adepto non deve rinunciare immediatamente alle cattive abitudini (come bere alcolici o fumare) per iniziare a lavorare sul sentiero. Devi solo impegnarti a seguirla e la voglia di comportamenti dannosi o malsani andrà progressivamente perduta.

In altre parole, invece di allontanarti dal desiderio, lo attraversi, lasciando andare l’attaccamento. Come nel Buddismo Mahayana, la scuola Vajrayana si concentra sul diventare un Bodhisattva per guidare gli altri.

Il Dalai Lama, spesso considerato il leader spirituale di tutti i buddisti, è tecnicamente solo della scuola Vajrayana. Le sue opinioni sono in sintonia con questa scuola buddista.

Dalai Lama.
Certe immagini del buddismo, per chi non ha familiarità con l’argomento, si prestano a confusione. Ma dobbiamo sapere che non tutti i monaci appartengono alla stessa congregazione o seguono gli stessi insegnamenti.

I tipi di buddismo sono interpretazioni successive

Allo stato attuale, è impossibile determinare quale dei tipi di buddismo sia il più fedele alla visione del Buddha. L’insegnante non ha lasciato nulla di scritto. Ha vissuto secondo le sue convinzioni e ha cercato di aiutare gli altri a superare la loro sofferenza.

I primi testi buddisti furono scritti dai suoi seguaci, secoli dopo la morte del Buddha. In ogni caso, la verità è che Siddhartha Gautama ha fondato un sistema di credenze che ha più di 500 milioni di seguaci e che, per secoli, ha offerto alle persone un percorso verso la pace spirituale.

Potrebbe interessarti ...
Scopri la leggenda del dente di Buddha e del suo tempio
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Scopri la leggenda del dente di Buddha e del suo tempio

Il dente di Buddha si trova nel tempio di Sri Dalada Maligawa. Lì riceve numerose offerte ed è oggetto di cerimonie.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.