6 erbe per proteggere il fegato

· 29 agosto 2016
Per proteggere la salute del fegato, oltre a tenere in considerazione questi 6 rimedi, è importante seguire una dieta equilibrata diminuendo l'assunzione di grassi

Il fegato è uno degli organi più grandi del corpo ed è molto importante in quanto compie diverse funzioni fondamentali per la vita.

Il fegato ha il compito di filtrare circa un litro di sangue al minuto per mettere da parte tutte le sostanze tossiche che si accumulano poco a poco.

Partecipa anche all’attività ormonale depurando il corpo da germi, allergeni e sostanze chimiche presenti nelle medicine.

Come se non bastasse, insieme alla cistifellea, favorisce la digestione delle proteine e dei grassi, oltre al corretto assorbimento dei nutrienti.

Si stima che circa il 10% della popolazione mondiale soffre di qualche malattia epatica come la fibrosi, la cirrosi, il cancro o l’epatite.

Tutte queste patologie diminuiscono la qualità di vita del soggetto e, in casi più gravi, possono condurre alla morte.

Per fortuna, oltre ai trattamenti medici per combatterle, esistono in natura diverse piante che favoriscono la pulizia e la salute del fegato.

In questo articolo vi parleremo di 6 erbe che potrete assumere in modo regolare.

Erbe per proteggere il fegato

1. Cardo mariano

cardo mariano fegato

Conosciuto in molte culture come il “guardiano del fegato”, il cardo mariano è uno dei migliori rimedi utilizzati per prevenire e trattare le patologie epatiche.

È stato verificato che contribuisce a depurare il fegato e la cistifellea e, inoltre, possiede proprietà antinfiammatorie che aiutano a farlo guarire.

Il suo consumo regolare favorisce l’eliminazione delle sostanze di scarto creando una barriera protettiva contro i radicali liberi, l’alcol, i funghi e gli altri elementi dannosi per la salute.

Protegge anche dal diabete, dal colesterolo in eccesso e previene le malattie del sistema circolatorio.

Non bisogna superare le dosi di 250 mg al giorno e può essere assunto tramite tisane o insalate.

Leggete anche: 7 rimedi naturali contro le varici

2. Carciofo

Il carciofo possiede sostanze attive che rigenerano i tessuti epatici e, allo stesso tempo, aiutano il fegato nei suoi processi digestivi e di depurazione.

Si può utilizzare per combattere l’orticaria, le allergie e le alterazioni del pH sanguigno. Previene anche l’epatite, l’insufficenza renale e il colesterolo in eccesso.

Grazie alle sue innumerevoli proprietà, regola la produzione di bile e drena i liquidi della cistifellea evitando così la formazione dei calcoli.

Può essere assunto nelle insalate, sotto forma di decotto o frullato.

3. Radice del dente di leone

radice di dente di leone fegato

La radice del dente di leone è un’erba che proviene dal Nord America e da vari Paesi dell’Europa.

Molti considerano questa pianta un’erbaccia, ma in realtà le radici sono un potente rimedio che stimola i processi di disintossicazione del corpo. È consigliata per prevenire l’eccesso d’acqua nei tessuti epatici e per evitare che si infiammino.

Aumenta anche la produzione della bile e stimola l’eliminazione delle tossine per facilitare la digestione.   

Grazie a quest’erba, si ottengono quantità significative di vitamine A, C, D e di minerali come calcio e ferro.

Preparate un decotto e bevetelo due volte al giorno.

4. Foglia di menta

La menta è una pianta medicinale utilizzata per promuovere il normale flusso della bile dal fegato alla cistifellea.

Gli oli essenziali che contiene favoriscono la digestione dei grassi e migliorano l’assorbimento dei nutrienti, mentre le sue vitamine e i suoi minerali stimolano l’espulsione delle sostanze nocive prevenendo danni al fegato.

Si può assumere sotto forma di tisane o frullati e nelle limonate.

5. Curcuma

curcuma fegato

Considerata anche una spezia, la curcuma è uno dei migliori alimenti utilizzati per rimuovere le tossine che rimangono in circolo nel sangue e nel fegato.

Il suo composto attivo possiede un effetto antinfiammatorio e antiossidante che favorisce la salute epatica affinché il fegato possa svolgere al meglio le sue funzioni.

La sua azione antiossidante contribuisce alla filtrazione del sangue stimolando l’eliminazione delle particelle dannose presenti in esso.

Viene utilizzata per alleviare le patologie che colpiscono il sistema circolatorio ed è ottimo per la crescita della flora intestinale. 

Le ricerche hanno dimostrato che favorisce la depurazione del fegato e frena la crescita di cellule anomale.

Si può aggiungere ai frullati, alle zuppe, alle insalate e in molte altre ricette.

Volete saperne di più? Leggete anche: Bere caffè ci protegge dal cancro al fegato

6. Celidonia

La celidonia è una pianta utilizzata per la pulizia del fegato e della cistifellea. Contiene sostanze attive che impediscono l’accumulo delle molecole dannose e delle tossine.

La storia racconta che i greci la impiegavano come agente disintossicante per migliorare la circolazione sanguigna e la salute in generale.

Quest’erba stimola la bile nel fegato e favorisce l’attività degli enzimi nel pancreas.

Potete assumerla sotto forma di tisana senza eccedere (3 cucchiai da 30 gr ciascuno al giorno).

È importante sapere che l’assunzione di queste erbe deve essere accompagnato da un sana alimentazione a basso contenuto di grassi.

Le buone abitudini sono indispensabili e determinanti per proteggere la salute di questo importante organo.

Guarda anche