Acidità e bruciore sono la stessa cosa?

· 24 febbraio 2015

Molte persone soffrono di questi disturbi dopo i pasti, in genere perché non hanno mangiato in modo sano ed equilibrato, ma c’è anche chi ne soffre tutti i giorni, indipendentemente dall’alimentazione. In questo articolo vi spiegheremo quali sono le cause del bruciore e dell’acidità di stomaco, in modo da capire quale dei due è il vostro problema e poterlo trattare con i rimedi naturali che vi proponiamo.

Fattori che influiscono

Ci sono alcune abitudini che favoriscono disturbi come il bruciore o l’acidità di stomaco, tra cui:

  • Unire diversi alimenti all’interno dello stesso pasto: ad esempio, carne e pesce, legumi e carne, latticini e carne, etc. Bisogna optare per alimenti più semplici.
  • Mangiare troppo: se il vostro stomaco fatica a digerire, allora sarà meglio ridurre le porzioni di cibo e mangiare più volte durante il giorno per evitare di sovraccaricare lo stomaco.
  • Consumare dessert ricchi di grassi, latticini e/o zuccheri: sono difficili da digerire e ingrassano, quindi se dovete mangiarli, fatelo a metà mattina o metà pomeriggio.
  • Mangiare agrumi al posto del dolce: gli acidi non vengono digeriti correttamente dopo i pasti. Optate piuttosto per le mele o le pere e mangiate gli agrumi la mattina.
  • Mangiare troppo velocemente senza masticare correttamente il cibo.
  • Bere molta acqua durante i pasti: è più salutare bere acqua mezz’ora prima dei pasti oppure mezz’ora dopo aver digerito.
  • Mangiare in situazioni di stress, nervosismo, ansia o irritabilità: cercate invece di mangiare tranquilli, in un ambiente piacevole, senza fare altre attività ed evitando la compagnia di chi altera il vostro stato d’animo.
  • Aver assunto per lunghi periodi farmaci antiacidi, in quanto possono aver alterato il pH naturalmente acido dello stomaco.

Agrumi

Il bruciore

In caso di bruciore di stomaco, lo stomaco produce pochi succhi gastrici e questo fa sì che gli alimenti fermentino quando non vengono digeriti correttamente.

I sintomi più comuni del bruciore di stomaco sono:

  • Digestione lenta, con sensazione di pesantezza.
  • Bruciore che si manifesta dopo i pasti.
  • Fame ansiosa.
  • Ci si sente pieni più facilmente.
  • Si può soffrire di stitichezza, gas e problemi di infiammazione delle gengive.

Rimedi per il bruciore

Per poter combattere i sintomi del bruciore di stomaco, potete seguire questi consigli:

  • Mangiate piccole quantità di cibo durante la giornata.
  • Evitate gli alimenti troppo caldi o troppo freddi.
  • Anche in caso di fame ansiosa, cercate di masticare bene il cibo e di mangiare lentamente.
  • Assumete degli integratori naturali a base di enzimi digestivi, a seconda degli alimenti che avete difficoltà a digerire (grassi, proteine, carboidrati).

L’acidità

L’acidità gastrica è il contrario del bruciore: lo stomaco secerne troppi acidi, quindi gli alimenti vengono digeriti molto più rapidamente. L’acidità si contraddistingue per i seguenti sintomi:

  • Appare prima dei pasti.
  • Si ha molto appetito e il cibo calma momentaneamente l’acidità.
  • Si ha sete di bevande fredde.
  • Si può soffrire di stitichezza e di gengive infiammate.

Rimedi per l’acidità

  • Anche se mangiare placa l’acidità, cercate di masticare sempre correttamente gli alimenti e di fare in modo che siano salutari e rinfrescanti.
  • Evitate il consumo di alimenti acidi o di natura acidificante, come gli agrumi, le farine raffinate, gli zuccheri, i cibi fritti, i latticini o la carne rossa. Potete consumare limone perché, anche se acido, ha la proprietà di neutralizzare gli acidi dello stomaco.

Patate-fritte

Antiacidi naturali

Se avete la necessità di assumere un antiacido, sia per i sintomi del bruciore sia per l’acidità, optate per questi rimedi naturali che alcalinizzano senza alterare il pH naturale dello stomaco. Cercate di evitare i farmaci e anche il bicarbonato di sodio, perché a lungo andare potrebbero rivelarsi nocivi.

  • Prugne umeboshi: le prugne giapponesi umeboshi sono più che altro una varietà di albicocche dal sapore molto forte, salato e acido allo stesso tempo, perché hanno fermentato. Apportano grandi benefici all’organismo. Basterà metterne un pezzetto sulla lingua per qualche istante e poi inghiottirlo.

Umeboshi

  • Argilla bianca (per uso orale): l’argilla bianca è un integratore dai grandi benefici perché aiuta ad eliminare le tossine dall’organismo ed è un ottimo alcalinizzante che neutralizza l’acidità. Aggiungete un cucchiaino di argilla bianca ad un bicchiere d’acqua. Mescolate usando un cucchiaio che non sia né di plastica né di metallo. Lasciate riposare dieci minuti e poi bevete il preparato.
  • Succo di patata cruda: nonostante abbia una consistenza e un sapore un po’ strani, il succo di patata cruda è un antiacido naturale che dovreste sempre avere a portata di mano. Potete frullare una patata dopo averla ben lavata e sbucciata oppure comprare il succo già pronto in qualsiasi erboristeria o negozio di prodotti naturali.

Immagini per gentile concessione di veronicasheppard, avlxyz e mo foods.

Guarda anche