5 soluzioni naturali alla rigidità articolare

20 gennaio 2016
Per quanto possa sembrare il contrario, l'esercizio fisico a basso impatto è di grande aiuto in caso di dolore articolare. È importante, però, che sia adatto alle nostre possibilità e condizioni personali.

La rigidità articolare è, in genere, dovuta ad una delle forme di artrite che chiunque può sviluppare nel corso della vita.

Solitamente questa condizione è più presente durante la vecchiaia, ma, per questioni genetiche, interventi chirurgici, traumi o altri fattori può anche sorgere precocemente.

Si stima che esistano circa cento forme di artrite e malattie collegate, incluse quelle che compromettono il sistema scheletrico, i muscoli e i tessuti che sostengono le articolazioni.

I sintomi principali sono il dolore e la rigidità, che possono giungere a pregiudicare la capacità di movimento.

Questa condizione può essere accompagnata anche da gonfiore, ipersensibilità, arrossamento o altri sintomi che riducono la qualità della vita.

Sebbene nella maggior parte dei casi sia necessaria una terapia farmacologica per controllare i sintomi, esistono diversi rimedi naturali che possono aiutare a diminuire la rigidità e gli altri effetti dell’infiammazione.

Oggi parliamo di 5 trattamenti naturali, efficaci e facilmente reperibili.

1. Sedano

Sedano-500x334

Il sedano è considerato l’alimento principe nelle diete e nella cura dei disturbi legati all’infiammazione.

Le sue proprietà diuretiche favoriscono l’equilibrio dei liquidi nell’organismo e sono ideali per disinfiammare i tessuti e controllare i sintomi dell’artrite.

Stimola la digestione, riduce la pressione arteriosa e pare abbia un effetto positivo contro le cellule cancerose.

Come mangiarlo?

È molto facile includere il sedano nella dieta, ecco alcune idee:

  • Aggiunto crudo nelle insalate o in pinzimonio.
  • Nella zuppa o in forma di vellutata.
  • Nel risotto.
  • Bevuto come centrifugato o frullato.
  • Tagliato a fettine e aggiunto al sandwich.

2. Carota

Anche la carota è un valido integratore alle terapie mediche. Possiede una buona azione antinfiammatoria, protegge le arterie e riduce il dolore. 

Essendo ricca di vitamina A, protegge la vista e contribuisce a mantenere in buona salute la pelle, rallentando i danni ossidativi.

Come mangiarla?

Grazie al suo sapore e alla sua versatilità, sono centinaia le ricette che ci permettono di portarla a tavola. Il modo migliore per sfruttare i suoi benefici, inutile dirlo, è mangiarla cruda.

Per questo motivo, cercate di:

  • Aggiungerla nelle insalate o sgranocchiarla così com’è.
  • Grattugiarla cruda e aggiungerla alle zuppe.
  • Centrifugarla.

Leggete:  4 deliziose ricette a base di carote

3. Zenzero

Zenzero

La proprietà analgesiche e antinfiammatorie dello zenzero possono essere sfruttate come trattamento interno ed esterno per dare sollievo alle articolazioni.

Ingerito ogni giorno, riduce il dolore e l’infiammazione che impediscono il movimento; applicato localmente, aiuta a rilassare la zona infiammata.

Come assumerlo?

A molte persone piace il sapore leggermente piccante dello zenzero e lo aggiungono a varie ricette: biscotti, dessert, zuppe, preparazioni a base di carne o nei frullati. Tuttavia, come rimedio per la rigidità muscolare è meglio assumerlo come in infuso.

Se invece volete applicarlo localmente, immergete un panno nell’infuso di zenzero, tiepido o caldo, ed applicatelo sulla parte interessata.

4. Impacco con foglie di alloro

Un impacco o cataplasma a base di foglie di alloro può aiutare a ridurre l’infiammazione dall’esterno. Dona sollievo alle articolazioni e le aiuta nel movimento.

Ha la proprietà di allentare la rigidità e la tensione delle articolazioni, soprattutto nei momenti in cui si fanno più sentire.

Come si prepara?

Gli impacchi si preparano con un infuso di alloro e con un panno di cotone.

Avrete bisogno di: 

  • 1 litro di acqua
  • 20 gr di foglie di alloro
  • 1 panno di cotone

Istruzioni: 

  • Mettete a scaldare un litro d’acqua; quando arriva ad ebollizione, versatevi le foglie di alloro e lasciate cuocere a fuoco basso per altri cinque minuti.
  • Togliete dal fuoco e lasciate riposare altri 10 minuti. Quando siete pronti per l’applicazione, immergete il panno e posizionatelo sulla parte che fa male per 5 minuti.
  • Ripetete questa operazione più volte al giorno, tutti i giorni.

Volete saperne di più? Leggete: Piante dalle proprietà analgesiche per ridurre il dolore

5. Curcuma

Curcuma

Questa spezia meravigliosa si trova ai primi posti tra gli antinfiammatori naturali, oltre ad essere antiossidante e analgesica.

È provato che la curcuma può essere d’aiuto a chi soffre di artrite o di altri disturbi dei muscoli e delle articolazioni.

Come assumerla?

Per sfruttare quotidianamente tutte le sue proprietà, può essere aggiunta a diversi piatti.

Poiché l’obiettivo è quello di integrare le cure contro il dolore e la rigidità,  potete assumerla senza alcun limite di tempo, purché in quantità moderate.

Aggiungetela a:

  • Zuppe.
  • Verdure stufate e insalate.
  • Vellutate.
  • Tè e tisane.
  • Risotti.

Come ultimo consiglio, a prescindere dal caso, ricordatevi di muovere un po’ le articolazioni praticando esercizi a basso impatto.

Potreste pensare che l’attività fisica faccia aumentare il dolore. Non dimenticate che, invece, si tratta di una delle migliori terapie per tenerlo a bada.

Guarda anche