Aglio: come averne una riserva inesauribile in casa

14 agosto 2015
La luce solare è determinante per la germinazione dell'aglio, quindi, l'estate è la stagione migliore per piantarlo. Se preferite farlo d'inverno, dovrete dedicargli cure particolari per ottenere buoni risultati.

L’aglio è un alimento che trova diversi impieghi, dalla cucina all’uso medicinale. È un ortaggio che non può mancare nella dispensa, è il complemento ideale di molte ricette e anche uno dei migliori alleati per la salute e la prevenzione di molte malattie. Sapete che si può coltivare l’aglio anche sul balcone di casa?

Come molti ortaggi, l’aglio è facile da coltivare e serve solo un po’ di  pazienza. Se volete cimentarvi, dovete innanzitutto scegliere il vaso adatto. Tenendo conto che le radici di questa pianta sono piuttosto lunghe, il vaso deve essere profondo una ventina di centimetri.

I vantaggi nel coltivare l’aglio sul balcone.

aglio-500x375

Coltivare in casa le piante aromatiche oppure alcuni ortaggi è un’ottima idea; avrete la certezza che siano piante biologiche e non contaminate da nessun tipo di pesticida. In questo modo, inoltre, si potrà avere una riserva inesauribile della pianta ed averla sempre a portata di mano.

La coltivazione dell’aglio in casa, oltre ad essere semplice, vi permetterà di usufruire, sempre fresco, di un alimento dalle proprietà eccezionali. L’aglio è ricco di sostanze azotate, sodio, potassio, selenio, calcio, magnesio, silicio, acido solfidrico, acido fosforico, vitamine C, D, B, fitosteroli e oli essenziali. Contiene inoltre l’allicina, che si sviluppa quando l’aglio viene triturato o masticato. È inutile dire che per avere i massimi benefici, l’aglio deve essere consumato crudo. Durante la cottura, infatti, arriva a perdere fino al 90% delle sue proprietà.

Proprietà curative dell’aglio

  • Contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna
  • Previene l’ipertensione arteriosa.
  • Riduce il colesterolo cattivo.
  • Combatte la ritenzione dei liquidi.
  • Favorisce la digestione.
  • Ha potere antibatterico.
  • Aiuta a pulire e disintossicare il corpo.
  • È diuretico ed aiuta a combattere malattie come il reumatismo, la gotta, l’obesità e l’artrite, per citarne alcune.
  • È un disinfettante per la pelle, allevia scottature, ferite, piaghe e verruche.
  • Previene le infezioni e le malattie.
  • Ha proprietà antitumorali che possono aiutare in caso di cancro allo stomaco, del colon, del fegato, del seno, tra gli altri.
  • È un antibiotico naturale.
  • Aiuta a combattere i funghi.

Come si coltiva l’aglio in casa?

aglio-500x439

Per piantare l’aglio avrete bisogno di: 

  • 1 testa d’aglio
  • 1 vaso di 20 cm di profondità
  • Terra

Istruzioni:

  • Scegliete una testa d’aglio della varietà che preferite, separate gli spicchi, mantenendone intatta la pelle.
  • Procuratevi un vaso profondo e create, nella parte inferiore, uno strato di drenaggio per l’acqua. È importante che l’acqua in eccesso possa fluire e non ristagni nella terra. Riempite il vaso con una quantità sufficiente di terra, avendo cura di lasciare almeno un centimetro di distanza dal bordo superiore.
  • Piantate gli spicchi dentro il vaso ad una decina di centimetri di profondità, con la parte più appuntita verso l’alto.
  • Potete interrare più spicchi, mantenendo tra loro una distanza minima di 8 centimetri.
  • Sistemate il vaso in una zona della casa dove possa ricevere la luce diretta del sole almeno per 8 ore al giorno.

Qualche consiglio in più:

aglio2-500x334

L’aglio, per germogliare, ha bisogno di sole; l’ideale sarebbe piantarlo quando il clima è caldo, ma si può fare anche d’inverno, prestando qualche attenzione aggiuntiva.

Evitate di bagnare eccessivamente le piante; troppa acqua può far marcire gli spicchi d’aglio interrati. 

Potrete effettuare la raccolta dopo 8-10 mesi, quando le foglie della pianta cominciano a seccare ed acquistare colore marrone. A questo punto, potrete togliere dalla terra il vostro aglio, riporlo in un luogo fresco e asciutto per una settimana: avrete ottenuto una testa d’aglio per uso culinario e medicinale.

Guarda anche