3 brodi per disintossicare il fegato

La salute del fegato è fondamentale per poter godere di una buona qualità di vita. Esistono diversi elementi che danneggiano il fegato, per cui è bene realizzare ogni tanto una cura depurativa.

In certi periodi dell’anno, come quelli post-vacanze, è giusto dedicare un po’ di attenzione al proprio corpo, in modo da mantenersi in buona salute, pieni di energie ed avere un peso equilibrato. Per questo, è necessaria la collaborazione del fegato, un organo che deve funzionare correttamente per godere di una buona qualità di vita.

In questo articolo vi spieghiamo come potete eliminare in modo semplice, economico e soprattutto naturale le tossine che danneggiano il vostro fegato, consumando tutti i giorni questi brodi vegetali che vi sorprenderanno per quanto sono deliziosi. Provateli!


Perché bisogna disintossicare il fegato?

Avrete sicuramente sentito parlare molte volte della necessità di pulire il fegato, ma perché bisogna farlo? Quest’organo è fondamentale per la salute del corpo, in quanto si occupa di eliminare tutte quelle sostanze che sono dannose per l’organismo. Tuttavia, spesso nel corpo si accumula una grande quantità di tossine e il fegato ne è saturo.

Quali alimenti o abitudini intossicano il fegato?

  • Alimenti che non vengono digeriti correttamente
  • Alimenti ricchi di grassi poco salutari
  • Eccesso di proteina animale
  • Additivi alimentari: conservanti, coloranti, aromi, etc.
  • Alcol
  • Fumo e altre abitudini tossiche
  • Inquinamento
  • Emozioni negative

Come potete vedere, ci sono molti elementi che compromettono la buona salute del fegato, per questo si consiglia di realizzare di tanto in tanto una cura depurativa e disintossicante per garantirne il buon funzionamento.

I brodi che vi proponiamo in questo articolo sono una buona opzione per disintossicare e depurare il fegato.

Sapete riconoscere i sintomi di un problema al fegato? Leggete l’articolo 8 sintomi di un problema al fegato per saperne di più.

Brodi o vellutate?

Anche se in questo articolo vi presentiamo una cura depurativa a base di brodi, in realtà potete anche frullare le verdure per ottenere una vellutata, in questo modo aumenterà la sensazione di sazietà. Le vellutate, inoltre, sono un ottimo primo piatto.

Tuttavia, i brodi hanno il vantaggio di poter essere consumati durante la giornata in maggiore quantità, in questo modo la disintossicazione sarà più efficace.

Il nostro consiglio è di bere un litro di questi brodi al giorno per almeno quindici giorni o un mese. Potete scegliere sempre lo stesso brodo oppure alternarli cambiando gli ingredienti. L’ideale è consumare il brodo mezz’ora prima di ogni pasto, a stomaco vuoto.

Non dimenticate di condire il vostro brodo o la vostra vellutata con un filo di olio di oliva e un po’ di acqua di mare al posto del sale comune. In questo modo, conferirete al vostro piatto maggior sapore e ne aumenterete le proprietà benefiche.

Carciofo, mela e limone

Il carciofo è uno degli ortaggi più conosciuti per proteggere il fegato; solitamente si mangiano oppure si usano le foglie per preparare un infuso. Per disintossicare il fegato, potete ricorrere ad entrambe le opzioni.

Il sapore amaro del carciofo viene neutralizzato dalla dolcezza e dalla morbidezza della mela. Questo frutto favorisce le funzioni del fegato, tra le sue tante prorpietà.

Infine, il limone conferirà al brodo una nota acidula, oltre alle sue incredibili proprietà per facilitare la digestione dei grassi e, quindi, il lavoro del fegato.

Infuso

Sedano, avena e zenzero

Il sedano ha una grande azione depurativa: non solo migliora il funzionamento del fegato e della cistifellea, ma fa bene anche ai reni, quindi è un ingrediente che non può mancare in una cura disintossicante. Inoltre, dà un sapore delizioso a qualsiasi brodo.

L’avena, oltre a dare consistenza al brodo, contiene fibre e proteine vegetali che aiutano ad eliminare le sostanze tossiche dal corpo. Inoltre, questo cereale è molto nutriente e favorisce il transito intestinale, aspetto fondamentale durante una cura depurativa.

Infine, un pizzico di zenzero facilita la digestione dei grassi, ovvero le sostanze che ostacolano maggiormente il lavoro del fegato.

avena 2

Cavolo, rapa e curcuma

Qualsiasi varietà di cavolo o verdura crucifera (broccoli, cavolfiore, etc.) promuove gli enzimi del fegato e previene la comparsa di cellule tumorali.

La rapa, che viene spesso utilizzata per preparare i brodi, favorisce anche la digestione dei grassi, quindi è un ingrediente fondamentale in una dieta per pulire e disintossicare l’organismo.

zuppa-cipolla-lablascovegmenu-500x375

Infine, la curcuma, oltre ad avere una potente azione anticancerogena ed antinfiammatoria, aiuta ad espellere la bile e quindi a decongestionare il fegato. È sufficiente aggiungere un cucchiaio raso di curcuma (6,8 g) ogni litro di brodo.

Immagini per gentile concessione di n_sapiens, JaBB e Lablascovegmenu.