Aiutare i bambini ad affrontare il dolore

1 Febbraio 2021
Ogni bambino, così come noi adulti, vive il dolore a modo suo. È fondamentale stare vicino ai piccoli per insegnare loro ad accettare le loro emozioni e a capire che la morte è parte della vita.

Come aiutare i bambini ad affrontare il dolore? La perdita di una persona cara porta con sé serie di complessità, e spesso i bambini vengono trascurati in questo delicato momento. Non sempre sappiamo come rivolgerci a loro, non troviamo le parole adatte e abbiamo dubbi su cosa fare.

Diceva Carl Jung che la felicità ha senso solo quando conosciamo la tristezza. Ma per quanto riguarda i bambini, desideriamo più di tutto proteggerli dalle delusioni, dalle sofferenze e dalle perdite.

Tuttavia, la morte è parte della vita e questa realtà va affrontata prima o poi. Scopriamo come comportarci in questi casi.

Come aiutare i bambini ad affrontare il dolore

Il dolore porta i bambini a navigare in un oceano completamente sconosciuto nel quale le emozioni e i sentimenti possono essere molto contraddittori. In quanto genitori o educatori dobbiamo guidarli in questo processo.

In questo viaggio condiviso dobbiamo capire che ogni bambino (così come gli adulti) affronta il dolore della perdita in maniera particolare. È fondamentale, pertanto, capire i suoi bisogni così che possa adattarsi emotivamente alla nuova realtà. Ecco alcuni passaggi per aiutare il bambino ad affrontare il dolore.

Mamma sposta i capelli della figlia.
Per aiutare i bambini ad affrontare il dolore dobbiamo guidarli nella gestione emotiva.

Leggete anche: Sofferenza emotiva: come affrontarlo grazie a 5 strategie

Siate sinceri e usate un linguaggio semplice

La capacità di un bambino di capire cos’è la morte dipende sempre dalla sua età. Per aiutarlo ad affrontare il dolore dobbiamo attenerci al suo linguaggio, in modo da fargli comprendere la realtà. Evitiamo eufemismi, come i classici “è volato in cielo” o “è andato lontano” .

Rispondete alle domande

Un bambino in genere ha molte domande da fare. Non importa che siano strane o contorte. Dobbiamo rispondere a tutte con affetto, sincerità e vicinanza. La comunicazione positiva è fondamentale in tutti i casi.

Leggete anche: Sana competizione tra i bambini: come trasmetterla?

Ogni emozione è valida per aiutare i bambini ad affrontare il dolore

I bambini soffrono a modo loro. Alcuni cercheranno rifugio nel gioco e altri nella vicinanza dei familiari. Ogni reazione è valida. L’importante è stare loro vicino e guidarli nella gestione di emozioni e reazioni, che sia piangere, sentirsi arrabbiati, tristi o spaventati.

L’educazione dei bambini dai 6 ai 9 anni dovrà essere integrata da quest’area relativa alle emozioni, grazie alla quale possono imparare a gestire e comprendere meglio i loro universi interni.

Padre e figlio al tramonto.
Durante il lutto è importante rispondere senza eufemismi a ogni domanda del bambino. 

La morte è parte della vita (e la vita va vissuta)

Per aiutare i bambini ad affrontare il dolore è importante che recuperino quante prima le loro abitudini. I nostri piccoli devono capire che la morte è parte della vita e nonostante la sofferenza, conserveranno per sempre ricordi speciali della persona cara nella loro memoria e nel loro cuore.

Essere felici, ridere, giocare e imparare è un modo per onorare chi non c’è più.

  • Buzón García, O. (2017). Modelo IDA para la intervención en duelo infantil. Cuadernos de La Cátedra de Seguridad Salmantina , 1 , 6–14.
  • Jambrina Mulas, MA (2017). REVISIÓN BIBLIOGRÁFICA SOBRE LA MUERTE Y EL DUELO EN LA ETAPA DE EDUCACIÓN INFANTIL. Revista Internacional de Psicología del Desarrollo y la Educación. Revista INFAD de Psicología. 7 (1), 221. https://doi.org/10.17060/ijodaep.2014.n1.v7.794
  • Olivieri De Perdikidi, H. (1974). EL DUELO INFANTIL EN LAS TECNICAS PROYECTIVAS. REV.PSICOL.GEN.APL. 29 (127), 345–353.