7 alimenti per combattere la stanchezza

18 settembre 2015
Anche se esiste il falso mito secondo il quale fa ingrassare, l’avocado è uno dei frutti più completi che esistano ed è fonte di vitamine, proteine e fibre utili per cominciare bene la giornata

A volte siamo stanchi a cause del troppo lavoro, dello stress, dei problemi emotivi o perché non riusciamo a dormire bene la notte. Tuttavia, la fatica a volte non sembra avere una spiegazione, il che significa che forse è dovuta a un disturbo dell’organismo.

In questo articolo vi elenchiamo alcuni alimenti che, grazie ai propri nutrienti, apportano energia e vitalità e ci aiutano a superare in poco tempo la sensazione di sfinimento. Parliamo dell’avena, del polline, del cacao, della spirulina, della maca, dell’avocado e delle banane.

L’avena

L’avena è un cereale molto nutriente e ricco di fibre, vitamine e minerali. Uno dei suoi grandi vantaggi sta nel fatto che è altamente energetica, ma ha anche proprietà rilassanti. Ciò la rende la scelta ideale nei momenti in cui la stanchezza è dovuta a stress, ansia o nervosismo.

Come si usa?

  • Potete mangiarla cruda a colazione, in fiocchi, oppure abbinata a frutta fresca e secca o allo yogurt.
  • Dall’avena si estrae una deliziosa bevanda naturale che può sostituire il latte.
  • Con la farina d’avena, potete preparare dolci, come biscotti o frittelle.
  • Potete anche aggiungerla alle zuppe e agli stufati per donare più cremosità e consistenza ai piatti.

Leggete anche: Avena a colazione: 5 meravigliosi benefici

Avena a colazione

Il polline

Il polline è un super-alimento, perfetto per coloro che sono stanchi o non hanno appetito. È anche un integratore eccellente per i bambini, gli sportivi e le donne in gravidanza.

Potete aggiungerlo alla colazione la mattina, ma prima di ingerirlo, dovete tritare bene i granuli per poterlo digerire e assimilare facilmente.

Sia il polline sia gli altri prodotti derivati dalle api (miele, propoli) sono altamente consigliati per combattere la stanchezza e la carenza di difese immunitarie.

Il cacao

Per parlare delle proprietà nutritive del cacao, è prima necessario distinguerlo dal cioccolato al latte, un cibo trasformato che non fa bene alla salute perché contiene zuccheri e grassi “cattivi” che danneggiano l’organismo.

Il cacao puro e amaro, invece, è un alimento dalle proprietà medicinali e stimolanti che aiuta a regolare il sistema nervoso.

Potete aggiungerlo a qualsiasi tipo di frullato o dessert e addolcirlo con del miele d’api, della melassa o dello sciroppo d’agave. Se invece volete ottenere una consistenza più grassa, potete mischiarlo con olio di cocco extravergine.

Cacao

La spirulina

Quest’alga ha proprietà quasi miracolose per la nostra salute e dovrebbe essere inclusa nella dieta quotidiana di tutti, poiché ha valori nutritivi molto completi che compensano i possibili deficit dell’organismo.

Una carenza di vitamine e minerali è ciò che, di solito, scatena periodi di stanchezza immotivata.

La spirulina può essere acquistata in compresse oppure essere aggiunta ai frullati che beviamo a colazione.

La maca

Si tratta di una radice originaria del Perù che si è diffusa in tutto il mondo come integratore in polvere, proprio in seguito alle sue proprietà energetiche e stimolanti. È particolarmente consigliata per le donne che soffrono i sintomi della menopausa, poiché funziona come un regolatore ormonale.

Bisogna però fare attenzione alla quantità di maca che si assume, poiché in eccesso provoca nervosismo. Per questo motivo, vi consigliamo di iniziare con un pizzico (circa 3 grammi) e poi aumentare la dose fino ad arrivare a un massimo di 9 grammi.

Potete consumare la maca insieme a del succo o in un bicchiere d’acqua.

L’avocado

Benefici dell'avocado

Si tratta di uno dei frutti più completi al mondo grazie ai suoi incredibili valori nutrizionali. L’avocado è ricco di vitamine e minerali, oltre ad avere un alto contenuto di proteine, fibre e grassi “buoni”.

Mezzo avocado ogni mattina a colazione garantisce una buona quantità di nutrienti per iniziare la giornata con energia.

Potete anche aggiungerlo alle insalate o ai frullati, oppure preparare una guacamole da usare come aperitivo.

Vi consigliamo anche: 4 modi sani di mangiare l’avocado

Le banane

Anche se si tratta di un frutto, i valori nutrizionali della banana la etichettano come una fecola. Ne basta una piccola quantità per sentirsi sazi e per ingerire molti nutrienti che donano vitalità per continuare bene la giornata.

Potete mangiare le banane da sole oppure usarle per preparare un gustoso frullato, abbinandole al cacao, alla maca e al latte d’avena. In questo modo, otterrete una bevanda molto nutriente e rivitalizzante.

Potete anche cuocere le banane al forno con un po’ di cannella e miele. Un dessert favoloso per le giornate più fredde!

Guarda anche