Eiaculazione ritardata, di cosa si tratta?

20 Marzo 2020
L'eiaculazione ritardata è una disfunzione sessuale caratterizzata dalla marcata difficoltà o impossibilità per un uomo di raggiungere l'eiaculazione. Può verificarsi sia in un rapporto sessuale sia con la stimolazione manuale. Questo disturbo colpisce circa 1,5 uomini su 1.000.

L’eiaculazione ritardata consiste nella difficoltà a eiaculare nonostante l’erezione completa, la sufficiente eccitazione e la regolare stimolazione sessuale. Sebbene possa verificarsi anche con la masturbazione in solitaria, è più probabile che si verifichi durante il rapporto sessuale.

Tale disturbo, di fatto, può causare insoddisfazione sessuale e conflitti di coppia. È dunque essenziale richiedere quanto prima la consulenza di un professionista della salute. Nelle prossime righe analizzeremo le cause che portano all’eiaculazione ritardata, nonché la diagnosi e il trattamento adatto al caso.

Cause dell’eiaculazione ritardata

Uomo preoccupato per eiaculazione ritardata
Esistono diverse cause all’origine dell’eiaculazione ritardata, tra le quali prevalgono alcuni fattori psicologici e fisici.

L’eiaculazione ritardata può essere causata da problemi psicologici, fisici o da alcuni farmaci. Nella maggior parte dei casi è dovuta alla combinazione dei primi due fattori.

Cause psicologiche

Si sa che il godimento sessuale è strettamente legato alla salute mentale dell’individuo. La vita sessuale di una persona può dunque essere influenzata da alcune preoccupazioni o da disagi di tipo psicologico. A seguire, vediamo quali sono le cause psicologiche più frequenti che portano all’eiaculazione ritardata:

  • Disturbi d’ansia, stress e depressione.
  • Rifiuto del proprio aspetto fisico.
  • Bassa autostima.
  • Esperienze sessuali traumatiche.
  • Problemi sessuali con il partner: mancanza di attrazione o paura di non soddisfare le aspettative.
  • Abitudini derivanti dalla masturbazione: la masturbazione supportata da contenuti pornografici difficili da riprodurre nel sesso di coppia può generare grande insoddisfazione.

Leggete anche: Candidosi genitale: può interferire con la vita sessuale?

Cause fisiche

Tra le cause fisiche che possono trovarsi alla base dell’eiaculazione ritardata troviamo le seguenti:

  • Cause neurologiche: danno neurologico provocato da ictus, lesioni del midollo spinale o diverse neuropatie.
  • Alterazioni congenite che interessano il sistema riproduttivo maschile.
  • Cause ormonali: deficit nei livelli degli ormoni tiroidei o bassi livelli di testosterone.
  • Infezioni urinarie.

Cause farmacologiche

I seguenti farmaci possono ritardare la risposta eiaculatoria:

  • Antidepressivi: in particolare gli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina).
  • Ansiolitici.
  • Antipertensivi.
  • Anticonvulsivanti.
  • Droghe: alcol, anfetamine, ecc.

Diagnosi dell’eiaculazione ritardata

  • Anamnesi: la storia clinica del paziente può fare luce sulle cause del disturbo senza il bisogno di un esame fisico. Se la causa è farmacologica, la disfunzione dovrebbe scomparire con l’interruzione del trattamento.
  • Esami del sangue per verificare la presenza di segni di patologie cardiache, diabete o bassi livelli di testosterone precedentemente non rilevati.
  • Analisi delle urine per rilevare possibili infezioni del tratto urinario che potrebbero causare l’eiaculazione ritardata.
  • Esame fisico: esame approfondito dei genitali, il quale può includere la palpazione e un test di sensibilità.

Può interessarvi anche: Disfunzioni sessuali legate al diabete

Trattamento

Donna dallo psicologo
Se la causa del problema è di tipo psicologico, sarà necessario rivolgersi a un terapeuta.

Il trattamento dipende dalla causa sottostante. Quando la causa risiede nell’assunzione di un farmaco, esso verrà sospeso, diminuito o sostituito con un altro. Per le cause di tipo fisico, invece, si cercherà di agire attraverso una terapia farmacologica. Infine, se la causa è tipo psicologico, si renderà necessario il trattamento psicologico.

Trattamento farmacologico

Non esistono appositi farmaci per curare l’eiaculazione ritardata. In genere, vengono prescritti farmaci destinati ad altre patologie. Alcuni di essi sono:

  • Amantadina: farmaco creato inizialmente per curare il Parkinson.
  • Buspirone: un ansiolitico.
  • Ciproeptadina: un antistaminico la cui funzione è quella di trattare le allergie.

Terapia psicologica per l’eiaculazione ritardata

In funzione del fatto che la causa principale sia legata a problemi di relazione o a problemi psicologici dell’individuo, verrà avviata la terapia psicologica più appropriata.

In caso di assenza del desidero sessuale o di problemi relazionali, il professionista della salute mentale lavorerà al miglioramento dell’intimità e della comunicazione emotiva.

Se la causa sottostante riguarda problemi psicologici dell’individuo, come depressione, ansia, disturbo dell’aspetto fisico o bassa autostima, il professionista applicherà il trattamento opportuno per affrontare i problemi in modo tale che il paziente possa condurre una vita sessuale sana e soddisfacente.

  • Quesada Vázquez, A. J. (2002). Trastornos del funcionamiento sexual en pacientes diabéticos. Revista Cubana de Medicina General Integral (Vol. 18). 1999, Editorial Ciencias Médicas. Retrieved from http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0864-21252002000400005
  • García Gutierrez, E., Aldana Vilas, L., Lima Mompó, G., Espinosa Riverón, M. del R., Castillo Castillo, C., & Felinciano Álvarez, V. (2005). Disfunción sexual masculina y estrés. Revista Cubana de Medicina Militar (Vol. 34). Centro Nacional de Información de Medicina Militar. Retrieved from http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0138-65572005000100005