Alimenti per migliorare la memoria

15 maggio 2014
Oltre a seguire una dieta variegata ed equilibrata, alcuni alimenti come le noci o gli agrumi, possono aiutarvi.

I problemi di memoria possono essere piccole dimenticanze o perdite di memoria importanti, e possono capitare spesso, sporadicamente o in periodi di stress o tensione emotiva. Vi presentiamo i migliori alimenti per potenziare la memoria nel modo più naturale.

É importante differenziare le dimenticanze puntuali, causate da situazioni di stanchezza, distrazione o stress, in cui dimentichiamo un nome, una data o un dettaglio simile, dalle perdite di memoria più importanti e ogni volta più ricorrenti, in cui possiamo non ricordare avvenimenti o cose che abbiamo fatto. Con il passare del tempo si perdono capacità (deterioramento cognitivo), ma dobbiamo sforzarci di osservare la situazione (noi stessi o la persona che crediamo ne soffra) e perfino fare degli esercizi per constatarlo mano a mano.

Spesso le persone non vogliono riconoscere questo problema e se non lo si accetta può causare anche scoraggiamento, depressione o ansia.

In caso di dubbi o preoccupazione dovremmo consultare uno specialista dato che esistono malattie che presentano la perdita di memoria come uno dei sintomi, ed è fondamentale diagnosticarlo e trattarlo il prima possibile per evitare il deterioramento veloce.

Allo stesso tempo potete nutrire il cervello con un’alimentazione equilibrata, in generale una dieta varia che includa alimenti freschi, frutta, verdura e legumi, e che apporti i nutrienti essenziali per proteggere e rafforzare il sistema nervoso centrale. Inoltre, ci sono degli alimenti che vi consigliamo particolarmente per le loro benefiche proprietà per la memoria.

Noci

Le noci hanno una forma che ricorda il cervello ed è meraviglioso come la natura ci dia degli indizi per prenderci cura della nostra salute.

Le noci contengono polifenoli, nutrienti ideali per prevenire lo stress ossidativo e migliorare le capacità cognitive, oltre a favorire la salute cardiovascolare.

Prendere una manciata di noci al giorno aiuta a mantenere il cervello giovane e agile.

Nei casi di sovrappeso mangiate tre noci al giorno, preferibilmente la mattina.

noce-xtinabot

Maca

Questa radice delle Ande quasi miracolosa aumenta la circolazione cerebrale, che di conseguenza migliora la memoria e la concentrazione, oltre ad essere un eccellente energizzante naturale per il corpo e per la mente.

La maca, inoltre, è un ottimo integratore poiché contiene proteine, amminoacidi essenziali, carboidrati, fibre, vitamine (B1, B2, B6…) e minerali come ferro, calcio, fosforo, potassio, sodio, zinco.

Potete trovarla in compresse o in polvere. Questa seconda opzione è più conveniente se si vuole controllare meglio le dosi assunte; si raccomanda, infatti, di iniziare con una quantità piccola per poi aumentare gradualmente per via delle sue proprietà energizzanti.

Ginkgo biloba

Uno dei migliori rimedi naturali per migliorare l’ossigenazione cerebrale, così come degli arti, è il ginkbo biloba, una pianta che migliora la circolazione del cervello e che, pertanto, rafforza la memoria e le capacità mentali. Potete iniziare a prenderlo appena notate i primi sintomi di perdita di memoria, concentrazione e così via.

Ad esempio, potete prenderlo sotto forma di estratto, ma bisogna alternare l’assunzione a dei periodi di pausa in modo che l’organismo non si abitui e il ginkgo biloba continui a fare effetto.

Agrumi

Gli agrumi (limone, arancia, pompelmo) mangiati a digiuno contribuiscono a migliorare la memoria.

Potete mangiarli o berne il succo, che deve però essere naturale, preparato e spremuto al momento da voi stessi. Potete aggiungere un po’ di miele per dolcificarlo.

agrumi-veronicasheppard

Lievito di birra

Il lievito di birra possiede numerose proprietà benefiche essendo un alimento molto ricco di vitamine e sali minerali, tra cui la vitamina B12 e l’acido folico, eccezionali per la memoria.

Grazie alle vitamine del gruppo B è ottimo per rafforzare il sistema nervoso centrale, motivo per cui può migliorare anche casi di depressione, ansia, stress o apatia che potrebbero influire anche sulla perdita della memoria.

Prendetelo in compresse o in polvere, mescolato con un po’ di succo.

Biancospino

Questa pianta medicinale è perfetta per migliorare i casi di perdita della memoria soprattutto nelle persone in età avanzata poiché migliora l’irrorazione sanguigna. Inoltre, è un buon rimedio per i problemi cardiaci.

Potete prenderlo sotto forma di infuso, almeno tre tazze al giorno, oppure sotto forma di estratto, secondo le dosi indicate.

Immagini per gentile concessione di: veronicasheppard e xtinabot

Guarda anche