5 verdure da coltivare in casa con semplici trucchi

Per ottenere nuove verdure, dovremmo innaffiare le piante regolarmente, ma non troppo, in quanto correremmo il rischio di far marcire la radice a causa dell'eccesso d'acqua.
Verdure da coltivare

Il consumo giornaliero di verdure è una delle abitudini che può aiutarci a migliorare il nostro peso e la nostra salute in generale. Ricche di vitamine, minerali e di un’ampia varietà di principi nutritivi essenziali, le verdure devono essere incluse regolarmente nella nostra dieta.

Tuttavia, non è sempre possibile reperirle fresche al mercato e, in effetti, talvolta i prezzi sono talmente alti da spingerci a fare a meno della qualità e a cercare altre opzioni.

Ciò che in pochi sanno è che, con alcuni semplici trucchi, molte verdure possono essere coltivate in casa, approfittando anche delle parti che spesso vengono scartate.


Dato che può sembrare un compito proibitivo, oggi vogliamo mostrarvi quali sono le verdure che potete coltivare in casa senza complicarvi troppo la vita.

Scopritelo con noi!

Verdure da coltivare in casa

1. Lattuga

Lattuga tra le verdure da coltivare in casa

La lattuga è una delle verdure povere di calorie che forniscono al nostro corpo una significativa fonte di principi nutritivi essenziali che favoriscono il metabolismo, le funzioni renali e quelle cardiache.

Usando un piccolo garzuolo (parte centrale e tenera) della pianta possiamo ottenere altra lattuga fresca, ideale per realizzare insalate e frullati.

Cosa bisogna fare?

  • Prendete 2,5 cm di garzuolo e immergetelo in un recipiente con acqua.
  • Quando saranno comparse le radici, aspettate alcuni giorni finché non noterete una leggera crescita di foglie nella parte superiore.
  • Trapiantatela in un vaso o in giardino e lasciatela crescere.

Visitate questo articolo: Frullato di kiwi e lattuga per perdere peso

2. Sedano

Il sedano dà un tocco di sapore e principi nutritivi a molti dei piatti che prepariamo giornalmente.

A partire dai suoi residui, possiamo farlo crescere in casa per godercelo fresco e biologico al 100%. 

Cosa bisogna fare?

  • Tagliate 2,5 cm del gambo di un ciuffo di sedano e mettetelo in un recipiente con il lato tagliato rivolto verso l’alto.
  • Aggiungete un po’ d’acqua fino a ricoprire la parte inferiore.
  • Mettete il recipiente in un posto soleggiato ed innaffiatelo regolarmente finché non compaiono le radici.
  • In seguito, piantatelo nella terra o in un vaso e aspettate che la pianta cresca.

3. Asparagi

Asparagi tra le verdure da coltivare in casa

Gli asparagi sono deliziosi, versatili e soprattutto sani. Questo delicato germoglio è molto popolare, non solo perché rappresenta un’importante  fonte di principi nutritivi, ma anche perché aiuta a perdere peso.

Anche se può risultare semplice coltivarlo a partire dai semi, è possibile ottenere buoni risultati anche piantando i gambi maturi.

Cosa bisogna fare?

  • Procuratevi diversi gambi di asparagi maturi e piantateli.
  • Innaffiate con attenzione e regolarmente. Non bisogna esagerare perché le radici potrebbero marcire. 
  • La pianta ha bisogno parzialmente di sole e la terra deve essere nutrita con fertilizzanti organici.
  • Potrete ottenere splendidi risultati dopo uno o due anni.

4. Basilico

Le proprietà del basilico vengono utilizzate sin dall’antichità in ambito gastronomico e per la preparazione di rimedi naturali.

Esattamente come il sedano, si tratta di un’erba facile da coltivare in casa e non c’è bisogno che di qualche residuo della pianta.

Cosa bisogna fare?

  • Selezionate gambi da 10 cm circa e, poi, collocateli in un bicchiere d’acqua.
  • Metteteli in un luogo in cui arrivi la luce diretta del sole e immergeteli finché non noterete la comparsa delle radici.
  • Dopodiché, trapiantate in un vaso e lasciate crescere il basilico.

Leggete: Rimedio al basilico per combattere l’alopecia

5. Carote

Carote

Questo ortaggio che includiamo spesso in molte delle nostre ricette giornaliere può essere coltivata a partire dai pezzetti che quasi sempre buttiamo via.

Cosa bisogna fare?

  • Tagliate 2,5 cm della parte superiore della carota e conficcatevi degli stuzzicadenti affinché si sostenga nella parte superiore di un bicchiere.
  • Aggiungete acqua nel bicchiere, in modo tale da fornire umidità solo al bordo inferiore del pezzo di carota. 
  • Collocatelo in un luogo in cui giunga la luce diretta del sole e aggiungete acqua ogni volta che evapora.
  • Quando noterete la comparsa di radici, piantatela in un vaso.

Siete pronti a provarci? Ora che sapete che potete approfittare dei residui delle vostre verdure per coltivarle nuovamente, tenete presente questi semplici trucchi e godetene più a lungo.