7 motivi per non gettare il seme dell’avocado

8 Maggio 2019
Anche se il suo sapore è un po' amarognolo, il seme dell'avocado non solo è commestibile, ma contiene composti con azione antiossidante e antinfiammatoria.

L’avocado è un frutto squisito e versatile che può essere introdotto in diversi tipi di diete. Per molti anni, è stato guardato con occhio critico per il timore che facesse ingrassare, per via del suo alto contenuto di calorie e grassi. Sapevate che dovremmo utilizzare anche il seme dell’avocado?

Attualmente, si è arrivati alla conclusione che le proprietà nutrizionali di questo frutto sono di altissima qualità e i suoi grassi molto sani.

Le ricerche hanno permesso di scoprire che il seme dell’avocado, quel nocciolo interno che la maggior parte di noi getta, è anch’esso una fonte importante di sostanze sane.

Ad esempio, è stato riscontrata, nel seme, una presenza significativa di fibre, aminoacidi e composti antiossidanti, che favoriscono il buon funzionamento di vari organi del corpo.

Poiché molti di noi ignorano le proprietà del seme dell’avocado, oggi vi diamo alcuni buoni motivi per non gettarlo via.

1. Il seme dell’avocado aiuta a ridurre il colesterolo

Il colesterolo nelle arterie

Si stima che il seme dell’avocado contenga circa il 70% dei suoi aminoacidi essenziali.

Questi si sfruttano mediante l’estrazione del suo olio, che aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo alto e a ridurre, in questo modo, il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Leggete anche: Tè alla cannella per ridurre glucosio e colesterolo

Contiene fibre

Si ritiene che questa parte dell’avocado contenga più fibra di qualsiasi altro alimento.

La fibra supporta la funzione digestiva, migliorando la capacità di assorbire gli altri nutrienti e stimolando il transito intestinale.

Il suo consumo aiuta a controllare episodi di diarrea e, anche se sembra contraddittorio, previene la stitichezza.

3. Combatte l’infiammazione

Il seme di avocado aiuta a ridurre le infiammazioni del tratto gastrointestinale, quindi protegge la salute generale dell’organismo.

Pare che abbia anche un effetto positivo su malattie come l’artrite e l’osteoartrite.

4. Rafforza il sistema immunitario con il seme dell’avocado

Il sistema immunitario

Ai primi sintomi di raffreddore o influenza, si consiglia di assumere parte di questo seme durante la giornata, per evitare un abbassamento delle difese immunitarie.

Grazie ai suoi composti fenolici, può arrestare le infezioni virali e batteriche e rafforzare il sistema immunitario.

5. Previene l’invecchiamento precoce

Oltre il 50% degli antiossidanti presenti nell’avocado si trovano all’interno del suo seme. Questi elementi sono essenziali per l’organismo, perché hanno la capacità di combattere i radicali liberi, la principale causa di invecchiamento precoce.

Possiede anche un effetto rigenerante: è in grado di stimolare la produzione di collagene, rendendo la pelle più tonica ed evitando la comparsa di rughe.

6. Seme di avocado per capelli forti e brillanti

Applicato sui capelli, li nutre e li rende brillanti. Alcuni esperti assicurano che si tratta di uno dei migliori rimedi contro forfora, pidocchi e lendini.

7. Aiuta a dimagrire

Seme dell'avocado per perdere peso

Sebbene sia consigliata soprattutto la polpa per questo scopo, anche il seme può essere molto utile grazie alla sua capacità di controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Alti tassi di zucchero alterano il funzionamento del metabolismo e ostacolano la perdita di peso.

Il seme dell’avocado aiuta a controllare lo zucchero nell’organismo e ci fa sentire sazi, aiutandoci ad ingerire meno calorie durante la giornata.

Leggete anche: Le 3 diete più efficaci per perdere peso

Come assumere il seme dell’avocado?

Avocado a metà

Il seme di avocado può essere essiccato, tostato, arrostito e grattugiato.

Può essere aggiunto a:

Poiché ha un sapore leggermente amaro, si consiglia di aggiungerne quantità moderate alle vostre ricette.

L’avocado è prezioso dono della natura per la nostra salute. Non solo la sua polpa è ricca di sostanze nutritive, ma possiamo sfruttarne anche il nocciolo.

Perché gettarlo via se fa tanto bene? Anche se il sapore non è dei migliori, vale la pena sfruttarlo per mantenere il nostro corpo in salute.