Bere caffè ci protegge dal cancro al fegato

Oltre a migliorare la memoria a breve termine, se preso al mattino presto, il caffè può stimolare la rigenerazione epatica; è ricco, inoltre, di flavonoidi e antiossidanti.

Quanto ci piace il caffè! È la nostra medicina mattutina, un’iniezione di energia per il corpo e la mente. Lo sapevate che la caffeina protegge anche il  fegato?

Sembra che i disturbi epatici siano sempre più comuni. Una dieta povera o uno stile di vita disordinato, alla fine, hanno delle conseguenze.

Ben venga, allora, una notizia come questa: bevendo da una a due tazze di caffè al giorno, ci proteggiamo dal cancro al fegato.


Siamo sicuri che queste informazioni vi interesseranno.

Il caffè: un alleato per la salute del fegato

Si potrebbe prendere questa affermazione con un certo scetticismo. Qualcuno, ancora, potrebbe dire “Conosco una  persona che beve tanti caffè e che si è ammalato di cancro al fegato.” Come sempre, nella vita bisogna vedere le cose con obiettività e con il senso della misura.

  • Il caffè, di per sé, non ci assicura che non soffriremo mai di disturbi epatici: è semplicemente un protettore.
  • Condurre una vita sana, curare la nostra alimentazione, fare esercizio fisico ed evitare alcolici e fumo sono abitudini importanti nella prevenzione delle malattie epatiche.
  • Il caffè deve essere bevuto con moderazione ed equilibrio. Due tazze al giorno sono la quantità ideale per stimolare le nostre funzioni di base. Non si tratta di “berne tanto, perché fa bene“.

D’altro canto, va notato che, fino a poco tempo fa, si consigliava di evitarne il consumo perché si pensava che fosse più dannoso che salutare. Tuttavia, negli ultimi anni sono state condotte numerose ricerche che ribadiscono i benefici del caffè per alcune malattie.

  • Il caffè ci protegge dall’Alzheimer.
  • Fornisce una buona protezione contro il morbo di Parkinson.
  • Secondo uno studio condotto dall’Università di Harvard, due tazze di caffè al giorno aiutano a prevenire il diabete di tipo 2.

Ora vediamo in che modo il caffè previene il cancro al fegato.

Un-buon-caffè-500x334

Il caffè è un antinfiammatorio epatico

Lo studio a sostegno di questa affermazione è stato pubblicato sulla rivista “Medical News Today” e si è svolto presso la sede del “World Cancer Research Fund International” di Londra. Secondo gli scienziati, la caratteristica più interessante del caffè è la sua azione anti-infiammatoria.

  • Il caffè agisce su alcuni geni che causano l’infiammazione delle cellule epatiche.
  • Non più di due tazze di caffè al giorno stimolano la rigenerazione epatica; ovvero aiutano a guarire le cellule infiammate e a ridurre la presenza di grasso in questo organo così importante.

Vi consigliamo di leggere anche: 3 modi salutari di prendere il caffè. Quale fa per voi?

Il potere delle sostanze antiossidanti contenute nel caffè

Un dato curioso sul caffè è che i suoi elementi antiossidanti non si scompongono subito, ma restano attivi.

  • Gli acidi del caffè come l’acido clorogenico, caffeico e ferulico agiscono come potenti protettori delle funzioni epatiche.
  • Questi antiossidanti, presenti nel caffè, restano attivi per più di otto ore.
  • Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology“, il consumo regolare di caffè ridurrebbe del 40% il rischio di sviluppare un carcinoma epatocellulare (HCC), la forma più comune di tumore al fegato.
  • I ricercatori indicano che un motivo importante per cui il caffè ci protegge dal tumore al fegato risiede nella sua capacità di ridurre il rischio di diabete.

Il caffè ci protegge anche dalla fibrosi epatica

Un altro risultato interessante, pubblicato sulla rivista “Hepatology”, è la capacità del caffè di combattere l’accumulo di tessuto connettivo, causa della fibrosi.

Non ci sono ancora dati sufficienti per poter offrire le strategie più utili, ad esempio la quantità giornaliera da assumere, ai fini di un risultato soddisfacente per ogni tipo di paziente; sembra chiaro, però, che bere caffè fa bene alle persone che soffrono di malattie epatiche croniche.

Altri benefici portati da due tazze di caffè al giorno

crema-fredda-al-caffé-500x333

Diabete

Come abbiamo già anticipato, bere regolarmente il caffè aiuta a prevenire il diabete di tipo 2 e alcune forme di tumore collegate all’obesità e alle disfunzioni nella produzione di insulina ed estrogeni.

Se questo è il vostro caso, mantenete una dieta adeguata ed equilibrata e non fatevi mai mancare due tazzine di caffè durante la giornata.

Due tazzine al giorno per la cura del vostro cuore

Da sempre esiste la controversia sul fatto che il caffè possa causare problemi cardiaci. Sappiamo che alza la pressione, ma la chiave, come sempre, sta in un consumo moderato.

  • Il caffè  è una fonte naturale di antiossidanti e flavonoidi, motivo per cui agisce positivamente sulla salute delle nostre arterie coronarie.
  • Secondo la rivista British Medical Journal, il consumo regolare e moderato di caffè riduce la possibilità di soffrire di infarto del miocardio.
  • Bevendo due tazzine di caffè al giorno vi prendete cura della salute dei vasi sanguigni.

Scoprite la frutta migliore per la salute epatica e renale

Il caffè aumenta la memoria

Bere-caffè-500x334

Il caffè contribuisce, anche se in minima parte, a combattere malattie come l’Alzheimer o il Parkinson.

In più, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Neuroscience, la prima tazzina di caffè che beviamo la mattina ci aiuta a potenziare la memoria a breve termine. Vale a dire, ci aiuta a ricordare le piccole cose come, ad esempio, dove abbiamo posato le chiave o il primo appuntamento di lavoro.