Acqua di zenzero contro emicranie e dolore

7 Maggio 2019
Grazie ai suoi effetti antinfiammatori, l'acqua di zenzero può aiutarci a combattere vari tipi di disturbi, anche se prima è sempre consigliabile consultare un medico.

Lo zenzero è una pianta aromatica utilizzata sin dall’antichità per varie finalità. Si tratta di un tubero dal sapore piccante che viene usato in cucina da migliaia di persone in tutto il mondo, anche in forma di acqua di zenzero. Contiene gingerolo, una sostanza attiva a cui vengono attribuiti effetti antinfiammatori, analgesici e antiossidanti.

È anche una ricca fonte di oli essenziali, vitamine ed amminoacidi che forniscono all’organismo un’ampia varietà di benefici. Nonostante molte delle sue applicazioni facciano parte della medicina alternativa orientale, oggi lo zenzero viene utilizzato in tutto il mondo grazie alla sua capacità di migliorare la salute. Scoprite con noi le proprietà dell’acqua di zenzero.

Di seguito vogliamo condividere con voi i suoi principali benefici.

Prendete appunti!

Proprietà nutrizionali dello zenzero

ingredienti per acqua di zenzero

La radice di zenzero è una fonte prodigiosa di principi nutritivi che possono essere utili per proteggere l’organismo e combattere diverse malattie.

Presenta oli essenziali come limonene, citronellal e gingerolo, responsabili di una parte importante dei suoi effetti benefici sulla salute.

Il gingerolo è il più importante perché, oltre a dare un sapore piccante, è un potente antinfiammatorio che favorisce il trattamento di patologie come artrite e artrosi

Contiene anche vitamina C, vitamine del complesso B e minerali come calcio, cromo, alluminio e fosforo.

Tra i suoi componenti bisogna anche ricordare l’acido linoleico e gli amminoacidi come la niacina e il triptofano, oltre ad enzimi come la proteasi e la zingibaina.

Non dimenticate di leggere: 5 succhi anticancerogeni e alcalinizzanti

Benefici dell’acqua di zenzero

donna con mal di testa

L’acqua di zenzero è una bevanda curativa che concentra tutti i principi nutritivi di questo tubero uniti al limone e al miele.

Dato che possiede potenti effetti antinfiammatori, analgesici e calmanti, è consigliata per alleviare cefalee, emicranie e tensione associata allo stress.

È stato dimostrato che può bloccare gli effetti della prostaglandina, una sostanza che causa emicranie perché produce un’infiammazione ai vasi sanguigni del cervello.

Si tratta anche di un eccellente tonico digestivo, ideale per trattare i problemi gastrointestinali comuni come gas, dolori e indigestione.

I suoi composti attivi stimolano la circolazione sanguigna ed evitano la formazione di vene varicose.

Si tratta di uno dei migliori rimedi naturali contro il dolore articolare e muscolare perché i suoi gingeroli disinfiammano e generano sollievo dal dolore.

Assunta in dosi moderate ogni giorno, combatte i sintomi dell’artrite reumatoide, dell’osteoartrosi e di altri disturbi infiammatori cronici.

È povera di calorie, quindi un’opzione sana per accelerare il metabolismo e perdere peso più facilmente.

Come preparare l’acqua di zenzero?

limone e zenzero

La preparazione dell’acqua di zenzero non richiede ingredienti costosi o difficili da acquistare.

Si tratta di una bevanda idratante, antinfiammatoria e perfetta per dare sollievo ai dolori che compaiono di solito nell’arco della giornata.

Ingredienti

  • 5 cucchiai di zenzero fresco (50 gr)
  • 3 tazze d’acqua (750 ml)
  • Il succo di ½ limone
  • 2 cucchiai di miele biologico (50 gr)

Procedura

  • Prendete la radice di zenzero, lavatela bene e grattugiatela.
  • Successivamente portate ad ebollizione l’acqua e aggiungetevi lo zenzero.
  • Fatelo cuocere a fuoco basso per due minuti e poi spegnete.
  • Spremete il succo di mezzo limone e aggiungete il miele biologico.
  • Potete assumere questo infuso tiepido oppure conservarlo in frigo e berlo freddo nei mesi più caldi.
  • Bevetene due o tre tazze al giorno.

Volete saperne di più? Leggete: Disintossicare le ascelle per prevenire il cancro al seno

Controindicazioni

Nonostante l’acqua di zenzero possieda molti benefici, bisogna dire che in certi casi se ne sconsiglia l’uso.

Ad esempio, non deve essere ingerita in caso di ulcere duodenali, coliti o morbo di Crohn perché può peggiorare il dolore.

Non è consigliato nemmeno assumerla durante la gravidanza perché alcuni dei suoi composti possono interferire con la formazione ormonale del feto. Se la si vuole usare per calmare le nausee, meglio consultare prima il medico.

Bisogna consultare uno specialista anche se si stanno assumendo farmaci per la cura del diabete o del sistema circolatorio.

Molte delle sostanze attive dello zenzero, infatti, possono alterare gli effetti di questi farmaci.