11 modi per individuare un possibile cancro: la prevenzione è importante!

21 marzo 2016
La prevenzione è un fattore fondamentale nella lotta contro il cancro. Ci sono sintomi molto evidenti, che tutti conosciamo, ma altri che potremmo ignorare e ai quali, invece, dovremmo prestare attenzione

Anche se esistono molti tipi di cancro, e non tutti presentano gli stessi sintomi nella loro fase iniziale, esistono alcuni fattori che possono metterci in allerta.

È ovvio che ogni persona può presentare determinate caratteristiche e a volte si soffre di altre malattie, come il diabete o la fibromialgia, che rendono difficile l’identificazione di alcuni sintomi.

Ebbene, ci sono due cose che bisogna tenere bene a mente. Prima di tutto è bene sapere che la prevenzione salva la vita e per questo non bisogna mai dubitare e rivolgersi subito al proprio medico di fiducia, per controlli periodici.
D’altro canto, ognuno di noi sa bene come funziona normalmente il suo corpo. Per questo motivo, spesso ci si rende conto che “c’è qualcosa che non va”.

Se avvertite un dolore o avete qualche dubbio, mettetevi subito in contatto con il vostro medico… Noi, dal canto nostro, vi illustriamo 11 modi per identificare un possibile cancro. Prendete nota!

Considerazioni generali

dottore

I seguenti sintomi potrebbero indicare un’altra malattia diversa dal cancro. Deve però essere chiaro che si parla di problemi di salute che, se si presentano in modo persistente, sono dovuti ad un problema concreto.

Si tratta semplicemente di prenderne atto. Se si perde molto peso senza un motivo apparente, c’è qualche problema, se spunta un neo sulla schiena o sul viso bisogna controllarlo. Se la tosse è persistente e siete fumatori, è necessario fare un controllo.

Sapendo che la maggior parte di questi sintomi può essere dovuta a malattie comuni, sono aspetti che non dovete mai trascurare. Per la vostra salute e per quella dei vostri cari.

Scoprite Come identificare in tempo un cancro al colon?

1. Dolore persistente e localizzato

Ogni persona di tanto in tanto ha qualche dolore: cefalee, dolori addominali, dolori alle ossa… Come distinguere un dolore normale da un dolore associato ad un tumore?

Noi non possiamo saperlo. Per questo bisogna tener conto di questi aspetti:

  • Il dolore è persistente e localizzato: dolore al bacino, all’addome, in un punto preciso della testa o del petto
  • Il dolore è associato ad una grande stanchezza
  • Perdita di peso

Non dubitate e rivolgetevi subito al vostro medico se doveste presentare un dolore costante.

2. Perdita di peso inspiegabile

Ve ne abbiamo parlato all’inizio dell’articolo: non è normale perdere peso da un giorno all’altro senza una ragione. Per questo, è importante monitorare il proprio corpo:

  • Avete perso l’appetito?
  • Tardate molto a digerire?
  • Soffrite spesso di stitichezza e diarrea?
  • Vi sentite privi di forze?

Rivolgetevi al medico per conoscere la causa del problema e capire se si tratta di qualcosa di grave.  Non dovete preoccuparvi prima del tempo.  

3. Febbre

febbre

A nessuno viene la febbre senza una ragione precisa. La febbre è un meccanismo di difesa del corpo di fronte ad un’infezione o ad un’alterazione del nostro organismo.

Se siete soliti avere la febbre di notte e sudate parecchio (notate che il vostro cuscino il mattino dopo è bagnato), potrebbe trattarsi di un linfoma. Tuttavia, e come diciamo sempre, la febbre potrebbe essere causata da altri fattori, come problemi alla tiroide.

4. Stanchezza estrema

La stanchezza può essere dovuta all’anemia, agli effetti della menopausa o alla fibromialgia. Non preoccupatevi senza motivo.

Tuttavia, se vi rendete conto che ogni giorno vi è sempre più difficile seguire il normale ritmo di prima, non esitate a rivolgervi al medico. La cosa più probabile è che sia dovuta a cause poco rilevanti, ma bisogna sempre togliersi il dubbio.

5. Attenzione ai cambiamenti della pelle

nei sulla pelle

Nel nostro spazio ve lo ricordiamo spesso: bisogna fare attenzione ai nei che compaiono sulla pelle. Per questo, non dimenticate mai la regola del “ABCD” per la salute dei vostri nei.  

  • A: un neo dev’essere simmetrico. Se notate che una metà del neo non coincide con l’altra, rivolgetevi al dermatologo.
    B: i bordi di un neo devono sempre essere regolari.
    C: osservate il colore dei nei e assicuratevi che non presenti altre tonalità.
  • D: il diametro di un neo non deve mai superare i 6 millimetri.

Oltre a questi dati, dovete prestare attenzione se sentite prurito ai nei o se in questi crescono peli. Consultate uno specialista.

Scoprite anche: Nei rossi sulla pelle: a che cosa sono dovuti?

6. Ferite che non cicatrizzano

A volte il cancro alla pelle è associato a piccole ferite che non cicatrizzano mai. Continuano a prudere e a sanguinare, si forma una crosta, la stacchiamo, ma la ferita continua a sanguinare.

Fate attenzione alle ferite sulla pelle e sui genitali.

7. Macchie bianche in bocca

Le macchie bianche in bocca si associano al cancro alla bocca e sono solite comparire nelle persone che fumano la pipa. Tuttavia, non si possono scartare altre cause.

Se siete fumatori, non dubitate e consultate il vostro medico se questi sintomi persistono.

8. Sanguinamento repentino

È uno dei sintomi più comuni della presenza di un cancro. Il sanguinamento fuori dal periodo mestruale e sanguinare quando si tossisce o dai capezzoli sono fattori che devono allarmarvi e spingervi a consultare immediatamente il medico.  

Se perdete sangue quando urinate, sappiate che potrebbe essere dovuto ad un problema ai reni. Rivolgetevi anche al pronto soccorso se necessario.

9. Comparsa di protuberanze

Sapete già che la presenza di una protuberanza nel petto potrebbe essere dovuta ad un tumore. Ebbene, spesso molte persone ignorano la comparsa di protuberanze in altre parti del corpo, perché credono che non siano importanti:

  • Se notate piccole protuberanze nella clavicola, potrebbe trattarsi di un linfoma. 
  • Fate attenzione anche alle protuberanze sotto le ascelle e nell’inguine.
  • Osservate qualsiasi alterazione delle gambe o delle braccia, specialmente se non avete ricevuto nessun urto.

10. Problemi nel deglutire

Potrebbe trattarsi di un cancro all’esofago o alla faringe. Se è un problema frequente, consultate il vostro medico. Potrebbe trattarsi di una semplice infiammazione, ma è sempre meglio esserne certi.

Scoprite: I 9 segnali di un cancro ai polmoni

11. Fate attenzione alla tosse persistente

uomo a letto starnutisce

La tosse persistente può essere dovuta a diversi problemi: un’allergia, un raffreddore, reazioni allo smog.

Ebbene, se questa persiste, se notate un cambiamento di voce, se avete difficoltà nel deglutire o se è qualcosa che da tempo vi preoccupa, rivolgetevi al medico, specialmente se siete fumatori.

Guarda anche