5 segnali per diagnosticare in tempo il cancro al pancreas

· 10 dicembre 2015
Anche se la maggior parte di questi sintomi può essere causata da altre patologie, è molto importante tenerli in considerazione e consultare uno specialista al fine di ottenere una diagnosi precoce

Il pancreas è una ghiandola a forma di pera che si trova tra lo stomaco e la colonna vertebrale.

Svolge un ruolo fondamentale per la salute, infatti partecipa al metabolismo del corpo, essendo responsabile di produrre una parte dei succhi richiesti per la digestione, così come gli ormoni che regolano i livelli di zucchero nel sangue.

Come il resto degli organi del corpo, il pancreas può essere attaccato dalle cellule maligne che provocano il cancro, malattia pericolosissima che può condurre alla morte.

Conosciuto anche come cancro esocrino, è molto diffuso tra la popolazione maschile, ma può manifestarsi anche tra le donne, specialmente tra quelle in età già avanzata.

Nonostante non se ne conoscano ancora le cause esatte, gli esperti affermano che il consumo di alcol, il fumo e i fattori genetici sono relazionati al manifestarsi di questa malattia.

Quali sono i sintomi del cancro al pancreas?

Uno dei motivi per cui è così difficile curare questa patologia è che nella sua prima fase non presenta chiari sintomi, o meglio esistono dei segnali che però possono facilmente essere confusi con altre patologie meno gravi.

Gran parte dei sintomi veri e propri, invece, si manifesta solo quando il tumore ha raggiunto dimensioni considerevoli, capaci di alterare la digestione, il funzionamento del fegato e di altri sistemi che dipendono dal pancreas.

Troppo spesso questo “assassino silenzioso” viene diagnosticato quando ormai non c’è più nulla da fare.

La buona notizia, però, è che oggi gli studiosi sono riusciti ad isolare alcuni segnali che potrebbero aiutarci a diagnosticare prima la malattia.

Leggete anche: Come disintossicare il pancreas

1. Lieve dolore addominale

Dolore-addominale

Il dolore addominale causato dal cancro al pancreas ha una caratteristica che lo rende diverso da quello causato da altri fattori: quando la persona si inclina in avanti, prova una sensazione di sollievo.

Si tratta di un dolore persistente che può avere diversi livelli di intensità, irradiandosi in molti casi fino alla schiena.

Questo sintomo viene causato dalla propagazione delle cellule maligne nei tessuti nervosi colpiti, anche se normalmente è intermittente.

2. Problemi digestivi

Certamente questo è uno dei sintomi più difficili da considerare come sintomo di cancro al pancreas a causa dei molteplici fattori che lo possono scatenare.

In ogni caso, è importantissimo menzionarli perché sono abbastanza comuni tra i pazienti affetti da questa malattia e sono causati da un’ostruzione che blocca la circolazione degli enzimi digestivi, responsabili di far digerire gli alimenti più pesanti come le proteine, i grassi e i carboidrati.

A causa di queste difficoltà il soggetto può sperimentare:

3. Pelle gialla

pelle-gialla

La colorazione gialla della pelle, può essere causata dall’aumento dei livelli di bilirubina nel sangue.

Quando il tumore è posizionato nella testa del pancreas, i pazienti di solito soffrono di questo sintomo che, spesso, viene accompagnato da prurito nelle mani e nei piedi.

Ciò è dovuto a un’ostruzione nel dotto biliare che ha il compito di regolare questo pigmento.

4. Improvvisa perdita di peso

A chi non piacerebbe perdere peso velocemente? Sarebbe un miracolo perdere un paio di taglie da un momento all’altro senza particolari sforzi.

Tuttavia, bisogna stare molto attenti perché spesso dietro alle perdite improvvise di peso si possono nascondere disturbi e malattie anche molto gravi, si tratta infatti di uno dei principali segnali di cancro o di altre patologie croniche.

Vi consigliamo di leggere: Le migliori erbe per prendere peso

5. Cambiamenti nelle feci

I-frutti-migliori-contro-la-stitichezza-500x334

Dato che il tumore agisce sugli enzimi digestivi, è molto comune che si verifichi una serie di cambiamenti nelle feci, cosa che può aiutare a diagnosticare questa malattia.

Per esempio, essendo la digestione più difficile, le sostanze in eccesso saranno più dure e difficili da espellere. Esse, inoltre, a causa del tempo passato nell’organismo, presentano un odore più fetido del normale.

Alcuni esperti affermano che osservando questi dettagli o altri segnali, come il sanguinamento, aumentino le probabilità di ricevere la diagnosi in tempo per trattare questo cancro.

Se questi sintomi si presentano in modo ricorrente, bisogna rivolgersi ad uno specialista per ricevere un esame medico adeguato.

Ovviamente è possibile che il problema abbia un’altra origine, ma essere previdenti non è mai un errore, in particolar modo se esistono precedenti in famiglia.

Guarda anche