Abitudini alimentari che danneggiano il viso

· 4 Dicembre 2016
Alcune scelte sbagliate dal punto di vista alimentare possono causare problemi cutanei, quindi conviene valutare se la nostra alimentazione è la più adeguata per avere una pelle del viso sana

Le abitudini alimentari che danneggiano il viso sono quelle che hanno un effetto negativo sulla salute in generale. Vi sono, tuttavia, alimenti il cui abuso si riflette immediatamente sulla pelle, rendendola spenta oppure causando acne e impurità.

L’acne, ad esempio, è legata a fattori diversi, tra cui squilibri ormonali, infiammazione cronica, stress ossidativo, oltre che a un eccesso di zucchero nel sangue,

Questi sono i motivi principali, ma è altrettanto vero che determinati alimenti peggiorano la situazione.

5 abitudini alimentari che danneggiano il viso

1. Esagerare con lo zucchero

zucchero di canna

Un consumo eccessivo di zucchero ha certamente un impatto negativo sulla pelle del viso che tende ad assumere un colorito pallido grigiastro.

Si osservano anche assottigliamento della cute, pustole dolorose, flaccidità nella zona sotto agli occhi e rughe sulla fronte. Lo zucchero, infatti, riduce l’elasticità della pelle.

I dolci, le bevande zuccherate, lo zucchero sono alimenti quindi da evitare perché oltre a far male alla pelle, danneggiano il corpo in generale.

Leggete anche: Gli effetti dello zucchero sul fegato e le possibili alternative

2. Abusare del glutine, una delle abitudini alimentari che danneggiano il viso

Prodotti con glutine, abitudini alimentari che danneggiano il viso

La presenza di macchie più scure sul mento, le guance rosse e gonfie sono un segnale di cattiva alimentazione. È l’aspetto tipico della pelle di chi consuma troppi cibi a base di glutine.

Per questo motivo, se osservate sintomi quali pigmentazione più scura o macchie in corrispondenza degli organi riproduttivi, controllate eventuali intolleranze al glutine. Se questo è il vostro caso, eliminando tali alimenti noterete grandi miglioramenti. La soluzione è sostituirli con cibi ricchi di fibra e bere grandi quantità di acqua, in questo modo la vostra pelle ritroverà l’equilibrio perso.

3. Intolleranza al lattosio

Un’altra delle abitudini alimentari che danneggiano il viso è il consumo di latticini in presenza di un’intolleranza.

È una situazione comune, molte persone con il tempo perdono la capacità di digerire adeguatamente gli alimenti derivati dal latte.

Un buon modo per sapere se siete davvero intolleranti ai prodotti a base di lattosio è proprio grazie alla pelle e, ovviamente, allo stomaco.

L’intolleranza al lattosio si manifesta soprattutto con brufoletti sul mento. Altri sintomi sul viso sono gonfiore in prossimità del mento, piccole macchie bianche, cerchi scuri sotto agli occhi e palpebre gonfie.

Fate una prova, eliminando i latticini dalla vostra dieta per una ventina di giorni. A quel punto riuscirete a capire se la causa sono i latticini: la vostra pelle migliorerà e anche la digestione.

4. Alimenti molto grassi

Mangiare fritti, una delle abitudini alimentari che danneggiano il viso

Gli alimenti ricchi di grassi sono la causa di molti problemi della pelle. Il grasso è strettamente legato ai livelli di zucchero nel sangue, dunque se questi ultimi sono elevati, aumentano anche quelli di grasso. La conseguenza è l’ostruzione dei pori della pelle.

Come se non bastasse, il grasso nel sangue impedisce l’adeguato trasporto di nutrienti e ossigeno, cosa che si traduce in una pelle dall’aspetto meno brillante e spento.

Vi consigliamo di leggere anche: 5 alimenti per combattere i grassi saturi

5. Caffè sì, ma con moderazione

tazzina con caffè e chicchi

È sconsigliato bere più di due tazze di caffè al giorno, infatti la caffeina rilascia adrenalina. Una dose eccessiva di adrenalina causa stress che avrà conseguenze negative per la salute della pelle.

La caffeina, inoltre, non consente di riposare bene, dunque si annulla la fase di disintossicazione della pelle che apparirà spenta.

Tuttavia, c’è da sottolineare che non dovete evitare del tutto questi alimenti o sostanze.

Più che altro si tratta di assumerli con una certa moderazione, sostituendoli con alimenti più sani come la frutta, la verdura, i cereali integrali, i succhi naturali, etc.

Il corpo parla attraverso la pelle, non dimenticatelo.