Tumore dell’ovaio: 7 segnali che rivelano il killer silenzioso

30 luglio 2016
Dato che in questi casi una diagnosi tempestiva è fondamentale, bisogna fare attenzione ai sintomi di un possibile tumore ovarico e, qualora sorgessero dei dubbi, consultare immediatamente uno specialista.

Il tumore dell’ovaio è una malattia conosciuta anche come “killer silenzioso” per il modo impercettibile in cui si sviluppa nell’organismo.

Si tratta del secondo tipo di cancro ginecologico più diagnosticato al mondo ed è anche piuttosto pericoloso proprio perché è difficile individuarlo.

In Europa l’indice di pazienti affette da questa malattia è il più alto, soprattutto per quanto riguarda le regioni dell’est e del nord. Nell’anno 2012 il numero di donne con tumore dell’ovaio era di 65000, tanto che questa tipologia è diventata la sesta più comune in tutto il continente.

Si stima che nel mondo più di 250.000 donne muoiano all’anno a causa di un cancro.

Considerazioni sul tumore dell’ovaio

Data la difficoltà nell’individuare questo tipo di cancro, soltanto il 50% delle donne con tumore ovarico riesce a sopravvivere fino a 5 anni dopo la diagnosi.

Questo perché di solito il tumore viene individuato in fase già avanzata, il che rende difficile il trattamento. Tuttavia, se si riesce ad individuarlo in tempo, la percentuale di sopravvivenza arriva fino al 95%.

L’età non costituisce un fattore di rischio di questa malattia, infatti si è dimostrato che la si può sviluppare in qualunque fase della vita.

Nonostante questo, le donne che hanno 50 anni o più devono fare particolare attenzione perché l’incidenza di questa malattia è maggiore a partire dalla menopausa.

Il tumore ovarico rappresenta il 4% dei cancri che possono colpire le donne, ma il tasso di mortalità è maggiore a causa della diagnosi tardiva.

Sapendo che una diagnosi tempestiva è fondamentale perché il trattamento abbia successo, è molto importante che le donne si informino e sappiano riconoscere i possibili segnali che possono rivelare la presenza della malattia.

In questo articolo vi parleremo dei 7 segnali che non dovete ignorare per nessuna ragione al mondo.

Leggete anche: 5 fattori che influiscono sulla salute delle ovaie.

Segnali tumore dell’ovaio

1. Dolore pelvico

dolore pelvico tumore dell'ovaio

Il dolore in corrispondenza della zona pelvica o addominale è molto diverso da quello provocato dai disturbi digestivi come la dispepsia.

Questo dolore è più simile a quello degli spasmi mestruali e di solito è ricorrente.

Se il dolore persiste per più di due settimane e sembra non avere un’origine specifica, la cosa migliore da fare è consultare subito uno specialista.

2. Indigestione

I problemi di indigestione sono piuttosto comuni quando l’alimentazione non è corretta e l’organismo viene sovraccaricato con pasti pesanti da digerire.

È difficile pensare che questo disturbo sia un segnale di un cancro alle ovaie, ma non bisogna nemmeno scartare questa possibilità.

Molte pazienti a cui è stato diagnosticato il tumore ovarico hanno manifestato con più frequenza gas, nausea e altri problemi gastrointestinali.

3. Perdita dell’appetito

Perdita-appetito tumore dell'ovaio

Perdere l’appetito in determinati momenti della vita è normale. Tuttavia, se diventa un’abitudine, fino al punto di non voler mangiare per giorni, allora è un sintomo che suggerisce la presenza di un problema.

Il tumore ovarico elimina l’appetito, scatenando pericolosi cambiamenti nel metabolismo cellulare e lipidico.

4. Distensione addominale

Un addome infiammato può essere la conseguenza di una cattiva digestione, un’intolleranza alimentare o di qualche problema di digestione.

Tuttavia, se nessuna di queste sembra essere la causa dell’infiammazione e questa dovesse presentarsi in modo abituale, allora è meglio stare in allerta e consultare uno specialista.

5. Minzione frequente

donna minzione tumore dell'ovaio

Molti dei problemi del tratto urinario sono causati da virus e batteri che generano infezioni.

Tuttavia, il bisogno frequente di urinare e la fastidiosa urgenza di andare al bagno potrebbero essere l’indizio di una presenza di cellule maligne. Questo sintomo potrebbe anche includere episodi di incontinenza e dolore o bruciore durante la minzione.

6. Sensazione di pienezza

Sentirsi sazi dopo aver mangiato poco è un bene per tenere il peso sotto controllo ed evitare gli eccessi, ma quando il corpo non è abituato, è molto difficile che si senta “pieno”.

Una persona che mangia bene, ma all’improvviso inizia a sentirsi soddisfatta fin dai primi bocconi, deve fare attenzione perché potrebbe essere sintomo di un cancro.

Anche se questa sensazione di pienezza improvvisa non è comune nelle prime fasi della malattia, è inevitabile quando il tumore si trova nell’omento, collegato alla piccola curvatura dello stomaco.

Leggete anche l’articolo: Come combattere l’indigestione e il gonfiore addominale.

7. Dolore lombare

Sentire un dolore lancinante e persistente in corrispondenza della zona lombare potrebbe essere sintomo di un tumore ovarico. Questo dolore può avere diverse spiegazioni, motivo per cui è molto importante consultare un medico per una diagnosi corretta.

Guarda anche