5 segnali che il tuo partner sta perdendo interesse nella relazione

Pensi che il tuo partner abbia perso interesse? Alcuni segni sono inequivocabili, ma la cosa più importante è cercare una soluzione.
5 segnali che il tuo partner sta perdendo interesse nella relazione

Ultimo aggiornamento: 03 dicembre, 2021

Sentire che è più distante, che non ci chiama più con quel nomignolo affettuoso che tanto ci piaceva…Tutte le coppie si evolvono nel tempo e, anche se forse non ce ne siamo resi conto, è capitato anche a voi. Ma che fare quando avvertiamo che il partner sta perdendo interesse per la relazione?

Per prima cosa, calmarsi! Non c’è bisogno di farsi prendere dal panico, il disinteresse potrebbe essere momentaneo.

A volte, per via dello stress lavorativo o perché non ci si sente bene (per tristezza o apatia) ci si può allontanare dal partner senza rendersene conto. Pertanto, è possibile che questo calo di interesse non abbia nulla a che fare con voi.

Per poter capire cosa stia succedendo è importante comunicare. Se non trova più tempo per stare insieme, se ci mette troppo a rispondere ai messaggi e non sentite l’affetto di prima, dovete innanzitutto chiedere e chiarire. Il silenzio non farà che aumentare il disagio.

Perché si perde interesse per la relazione?

Il tempo è uno dei fattori che remano contro ogni relazione. Alcune coppie si abituano a una routine in cui le “fughe insieme” iniziano a diminuire fino quasi a scomparire.

Abbiamo l’idea sbagliata che l’amore sia sufficiente, ma gli psicologi esperti in relazioni di coppia non smettono di insistere sul fatto che non è così. Una relazione va curata, perché la routine e il tempo finiranno per assorbirla a tal punto da non sapere più cosa ci lega all’altra persona.

Un altro motivo per cui si perde il desiderio nella relazione è perché uno dei due ha incontrato una nuova persona che sta facendo affiorare sentimenti che erano addormentati. Il rapporto potrebbe anche essersi fermato alla fase dell’innamoramento e, quando questo si esaurisce, la stessa cosa accade con l’interesse.

Perdere l'interesse per la relazione.

5 segnali che il tuo partner sta perdendo interesse

Ora sappiamo qualcosa in più sulla perdita di interesse in una relazione, ma ci sono segni inconfondibili quando qualcosa non va. Riconoscerli è fondamentale. Dobbiamo fare la nostra parte per risolvere la situazione e decidere se continuare o rompere con il rapporto.

1. Non c’è quasi più contatto fisico

Non stiamo parlando di sesso, ma di carezze, di stare mano nella mano, di baciarsi. Segni di affetto che avrebbero dovuto essere presenti ogni giorno o che lo erano, ma ora sono scomparsi.

Questo può essere un chiaro segno che c’è una perdita di interesse ed è importante che venga risolta. Se siamo affettuosi e abbiamo bisogno di quei segni d’amore, non percepirli nel partner ci farà soffrire.

2. Non fa più domande

Nelle relazioni è normale interessarsi a come è andata la giornata del partner, quali aneddoti può raccontarci, cosa lo preoccupa. Tuttavia, questo sparisce quando si perde l’interesse per la relazione.

Possiamo arrivare a sentire che il nostro partner non si preoccupa di noi. Questo deve essere risolto quanto prima per evitare che ci faccia più male.

3. Le discussioni sono quotidiane

È negativo litigare in una relazione? Secondo la psicologa Silvia Congost no, ma per questo bisogna imparare a farlo.

Comunicare con assertività ciò che si pensa e si sente, senza urlare, senza minacce, senza insultare è importante affinché le discussioni non danneggino la relazione. Quando diventa difficile gestirle, è segno che qualcosa non va.

4. È sempre con il suo cellulare

È normale prendere il cellulare per leggere i messaggi o rispondere a una chiamata. Ma è diverso se siamo con lei/lui e resta con il cellulare in mano per mezz’ora o un’ora, invece di godersi la nostra compagnia e parlare.

Passare troppo tempo al cellulare: segno che il partner sta perdendo interesse per la relaizone.
L’eccessiva attenzione al cellulare logora la coppia, generando litigi e attriti.

5. Non ci sono progetti comuni

Un weekend fuori città, una passeggiata, visitare un posto nuovo. Quando tutto questo è assente, forse l’altra persona sta perdendo interesse nella relazione. Anche guardare un film insieme può essere un programma per divertirsi, ma a volte non c’è neanche più questo.

Potrebbe interessarvi anche: Reinventare la coppia con 8 consigli

Che fare se lui/lei sta perdendo interesse nella relazione?

Ancora una volta insistiamo sull’importanza di non stare fermi a guardare. Vedere che l’altro si allontana è doloroso e il tempo non farà miracoli se non agiamo. Pertanto, il primo passo è parlare e chiedere cosa sta succedendo.

Se non vuole dirci nulla, proviamo a comunicare come ci sentiamo e cosa abbiamo notato. Questo ci darà anche un sollievo positivo per il nostro benessere.

E se ancora non otteniamo nulla, proporre al nostro partner di andare in terapia può essere una delle migliori decisioni. Potremmo ottenere un secco rifiuto, in questo caso chiedere noi stessi un appoggio psicologico può aiutarci a prendere una decisione.

È inutile stare accanto a una persona che ha perso interesse e che non contribuisce più alla relazione. Non è mai piacevole rendersi conto che il nostro partner è annoiato, ma è molto più doloroso quando questa situazione si protrae nel tempo. Pertanto, cercare aiuto il prima possibile prima di prendere una decisione può essere decisivo.

Potrebbe interessarti ...
Crescere come coppia: 9 buoni propositi
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Crescere come coppia: 9 buoni propositi

Sebbene una crisi o un forte litigio diano lo stimolo per rivedere la relazione, non si tratta dell'unico momento per crescere come coppia.



  • Aguilar Montes de Oca, Y. P., Bernal Hernández, V. H., Torres Muñoz, M. A., Alvarado Orozco, J., & González Arratia López Fuentes, N. I. (2018). Causas de apatía en parejas casadas y en unión libre. Acta de investigación psicológica8(1), 83-94.
  • Vera, A. S., Navarro, E. L., Pina, M. R., & León, M. Á. M. Influencia del WhatsApp en las relaciones de pareja. REVISTA DE FUNDAMENTOS DE PSICOLOGÍA9(11), 4.