Aumentare la resistenza sessuale con 3 consigli

12 Giugno 2020
Come migliorare la resistenza sessuale? Alcuni consigli possono essere di grande aiuto in tale senso, come fare attività fisica o eseguire gli esercizi di Kegel. Ne parliamo in questo articolo.

Aumentare la resistenza sessuale può aiutare ad avere rapporti intimi più soddisfacenti. A questo scopo, è utile trattare alcune situazioni comuni durante un rapporto sessuale, come l’eiaculazione precoce o la stanchezza fisica.

Esistono esercizi mirati e buone abitudini da seguire in questi casi. Tuttavia, bisogna metterli in pratica con costanza per ottenere i risultati sperati.

D’altro canto, se si desidera migliorare le proprie performance sessuali, potrebbe essere utile conoscere le 3 semplici strategie che stiamo per presentare. Continuate a leggere!

Strategie per aumentare la resistenza sessuale

1. L’attività fisica è un elemento chiave per migliorare la resistenza sessuale

Uomo che corre sulla battigia
L’attività fisica contribuisce a una maggiore resistenza durante il rapporto sessuale.

La resistenza sessuale durante il rapporto è scarsa perché ci si stanca prima del previsto? Si accusa stanchezza sin da subito? Ciò potrebbe dipendere dalla propria resistenza fisica generale.

Alcuni risultati scientifici, di fatto, sottolineano questo aspetto. È il caso di uno studio che il professor Igor Grabovac ha eseguito insieme ad altri scienziati. Le sue scoperte indicano che condurre una vita più attiva può essere spesso associato a  rapporti sessuali migliori.

La sedentarietà o la mancanza di attività fisica, di conseguenza, sono fattori che possono riflettersi in altri ambiti, tra cui quello intimo.

È tuttavia possibile introdurre l’attività fisica nella routine quotidiana grazie ad alcune semplici idee. A seconda delle caratteristiche, delle preferenze e delle esigenze personali, lo si può fare in diversi modi:

  • Iniziare camminando un po’ ogni giorno.
  • C’è chi preferisce uscire qualche minuto per andare a correre.
  • Se avete a disposizione attrezzi o macchine a portata di mano o ancora se preferite iscrivervi in palestra, potreste considerare opzioni quali il nuoto, il ballo o un altre lezioni guidate.

Con il tempo arriveranno i risultati. L’importante è essere costanti nel perseguire l’obiettivo prefissato.  Vi sarà utile tenere a mente questi consigli sia che preferiate farvi seguire da un personal trainer sia che optiate per delle lezioni di gruppo.

Non perdetevi: Migliorare la propria vita con 5 esercizi

2. Gli esercizi di Kegel per aumentare la resistenza sessuale

Un’altra strategia utile per aumentare la resistenza sessuale consiste nell’eseguire gli esercizi di Kegel, che possono essere svolti sia dagli uomini che dalle donne.

Lo scopo di questi esercizi è rafforzare i muscoli del pavimento pelvico, in modo da migliorare l’erezione nel caso dell’uomo o la contrazione vaginale nel caso della donna. La serie di esercizi di base che stiamo per presentarvi verte sui seguenti passaggi:

  • Durante i primi giorni cercate di trattenere il flusso dell’urina mentre siete in bagno. Questo vi sarà utile per individuare i muscoli da allenare.
  • Una volta identificati, provate ad allenarli in qualsiasi altro posto.
  • Iniziate da una contrazione di qualche secondo, per poi fare una pausa di altrettanti secondi.
  • Questo passaggio può essere ripetuto diverse volte, fino a completare una serie di uno o più minuti.

A mano a mano che avanzate, vi verrà più facile aumentare il tempo di erezione (uomini) e di contrazione (donne). Questi benefici sono stati osservati in uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’università di San Paolo.

Questi scienziati sostengono che le donne più esperte in queste tecniche riescono a sostenere più a lungo la pressione nel canale vaginale, il che si ripercuote positivamente nell’atto sessuale.

Continuate a leggere: Esercizi di Kegel per controllare l’incontinenza urinaria

3. L’abitudine di masturbarsi apporta specifici benefici

Praticare la masturbazione
La masturbazione aiuta a conoscere il proprio corpo e a sperimentare prima di avere rapporti sessuali.

Masturbarsi pur avendo un partner è spesso un’abitudine che aiuta ad aumentare la resistenza sessuale. Il motivo di ciò risiede nel fatto che permette di conoscere meglio se stessi, dandosi l’opportunità di sapere cosa piace di più e quali zone sono più sensibili.

Per quanto riguarda le donne, potranno resistere di più durante l’atto sessuale se hanno già preso confidenza con le proprie zone erogene da sole. Queste informazioni vanno condivise con il partner, ma se ciò avviene durante la fase finale del rapporto, l’apice del piacere, a sua volta, potrebbe tardare ad arrivare.

Per quanto riguarda gli uomini, la masturbazione rappresenta un’occasione per scoprire diversi metodi per ritardare l’eiaculazione. Uno di questi consiste nell’esercitare una certa pressione sul glande poco prima dell’orgasmo. In quel momento smettete di toccarvi e respirate a fondo: si tratta di piccoli gesti che aiutano a rinviare il piacere.

Oltre a questi benefici, non possiamo non menzionare il fatto che la masturbazione aiuta ad affrontare determinati problemi della sfera sessuale. Per esempio, nei casi di eiaculazione precoce si è fatto più volte ricorso a questa pratica, come spiegato nello studio condotto da un gruppo di docenti dell’Università Sun Yat-sen (Cina).

Non perdetevi: Masturbazione femminile: consigli per raggiungere il piacere

Cosa ci insegnano queste strategie?

Queste linee guida aiutano chi è in cerca di consigli per aumentare la propria resistenza sessuale. Ci auguriamo che possiate iniziare a mettere in pratica queste strategie nella vostra vita di tutti i giorni. I risultati arriveranno nel tempo se sarete costanti.

Tuttavia, se vi sentite sempre stanchi o se avvertite un fastidio o riscontrate spesso la stessa difficoltà nel rapporto sessuale, fareste bene a rivolgervi a uno specialista per una valutazione del caso.

  • Alwaal, A., Breyer, B. N., & Lue, T. F. (2015). Normal male sexual function: emphasis on orgasm and ejaculation. Fertility and Sterility, 104(5), 1051–1060. https://doi.org/10.1016/j.fertnstert.2015.08.033
  • Cacciari, L. P., Pássaro, A. C., Amorim, A. C., & Sacco, I. C. N. (2017). High spatial resolution pressure distribution of the vaginal canal in Pompoir practitioners: A biomechanical approach for assessing the pelvic floor. Clinical Biomechanics, 47, 53–60. https://doi.org/10.1016/j.clinbiomech.2017.05.015
  • Dumoulin, C., Cacciari, L. P., & Hay-Smith, E. (2018). Pelvic floor muscle training versus no treatment, or inactive control treatments, for urinary incontinence in women. The Cochrane Database of Systematic Reviews10(10), CD005654. https://doi.org/10.1002/14651858.CD005654.pub4
  • Ma, G. C., Zou, Z. J., Lai, Y. F., Zhang, X., & Zhang, Y. (2019). Regular penis-root masturbation, a novel behavioral therapy in the treatment of primary premature ejaculation. Asian Journal of Andrology21(6), 631–634. https://doi.org/10.4103/aja.aja_34_19
  • Maiorino, M. I., Bellastella, G., & Esposito, K. (2015). Lifestyle modifications and erectile dysfunction: what can be expected?. Asian Journal of Andrology, 17(1), 5–10. https://doi.org/10.4103/1008-682X.137687
  • Otani T. (2019). Clinical review of ejaculatory dysfunction. Reproductive Medicine and Biology, 18(4), 331–343. https://doi.org/10.1002/rmb2.12289
  • Perelman, M. A. (2016). Reexamining the Definitions of PE and DE. Journal of Sex & Marital Therapy, 43(7), 633–644. https://doi.org/10.1080/0092623x.2016.1230161
  • Smith, L., Grabovac, I., Yang, L., Veronese, N., Koyanagi, A., & Jackson, S. E. (2019). Participation in Physical Activity is Associated with Sexual Activity in Older English Adults. International Journal of Environmental Research and Public Health, 16(3), 489. https://doi.org/10.3390/ijerph16030489