Viaggiare per il mondo con un amico disabile

15 febbraio 2017
Grazie alla perseveranza dei suoi amici e alla sua determinazione, il ventinovenne Kevan Chadler, affetto da atrofia muscolare spinale, ha potuto conoscere luoghi che sarebbero stati altrimenti inaccessibile per lui.

Spesso la vera amicizia viene definita come il sacrificio che siamo disposti a compiere per soddisfare le necessità del prossimo.

In questo caso, il miracolo dell’amicizia viene perfettamente descritto dal rapporto tra Kevan Chandler, di 29 anni, e i suoi amici Tom Troyer, Philip Keller, Benjamin Duvall e Luke Thompson.

Mentre insieme pianificavano le proprie vacanze in giro per l’Europa, si resero conto che lasciare il proprio amico Kevan Chandler non era una bella cosa, sapendo bene che viaggiare per il mondo era sempre stato il sogno della sua vita.

Gli amici decisero che nulla avrebbe troncato i sogni di Kevan

viaggiare

Kevan Chandler è uno scrittore che soffre di atrofia muscolare spinale. Si tratta di una malattia degenerativa che, oltre a dolori, provoca debolezza muscolare e assenza di movimento.

Nonostante questa malattia lo abbia privato di alcune abilità, la voglia di conoscere il mondo e vivere avventure è rimasta.

Kevan si muove sulla sedia a rotelle, ma ci sono alcuni luoghi in cui non può accedere.

Questo non ha rappresentano un problema per il suo gruppo di amici che decise di ideare e disegnare uno zaino con spalliera imbottita in cui Kevan potesse viaggiare. Durante tutto il tragitto gli amici avrebbero fatto dei turni per trasportare i 30 chili del ragazzo.

La loro prima avventura risale al 2015, quando il gruppo di amici stava pianificando un’escursione nella Carolina del Nord.

Data la sua condizione, Kevan pensò di non poterli accompagnare. I suoi amici, però, non erano d’accordo: grazie allo zaino da loro ideato, lo portarono sulle spalle nelle loro escursioni.

La prima avventura fu un tale successo che vollero ripetere l’esperienza, questa volta in un viaggio con destinazione Europa. Lì Kevan avrebbe potuto conoscere luoghi prima impensabili per lui.

Avrebbero visitato giardini, catacombe, monasteri e paesaggi naturali.

Leggete anche: 6 caratteristiche di un grande amico

Superare gli ostacoli per raggiungere i propri sogni

sogni

Gli amici di Kevan non pensano che la sua distrofia muscolare renda i suoi sogni diversi da quelli degli altri.

Per questo, oltre a disegnare uno zaino apposito per Kevan ed elaborare un metodo per trasportare tutte le cose di cui aveva bisogno per sopravvivere, organizzarono una raccolta fondi tramite GoFundMe.

In questo modo avrebbero ottenuto (ed in effetti lo fecero) il denaro necessario per portare avanti la loro avventura.

Il viaggio è stato documentato attraverso il blog We Carry Kevan e l’account Instagram WeCarryKevan, in cui si possono ammirare le foto scattate durante tutto il percorso.

Hanno anche promesso di rendere prossimamente pubblico un documentario che narra tutta la loro esperienza.

L’insegnamento di questa avventura

viaggo-e-avventura

Questo gruppo di amici ha intrapreso un viaggio per l’Europa che ha dato l’opportunità a Kevan di conoscere luoghi fantastici in Inghilterra, Francia e Irlanda.

Desiderava conoscere catacombe, giardini e monasteri, posti che normalmente sarebbero per lui inaccessibili.

Per 19 giorni ha percorso l’Europa e ha visto bellissimi paesaggi, montagne, città e magici tramonti.

Non tutto, però, è stato semplice. Il gruppo ha dovuto infatti prepararsi fisicamente a sopportare il peso di Kevan. Lui, da parte sua, ha dovuto rinunciare all’indipendenza garantita dalla sua sedia rotelle e si è dovuto affidare totalmente ai suoi amici.

Per Kevan, è di vitale importanza non essere mai stato solo nella vita e che ogni sfida, conquista e caduta, gli abbia dato il coraggio di rialzarsi.

“In ogni passo ero accompagnato dalla mia famiglia, dai miei amici e da Dio. Sappiate che da lì viene la mia forza (la forza di ognuno di noi!)”.

“Spero di dare anch’io forza a loro, perché questo è il punto, farci coraggio l’un l’altro. Accompagnarci. La vita si vive insieme. Insieme siamo tutti più forti e coraggiosi”, questa la riflessione di Kevan.

Vi consigliamo di leggere La famiglia: il miglior regalo che può riservarci la vita

Una fonte di ispirazione

Have a great weekend, everyone!

A post shared by We Carry Kevan (@wecarrykevan) on

Diffondendo la storia di questo incredibile viaggio e di questa splendida amicizia, Kevan aspira ad essere fonte di ispirazione per altri disabili.

Vuole che essi si rendano conto che non ci sono sogni irrealizzabili né ostacoli che non possano essere superati.

In definitiva la storia di Kevan Chandler e dei suoi amici, dimostra il valore dell’amicizia. Allo stesso modo ci insegna che la perseveranza, l’atteggiamento positivo e la forza di volontà possono aiutarci a superare tutte le difficoltà e a raggiungere i nostri sogni.

Immagini per gentile concessione di Kevan Chandler.

Guarda anche