Sconforto e la tristezza: 4 consigli per sconfiggerli

· 1 marzo 2015
Quando ci si sente intrappolati dallo sconforto e la tristezza c'è bisogno di un cambio. Qualsiasi cambiamento facciate oggi diventerà parte di un nuovo ponte in costruzione per la felicità del domani.

Ci sono giorni in cui ci svegliamo privi di forze e di energia per affrontare la giornata. Sono quei momenti in cui la tristezza e lo sconforto ci avvolgono e ci soffocano con un manto di debolezza.

Non permettete che questo accada. Oggi nel nostro spazio vogliamo darvi quattro consigli che potrebbero esservi di aiuto se vi sentite presi dallo sconforto.

1. Accettate lo sconforto, ma forzatevi a scacciarlo

Accettate per ammetterlo e ammettete per combatterlo. Una semplice regola che vale la pena di capire per applicarla nella vita di tutti i giorni. Psicologi e psichiatri dicono che il momento della giornata in cui prevalgono la tristezza o lo sconforto sia la mattina.

Si tratta di quei momenti in cui ci si sente senza forze e senza alcuna motivazione per alzarsi dal letto. Bisogna stare attenti a non farsi prendere da questa sensazione. Vi offriamo quindi alcuni punti fondamentali.

  • Appena vi svegliate e aprite gli occhi ricordate quello che vi fa male o che vi sconforta.
  • Questo calo mattutino vi toglie ogni forza per alzarvi dal letto con l’energia necessaria.
  • Quello che dovete fare quando incontrate questo ostacolo nella vostra mente è riconoscere innanzitutto che non va bene. Siate coscienti che c’è un problema, che c’è qualcosa che vi intristisce e che vi toglie le forze. Lo vincete rimanendo a letto? Assolutamente no.
  • Siate consapevoli che l’ultima cosa da fare è lasciarvi intrappolare dai pensieri negativi.
  • La tristezza si combatte a poco a poco e con piccole conquiste quotidiane: alzandosi dal letto e rallegrandosi il giusto in modo da sentirsi bene con sé stessi.
  • Comprendete che valete molto di più di quella tristezza e che la vita va vissuta e non è fatta per piangere o per arrendersi.
  • Sappiate che ci sono cose che vi rattristano, ma aprite la finestra e lasciatele andare a poco a poco per poter respirare meglio.
Emozioni

2. Trovate ogni giorno l’entusiasmo

Forse oggi sarà una giornata nera, forse arriverà una tormenta e forse non avete voglia di fare nulla, ma ottenete qualcosa lamentandovi in casa guardando quanto piove?

Assolutamente. Non importa se il cielo è grigio, se oggi avete più occhiaie del solito o se non avete più al vostro fianco la persona che vi rendeva felici. È il momento di trovare un nuovo entusiasmo, di intraprendere nuovi progetti. L’entusiasmo si alimenta ogni giorno attraverso piccole idee che possono a loro volta portare a grandi possibilità.

  • Quando vi svegliate, pensate a qualcosa che vi piacerebbe fare durante la giornata: passeggiare nel parco, fare acquisti, chiamare un’amica che non sentite da tempo, leggere un libro nuovo, provare una nuova acconciatura o un nuovo taglio, iscrivervi a quel corso che vi interessa tanto.
  • Qualsiasi cambiamento facciate oggi diventerà parte di un nuovo ponte in costruzione per la felicità del domani. Vale la pena provarci.

Leggete anche: Si può essere felici da single?

Seguire l'intuito per scacciare lo sconforto

3. L’importanza di “saper lasciare andare”

Di sicuro sapete a che cosa ci riferiamo con il concetto del “lasciare andare”. Le persone attraversano dei cicli, delle fasi, degli istanti della propria vita in cui sono legate ad altre persone. Poi ci si distacca e si inizia un nuovo ciclo.

C’è chi non accetta queste chiusure: la rottura di una relazione, la perdita di un familiare, l’abbandono di una città, di un lavoro o di un’amicizia.

La vita è un cambiamento continuo e pertanto bisogna accettare che a volte bisogna mettere da parte il passato per guardare al futuro. Ciò è difficile, senza ombra di dubbio. È difficile distaccarsi da chi amavamo fino a poco fa. È difficile lasciarsi dietro i ricordi per concentrarsi sul futuro.

Dunque, come si può fare? Come lasciare andare quello che eravate e che avevate prima? Con coraggio, con entusiasmo e con una buona autostima. Pensate che la vita è come una grande sala piena di porte verso cui potete incamminarvi.

Non rimanete intrappolati in un baule di ricordi. Appropinquatevi a quelle porte ricche di speranza.

4. Rinnovarsi e amare sé stessi

La vita cambia e lo sconforto diventa molto più pericoloso se rimanete immobili. Se restate in casa senza uscire, senza voglia di parlare con nessuno e cercando riparo nelle lacrime.

Evitatelo, e ogni sforzo per vincere la disperazione vi salverà dal cadere in depressione. Dovete concentrarvi sul fatto che tutti meritiamo di essere felici, e voi prima di ogni altro.

Può interessarvi anche: Si può superare la tristezza con rimedi naturali?

Rinnovatevi con nuovi progetti. Cercate voi stessi e immergetevi in quello che vi siete sempre proposti di fare e che non avete mai avuto il coraggio di intraprendere. Un viaggio da soli? Cercare lavoro in un’altra città? Vivere significa accettare le sfide. C’è bisogno di coraggio per combattere e vincere la tristezza. Vi assicuriamo che potete farcela.

Non dubitate di meritarvelo.

Allontanate lo sconforto

Guarda anche