6 disturbi del cavo orale che indicano una malattia

· 13 gennaio 2016
La sensazione di avere i denti deboli potrebbe essere una conseguenza della periodontite. Se non esiste un'infezione, il fatto che cadano i denti potrebbe indicare osteoporosi.

La bocca funziona come una porta di accesso all’organismo per potergli fornire i nutrienti degli alimenti, l’acqua e tutto ciò di cui ha bisogno per lavorare in ottime condizioni.

Tuttavia, oltre a svolgere un ruolo fondamentale per la nostra salute, è anche il mezzo attraverso il quale molte volte entrano microorganismi che a lungo andare potrebbero dare origine a diverse malattie.

Tutti i giorni ci preoccupiamo di mantenere una buona igiene orale, con lo scopo di eliminare gran parte dei virus e dei batteri che possono provocare problemi ai denti o alito cattivo.Oltre a preoccuparci per questo, inoltre, dovremmo anche tener conto di alcuni segnali d’allarme che possono apparire in bocca ed indicare un problema di salute. Li conoscete?

Dolore alla mandibola e ai denti

mal di denti

Se il dolore si presenta nella parte inferiore della mandibola e, successivamente, è accompagnata da sintomi come fatica e dolore al petto, che si diramano fino alle braccia, potrebbe trattarsi di un attacco cardiaco.

Se, invece, si presenta nella parte superiore dei denti, la cosa più probabile è che indichi sinusite. Questo problema si produce quando le cavità naturali che circondano le fosse nasali si infiammano, e provocano un dolore che colpisce la mandibola, i denti e la testa.

Tuttavia, in questi casi è più comune che il dolore si debba ad una tensione muscolare, causata dallo stringere i denti durante la notte.

Vi consigliamo di leggere: 4 tecniche per non digrignare i denti

Lesioni e ulcere alla bocca

Le afte, l’herpes, la leuclopachia e la candidiasi (fungo) sono tra le lesioni più comuni che possono presentarsi in qualsiasi momento in bocca.

Ogni lesione si produce per cause distinte, ed è molto importante prestare attenzione, poiché potrebbero dipendere da una malattia, da un’infezione, da febbre alta oppure da un’irritazione causata da apparecchi ortodontici.

Alito cattivo

alito cattivo

In un 90% dei casi, l’alitosi ha origine in bocca e si associa ai batteri presenti nella parte posteriore della lingua e alle malattie alle gengive.

Tuttavia, in un 10% dei casi, questa potrebbe indicare diabete di tipo 2, disfunzioni del fegato, dei reni o dell’intestino.

Cambiamenti nell’aspetto delle gengive

Le gengive bianche potrebbero indicare anemia. Diminuendo il numero di globuli rossi, le gengive diventano pallide. In generale, in questi casi si nota anche un arrossamento della lingua, che risulterà infiammata e lucida.

Se le gengive sono rosse ed infiammate, avvertono della presenza di un’infezione provocata da batteri, conosciuta come gengivite.

Perdita dei denti

dentista

Se improvvisamente iniziate ad avere la sensazione che i denti si indeboliscano, oltre a notare che le gengive sono rosse e lucide, è molto importante che vi rivolgiate al medico, poiché potrebbe trattarsi di periodontite.

In questo caso, i sintomi di una gengivite non controllata avanzano e colpiscono i legamenti che sostengono il dente.

Tuttavia, se non ci sono segni di infezioni, ma si comincia comunque a perdere i denti, potrebbe trattarsi di un sintomo precoce di osteoporosi, che sta avanzando.

In particolare le donne in menopausa devono prestare molta attenzione a questi segnali, poiché durante questa tappa diminuisce la densità dei minerali delle ossa, e questo può causare lo sviluppo di una malattia cronica.

Guardate anche: 10 consigli per mantenere le ossa forti e sane

Sanguinamento delle gengive

Questo è un sintomo comune quando si presentano lesioni o infezioni alle gengive. Tuttavia, il sanguinamento frequente e abbondante potrebbe indicare una leucemia.

Se si presenta anche un’emorragia nasale, allora potrebbe trattarsi di un problema epatico. Il fegato produce sostanze che facilitano la coagulazione del sangue; per questo, quando il fegato è danneggiato, si può presentare il sanguinamento di naso e gengive.

In qualsiasi dei due casi, è necessario consultare il medico, poiché ignorare questi sintomi può portare a problemi più gravi.

Durante la menopausa o quando si assume acido acetisalicilico può verificarsi un lieve sanguinamento. In questi due casi non ci sono motivi per allarmarsi, e sarà sufficiente fare degli sciacqui con acqua e un po’ di bicarbonato, per disinfettare.

Guarda anche