Possibili sintomi di cancro al colon

17 agosto 2016
Anche se i sintomi del tumore del colon-retto possono essere confusi con quelli di altre patologie meno gravi, se notiamo la presenza di vari sintomi in modo simultaneo, è importante rivolgersi ad uno specialista per ottenere una diagnosi precoce.

Il cancro al colon è localizzato nell’intestino crasso, che prende il nome di colon appunto, o nella sua parte finale, conosciuta come retto.

È possibile che questo tipo di cancro non presenti nessun sintomo nelle sue fasi iniziali, pertanto è importante conoscerne bene i sintomi e realizzare le analisi del caso se sappiamo di avere una certa predisposizione genetica a questa malattia.

In questo articolo vi spiegheremo come potete individuare i possibili sintomi di questo tipo di cancro affinché possiate trattarlo in modo adeguato.

Perché dobbiamo conoscer i sintomi del cancro al colon?

In alcuni paesi il tumore del colon-retto è una delle prime cause di morte. Tuttavia, anche i tassi di guarigione sono molto elevati, sempre che la diagnosi venga effettuata in tempo.

Una diagnosi precoce e un trattamento adeguato sono importantissimi perché questo tipo di cancro nasce sotto forma di polipi benigni.

Leggete anche: Eliminare le tossine nel colon con due ingredienti

intestino cancro al colon

Fattori di rischio

Ci sono alcuni fattori che fanno aumentare le possibilità di contrarre questa malattia e che dobbiamo tenere in considerazione per prevenzione. È anche importante, in questi casi, sottoporsi a tutte le analisi utili ad individuare qualsiasi tipo di problema.

  • Avere più di 60 anni.
  • Soffrire di polipi colon-rettali.
  • Soffrire di scompensi intestinali in modo cronico, come ad esempio morbo di Crohn o colite ulcerosa.
  • Cattiva alimentazione, povera di cibi integrali e con alti contenuti di carne rossa, alimenti processati e grassi dannosi.
  • Fumo e alcol.
  • Diabete.
  • Vita sedentaria.
  • Sovrappeso.

Sintomi

  • Cambiamenti nelle abitudini di defecazione. Improvvisamente la persona può iniziare a soffrire di diarrea o stitichezza senza alcun motivo apparente e senza aver cambiato la propria alimentazione. Possono anche prodursi cambiamenti nelle feci.

Dobbiamo tenere in considerazione tale sintomo se notiamo questi cambiamenti per diversi giorni di seguito, senza alcun miglioramento.

  • Sensazione di dover defecare che non scompare dopo averlo fatto.
  • Sanguinamento nella zona del retto o delle feci (di solito queste sono scure o quasi nere). Questo sintomo con il tempo può provocare anemia, altro possibile indicatore da tenere in considerazione.
  • Dolore nella zona addominale sotto forma di coliche.
  • Debolezza e spossatezza senza che si sia fatto alcuno sforzo concreto.
  • Perdita di peso senza motivo apparente.
  • Precedenti personali o familiari.
ragazza dolore cancro al colon

Cosa bisogna fare?

Prima di entrare nel panico, dobbiamo tenere presente che tutti questi sintomi possono anche essere dovuti ad altri problemi di salute meno gravi, pertanto è fondamentale rivolgersi il prima possibile ad un medico senza deprimerci prima del tempo.

Dovremmo anche prestare più attenzione a qualsiasi tipo di problema intestinale se abbiamo familiari che hanno sofferto di tumore del colon-retto o se noi abbiamo avuto un cancro in precedenza.

Alimentazione preventiva

Possiamo seguire alcuni semplici consigli che ci aiuteranno a ridurre il rischio di ammalarci di cancro al colon e di molte altre malattie, perché un intestino che non funziona in modo corretto, prima o poi, finirà per causare malattie croniche o degenerative.

Le fibre sono fondamentali per prevenire problemi intestinali. Qualche decennio fa gli alimenti venivano assunti senza essere raffinati e, anche se venivano considerati come poveri o umili, in realtà erano molto più sani dei cibi processati di cui è tanto ricca la nostra attuale dieta.

Le fibre hanno il compito di aiutare a depurare l’intestino per evitare che si accumulino depositi di tossine e che, in seguito, questi si trasferiscano nel sangue. Per questo motivo, è fondamentale aumentare il consumo di alimenti ricchi di fibre come:

  • Frutta e verdura: se sono biologiche, possiamo mangiarle con la buccia che è particolarmente ricca di fibre.
  • Cereali integrali
  • Legumi.
  • Frutta secca e semi.
  • Funghi
  • Alghe.
  • Psillio.
  • Spirulina.

È altrettanto importante sottolineare che, se aumentiamo il consumo di fibre, dovremo anche bere molta acqua fuori dai pasti, almeno un litro e mezzo al giorno.

I primi giorni potremmo notare un po’ di stitichezza, ma sparirà quando l’intestino si sarà abituato. Possiamo risolvere il problema con un clistere naturale.

Vi consigliamo di leggere: Curare il fegato con i cibi integrali e le verdure amare

Dieta preventiva cancro al colon

Integratori preventivi

Esistono anche alcuni integratori alimentari che riducono il rischio di ammalarsi di tumore al colon-retto:

  • Calcio.
  • Vitamina D: fondamentale per assimilare bene il calcio.
  • Acido folico o vitamina B9.
  • Magnesio.
  • Selenio.

Gli integratori devono essere assunti sempre sotto la supervisione di un professionista, soprattutto se soffriamo di problemi di salute o se assumiamo farmaci.

Guarda anche