Trattare l’anemia sideropenica con rimedi naturali

24 Giugno 2019
Alcuni rimedi di origine naturale aiutano a stimolare l'assorbimento di ferro per trattare l'anemia sideropenica. In questa sede, abbiamo raccolto 5 utili opzioni da preparare in casa.

L’anemia sideropenica è un disturbo che si manifesta quando i livelli di emoglobina nel sangue si riducono a causa di un deficit di ferro. Il risultato è che l’ossigeno non viene trasportato, come accade in condizioni normali, fino ai tessuti e alle cellule, il che scatena diverse anomalie nell’organismo. Sapete come trattare l’anemia sideropenica in modo naturale?

Il trattamento di questo tipo di anemia si basa su alcune modifiche nella dieta e sulla somministrazione di integratori di ferro. Tuttavia, ci sono altri rimedi di origine naturale le cui proprietà donano sollievo. Vogliamo condividere con voi alcune soluzioni nei prossimi paragrafi.

5 rimedi naturali per trattare l’anemia sideropenica

L’anemia sideropenica può manifestarsi a causa di una ridotta capacità di assorbimento del ferro ricavato dall’alimentazione o a causa del basso consumo di questo nutriente. Può essere anche conseguenza di emorragie interne o di eccessivo sanguinamento durante le mestruazioni, ad esempio.

Molte persone non sono consapevoli di soffrire di questo tipo di anemia, visto che i suoi sintomi principali sono lievi o si confondono con quelli di altre malattie. Tuttavia, a volte questa patologia si presenta insieme a un affaticamento cronico, pallore, fiato corto, fragilità di unghie e capelli, oltre che ulteriori manifestazioni cliniche più evidenti.

I casi gravi di anemia sideropenica devono essere sottoposti ad adeguato controllo medico poiché possono causare altre complicazioni. Tuttavia, se si presenta in forma lieve o moderata, è possibile intervenire apportando alcuni cambiamenti alla dieta e optando per alcune soluzioni naturali. Scoprite, qui di seguito, 5 rimedi per  trattare l’anemia sideropenica.

Leggete anche: Dieta per l’anemia, i 10 alimenti che aiutano di più 

1. Spinaci

Foglie di spinaci
Oltre a essere ricchi di ferro, gli spinaci contengono vitamina C, indispensabile per il corretto assorbimento di questo minerale.

Uno dei migliori alimenti per trattare l’anemia sideropenica sono le foglie di spinaci. Questo prodigioso vegetale può apportare fino a 3,6 mg di ferro ogni 100 grammi. Inoltre, è una fonte importante di vitamina C, nutriente chiave per un adeguato assorbimento del suddetto minerale.

Come consumarli?

  • Gli spinaci possono essere aggiunti a molte preparazioni culinarie. Tuttavia, se ne consiglia il consumo a crudo, sotto forma di frullati o insalate.

2. Barbabietola rossa per trattare l’anemia sideropenica

Per molti anni, la barbabietola rossa è stata utilizzata come ingrediente base per i rimedi contro l’anemia. Può contenere fino a 1,80 mg di ferro in 100 grammi di prodotto. Inoltre, apporta vitamina C e folati, che conferiscono proprietà antianemiche. 

Come assumerla?

  • Tagliate una barbabietola rossa a pezzi.
  • Frullatela insieme a una carota e a mezzo bicchiere di spremuta d’arancia.
  • Bevete il succo a metà mattina, per 2 settimane consecutive.

3. Tè Rooibos

Tè Rooibos nell'anemia sideropenica
Oltre ai minerali contenuti dal rooibos, questo infuso presenta un leggero effetto eccitante, proprio della caffeina.

Il tè Rooibos (o tè rosso sudafricano) è una bevanda naturale divenuta famosa in tutto il mondo per le sue molteplici proprietà medicinali. Può essere utile nel trattamento dell’anemia sideropenica, visto il suo piccolo contributo di ferro e vitamina C. 

Come berlo?

  • Preparate l’infuso e bevetelo due volte al giorno.

N.B.: questo tè stimola una modesta attività estrogena nell’organismo, per cui potrebbe interferire con determinati trattamenti. 

Non esitate a leggere: Estrogeni: cosa sono e perché sono importanti

4. Infuso di artemisa

Non esistono studi in grado di confermare i benefici dell’artemisia per trattare l’anemia sideropenica. Ciononostante, la sua assunzione può offrire diversi benefici, in quanto apporta notevoli quantità di vitamina C, nutriente che interviene nell’assimilazione di ferro.

Come berlo?

  • Per prima cosa, aggiungete un cucchiaio di artemisa essiccata in una tazza di acqua bollente.
  • A seguire, coprite la bevanda e lasciate in infusione per 10 minuti.
  • Infine, filtratela con un colino e bevetela dopo i pasti principali.

5. Pomodoro

Succo di pomodoro
Il pomodoro contiene proprietà antiossidanti come il licopene, che può donare interessanti benefici al nostro organismo in generale.

Il pomodoro è uno degli ortaggi freschi che contribuiscono a offrire ferro in caso di anemia. Le sue componenti antiossidanti sono particolarmente positive per i disturbi che interessano la salute del sangue, visto che riducono l’impatto negativo dei radicali liberi e delle tossine.

Come consumarlo?

  • Consumate il pomodoro freddo aggiungendolo a insalate o zuppe fredde. Se preferite, preparate un estratto di pomodoro con prezzemolo e limone, e bevetelo a metà mattinata.
  • Ripetetene l’assunzione fino a quando non noterete un miglioramento dei sintomi.

Vi è stata diagnosticata l’anemia sideropenica? Seguite la terapia prescritta dal medico e provate i rimedi menzionati, a complemento di questi ultimi. Tenete a mente che non dovranno sostituire gli integratori prescritti dal professionista. Inoltre, dovrete chiedere allo specialista se questi rimedi possono interferire con i medicinali prescritti.

  • Roberts, J. L., & Moreau, R. (2016). Functional properties of spinach (Spinacia oleracea L.) phytochemicals and bioactives. Food and Function. https://doi.org/10.1039/c6fo00051g
  • Priya, N. G. (2013). Beet root juice on haemoglobin among adolescent girls. IOSR Journal of Nursing and Health Science. https://doi.org/10.9790/1959-0210913
  • Disler, P. B., Lynch, S. R., Charlton, R. W., Torrance, J. D., Bothwell, T. H., Walker, R. B., & Mayet, F. (1975). The effect of rooibos tea on iron absorption. Gut.
  • Terra, D. A., de Fátima Amorim, L., de Almeida Catanho, M. T. J., da Fonseca, A. de S., Santos-Filho, S. D., Brandão-Neto, J., … Bernardo-Filho, M. (2007). Effect of an extract of Artemisia vulgaris L. (mugwort) on the in vitro labeling of red blood cells and plasma proteins with technetium-99m. Brazilian Archives of Biology and Technology. https://doi.org/10.1590/S1516-89132007000600015
  • Canda BD, Oguntibeju OO, Marnewick JL. Effects of consumption of rooibos (Aspalathus linearis) and a rooibos-derived commercial supplement on hepatic tissue injury by tert-butyl hydroperoxide in Wistar rats. Oxid Med Cell Longev. 2014;2014:716832. doi:10.1155/2014/716832
  • Raiola, A., Rigano, M. M., Calafiore, R., Frusciante, L., & Barone, A. (2014). Enhancing the Health-Promoting Effects of Tomato Fruit for Biofortified Food. Mediators of Inflammation. https://doi.org/10.1155/2014/139873