8 alimenti cancerogeni che dovete smettere di mangiare

· 6 agosto 2016
Per preservare la nostra salute e non esporci a pericoli inutili, sarà conveniente limitare l'assunzione di certi alimenti, poiché potrebbero essere più pericolosi di quanto crediamo. 

Il cancro è una delle malattie che più spaventa la medicina moderna, nonostante i passi fatti per combatterlo.

Gli studi hanno potuto determinare che sono molti i fattori che influiscono sulla sua comparsa e, da un certo punto di vista, tutti potremmo soffrirne.

Il vincolo che questo ha con l’alimentazione è piuttosto complesso e difficile da stabilire, soprattutto perché ogni individuo ha abitudini dietetiche distinte.  

Ciò nonostante, gli esperti hanno potuto individuare una certa relazione tra il consumo di alcuni alimenti e il maggior rischio di sviluppare questa patologia.

La cosa più preoccupante è che molti di questi vengono inclusi in maniera continuata nei vari piani alimentari e i consumatori non sanno neppure che sono dannosi.

Per questo motivo, enti come L’Istituto Americano per la Ricerca sul Cancro (AICR) hanno creato dei fascicoli speciali, nei quali sono enumerati gli alimenti cancerogeni il cui consumo dev’essere evitato o ridotto.  

In questo spazio condividiamo gli 8 alimenti più cancerogeni, affinché possiate identificarli ed iniziare a scartarli.

Alimenti che favoriscono la comparsa del cancro

1. Cibi pronti

cibi in scatola cancro

Tutti i cibi pronti sono pieni di sostanze chimiche aggiunte, come i coloranti, gli edulcoranti e i conservanti (fra i tanti), tutti dannosi per la nostra salute.

Sostanze come quelle contenute nei cibi affumicati e negli affettati sono responsabili del rischio di soffrire di cancro al fegato, allo stomaco e al colon.  

Leggete anche: Preparare pan di spagna senza farina, zucchero e latticini

2. Zucchero raffinato

Lo zucchero bianco o raffinato è considerato l’alimento del cancro, poiché influisce sulla crescita delle cellule maligne.

I dolcificanti come il fruttosio sono ancora più pericolosi, poiché fanno in modo che le cellule cancerogene si metabolizzino più velocemente.   

È importante tener conto che questo tipo di zucchero è presente in un’ampia gamma di alimenti di consumo regolare.

Tra questi ricordiamo:

  • Biscotti
  • Torte
  • Bibite
  • Dolci
  • Energizzanti
  • Salse
  • Pasta
  • Cibo in scatola

3. Carni rosse

carne rossa cancro

L’eccessiva assunzione di carni rosse e affettati è relazionata ad un incremento del 22% del rischio di soffrire di cancro al seno. 

L’Istituto Americano per la Ricerca sul Cancro ci avverte che le persone che mangiano molta carne, soprattutto bistecche, hanno il 36% di possibilità in più di soffrire di cancro al colon.

4. Farine bianche

Le farine bianche sono uno degli alimenti a più alto indice glicemico, relazionate con la crescita e la diffusione delle cellule cancerogene nel corpo.

Durante il processo di sbiancamento, perdono una parte importante delle loro proprietà e acquisiscono sostanze chimiche che risultano aggressive per l’organismo.

5. Cibi fritti

cibi fritti cancro

I cibi fritti contengono alti livelli di una sostanza cancerogena conosciuta come acrilammide, che si forma quando un alimento viene sottoposto ad alte temperature.

Questo composto può trovarsi in qualsiasi cibo la cui preparazione abbia superato i 120° centigradi.

Metodi di cottura come friggere, mettere in forno o allo spiedo producono più quantità di acrilammide rispetto a metodi come la cottura al vapore o al microonde.

Un altro motivo per cui sono considerati cancerogeni è per il loro apporto di grassi transgenici, che si formano quando un alimento viene idrogenato.

Questi grassi non solo sono relazionati al cancro, ma anche a malattie cardiovascolari e al diabete di tipo 2.

6. Organismi geneticamente modificati (OGM)

Sfortunatamente per tutti noi, gli organismi geneticamente modificati hanno invaso il mercato e sono contenuti in un gran numero di prodotti con i quali periodicamente arricchiamo il nostro carrello della spesa.

Questi e i prodotti chimici che vengono utilizzati durante la coltivazione degli stessi hanno una forte relazione con l’aumento del rischio di tumori all’organismo.  

I più popolari sono i derivati del mais, della soia e della colza.

7. Pop-corn per microonde

pop corn cancro

I pop corn di mais fatti in casa sono sani e dispongono di molti benefici per l’organismo.

Tuttavia, questi non devono essere confusi con quelli già pronti da scaldare al microonde poiché, anche se sono buoni, sono pieni di sostanze chimiche relazionate con la comparsa del cancro.

I componenti chimici che vengono liberati con il calore potrebbero causare diversi tipi di tumore e infertilità. Il diacetile, inoltre, potrebbe essere relazionato con malattie polmonari gravi.

Tutto questo sommato al fatto che contengono materiali geneticamente modificati.

Leggete anche: 12 sorprendenti impieghi dell’amido di mais

8. Alimenti bruciati

Gli alimenti che si bruciano quando vengono cucinati generano molecole dannose che potrebbero stimolare la crescita delle cellule maligne.   

L’ideale è cuocere mediamente i cibi, per evitare che si brucino.

Anche se saranno necessari ulteriori studi per vincolare le abitudini alimentari al cancro, bisogna iniziare a prendere in considerazione queste prime scoperte scientifiche.  

Cercate di basare la vostra dieta su alimenti biologici e di alta qualità nutritiva.

Guarda anche