Più di 10 motivi per mangiare più avocado

· 14 agosto 2014
L'avocado ci apporta energie, ci aiuta a ridure l'infiammazione delle articolazioni e stabilizzza il ritmo cardiaco, per cui è indicata per gli sportivi.

Questo frutto, che purtroppo in Italia non è popolare come l’arancia, la mela o tanti altri, ha davvero moltissime proprietà. Tra i suoi componenti ci sono dei grassi vegetali e per questo spesso si crede che non sia adeguato per perdere peso oppure per le diete degli sportivi. In questo articolo, invece, imparerete qualcosa in più sui benefici dell’avocado per la vostra vita.

Un frutto, molte proprietà

Prima di tutto, bisogna sottolineare che i grassi contenuti nell’avocado non sono dannosi come molti pensano. L’avocado è uno dei migliori alimenti che uno sportivo possa consumare, perché dà molta energia e permette che l’allenamento venga svolto al meglio.

Tuttavia, non è ottimo soltanto per chi fa attività fisica: anche per chi lavora in ufficio, per i bambini, gli anziani, le donne incinte e, in generale, per tutti. L’avocado aiuta a migliorare i livello di colesterolo e allo stesso tempo a stabilizzare il ritmo cardiaco (per questo è particolarmente buono per gli atleti). Una porzione di questo frutto offre grassi monoinsaturi, acido oleico e alfa-linoleico (conosciuti popolarmente come acidi grassi Omega 3).

avocado2

L’avocado, inoltre, aiuta la crescita e la rigenerazione della massa muscolare, perché contiene buone quantità di proteine, potassio e zinco, ancora di più delle banane. Il suo apporto di grassi salutari farà migliorare i livelli di testosterone in modo naturale.

Aiuta anche a diminuire l’infiammazione delle articolazioni (è raccomandato per i casi di artrite) e aiuta a riparare la cartilagine grazie agli acidi grassi essenziali e alle vitamine del gruppo E. Ci permette di sentirci sazi per più tempo grazie all’apporto di fibre solubili e insolubili, rallentando la decomposizione dei carboidrati. La grande quantità di acido oleico attiva le zone del cervello che ci fanno sentire soddisfatti.

Come se non bastasse, l’avocado migliora il sistema immunitario grazie all’elevato contenuto di carotenoidi. La luteina, un altro dei suoi composti, agisce come antiossidante e protegge dalle malattie della vista. E la buona notizia è che questo frutto si può consumare sia crudo, in insalata da solo o con altre verdure, sia spalmato su una pancarrè, ecc.

avocado3

Come vi dicevamo poco fa, è ottimo durante la gravidanza, perché previene le malattie del feto e della donna, soprattutto se esistono dei precedenti familiari. Essendo ricco di acido folico, è un integratore vitale durante questa fase della vita di una donna, e permette di non dover assumere questo elemento tramite medicine o integratori chimici. Se state cercando di rimanere incinte, non esitate a consumare dell’avocado per preparare il vostro corpo e migliorare la vostra salute.

I pazienti che soffrono di colesterolo alto possono sfruttare i vantaggi di questo delizioso alimento per ridurre l’indice di LDL (colesterolo cattivo) e alzare quello di HDL (colesterolo buono), un fatto essenziale per prevenire problemi cardiovascolari, come l’accidente cerebrovascolare, sempre più frequente.

avocado4

L’avocado è ottimo anche per l’estetica, perché previene l’invecchiamento della pelle e protegge i capelli, quindi potete aggiungerlo all’elenco degli alleati per mantenervi sempre belle e giovani. Lo potete applicare come una maschera sul viso, per migliorare le lesioni causate dalle scottature del sole o anche per attenuare le rughe.

Grazie alla sua consistenza cremosa può essere usato per sostituire il burro o la maionese. È ottimo per preparare torte, brownies, sandwich, sul pane al posto della marmellata, per condire insalate, ecc.

Nella medicina tradizione l’avocado è usato come ingrediente dalle molteplici proprietà, soprattutto come afrodisiaco e astringente. In questi casi vengono utilizzati i semi, le foglie e persino la corteccia. Tuttavia, non è utile soltanto per questi due scopi, ma anche per calmare la dissenteria ed evitare la calvizie.

E il seme dell’avocado?

Oltre alla polpa, si possono consumare altre parti dell’avocado, come il suo seme. Anche se può sembrare un po’ strano perché è molto grande, la verità è che il seme dell’avocado viene tritato e utilizzato in diverse ricette, sia crudo che cotto, e vi può essere utile in diversi casi.

avocado5

La maggior parte degli amminoacidi di questo frutto, infatti, si trova nel seme, il cui olio permette di ridurre il colesterolo e difende l’organismo da malattie cardiovascolari o infarti. Gli studi hanno dimostrato che contiene più fibra solubile di qualsiasi altro alimento conosciuto. Si tratta, inoltre, di un alleato eccellente per combattere la diarrea o le infiammazioni del tratto gastrointestinale. In diversi paesi viene usato per trattare le infezioni o i problemi digestivi.

Il seme dell’avocado contiene dei composti fenolici che servono per prevenire ulcere intestinali e anche infezioni batteriche o virali. Visto che contiene flavonoidi, non permette la crescita dei tumori. Serve anche per rinforzare il sistema immunitario ed evitare le malattie debilitanti, così come l’invecchiamento prematuro. Chi soffre di artrite o di altre malattie simili trova spesso nel seme di questo frutto un grande alleato contro i dolori. Il suo olio, inoltre, darà maggiore brillantezza ai vostri capelli e vi sarà utile per trattare ed eliminare la forfora. Ha anche un effetto ringiovanente perché aumenta il collagene della pelle, dandole un aspetto più liscio e senza rughe.

Grattugiare, tostare o bere i semi dell’avocado in un tè aiuta a controllare gli attacchi d’asma e, secondo la medicina Qi Gong, anche a sentirci più energici e in armonia. Il seme dell’avocado può essere consumato secco, grattugiato, tostato, arrostito in insalate, infusi, frullati oppure da solo (anche se ha un sapore leggermente amaro).

Immagini per gentile concessione di Javier Lastra, Joselu Blanco, Jaanus Silla, Luca Nebuloni e Harmony Rae

Guarda anche