Abitudini quotidiane che invecchiano la pelle

Tutti abbiamo delle abitudini che non sono propriamente positive e che rischiano di provocare danni al nostro organismo e alla nostra pelle. Continuate a leggere per scoprire quali abitudini fanno sembrare molto più vecchia la nostra pelle.

1. La posizione in cui si dorme

Ragazza che dorme

Se dormite a pancia in giù, la vostra testa assume una posizione tale da contrarre i muscoli del collo e delle spalle.

Inoltre, questa posizione ostacola il flusso sanguigno che arriva al cervello, oltre a causare la comparsa delle occhiaie e del gonfiore. La cosa migliore è tentare di dormire di schiena o di lato.

Vi consigliamo di leggere anche: Consigli per dormire bene in gravidanza

Un altro aspetto importante per quanto riguarda la salute della pelle è la scelta del cuscino: un guanciale troppo alto interrompe il normale flusso sanguigno, perciò si formeranno più rughe.

Il cuscino più adatto è quello che vi consente di mantenere il collo dritto e il mento non troppo vicino al petto.

2. Dimenticare gli occhiali da sole

Proteggersi dal sole è una garanzia per una pelle più sana. La pelle del contorno occhi è molto sottile, perciò è più facile che si formino rughe quando si aprono e chiudono gli occhi o anche quando si socchiudono a causa del sole.

Per evitare le rughe, usate occhiali da sole nei giorni più soleggiati indipendentemente dalla stagione dell’anno.

3. Trascurare il modo di mangiare

Ragazza mangia un panino

In base al vostro modo di mangiare, la pelle può presentare o meno dei problemi. Ad esempio, se abitualmente masticate da un lato della bocca, potreste avere il viso asimmetrico.

Da una parte del viso i muscoli saranno più deboli e dall’altra, invece, più tonici.

4. Usare il cellulare

Se fate lunghe conversazioni al cellulare, sappiate che la pressione che esercitate sull’orecchio e sulla spalla quando appoggiate il telefono provocherà pieghe e rughe sul collo e la pelle delle guance perderà elasticità.

Perciò, se usate tanto il cellulare, assicuratevi di tenerlo in mano o di usare il vivavoce.

Vi consigliamo di leggere anche: I bambini non hanno bisogno del cellulare: il miglior regalo è il tempo insieme

5. Un uso incorretto del tablet

Quando usiamo apparecchi come il tablet o lo smartphone, di solito abbiamo il capo e lo sguardo rivolti verso il basso, il che potrebbe provocare gonfiore e pelle flaccida con rughe.

Per impedirlo, evitate di abbassare la testa quando scrivete messaggi o consultate qualcosa sui vostri dispositivi.

6. Appoggiare la mano sul mento

Un gesto così semplice come quello di appoggiare la manu sul mento può causare la comparsa di rughe sul viso.

7. Corrugare la fronte

Occhi

Spesso, adottiamo espressioni nocive, come aggrottare la fronte, le labbra o tendere i muscoli del viso. Quando vi rendete conto che state corrugando la fronte senza volerlo, evitatelo. Poco a poco riuscirete ad eliminare questa abitudine.

8. Fare docce calde

È molto meglio fare la doccia con acqua fredda che non calda, perché, anche se una doccia calda è l’ideale per rilassarsi, passare troppo tempo sotto il getto d’acqua fa male alla pelle.

Lo strato protettivo della pelle ne risente, perciò questa si secca e si squama. Non passate troppo tempo sotto l’acqua calda della doccia.

Leggete anche: La dermatite acrale da leccamento nei cani

9. Usare l’aria condizionata

L’aria condizionata assorbe l’umidità dell’aria e la rende più secca. La pelle risente dello stesso effetto, cioè si secca.

Per questo è importante fornirle una buona idratazione e non abusare in nessun caso dell’aria condizionata.

10. La scelta della federa per il cuscino

Ragazza dorme abbracciando il cuscino

Dovete fare molta attenzione quando scegliete le federe per il vostro cuscino. La biancheria da letto è una cosa, ma la federa del cuscino è a diretto contatto con la pelle del viso.

Scegliete federe di cotone per evitare la comparsa di rughe, soprattutto se dormite di lato. La cosa migliore è optare per biancheria di seta o di raso, perché provocano meno frizione sulla pelle.

Guarda anche