Colorare i mandala: ecco come aiuta i bambini

· 5 Febbraio 2019
I mandala possono anche essere di grande beneficio per i bambini con bisogni speciali, poiché li aiutano a rilassarsi e rafforzano la capacità di raggiungere gli obiettivi

Colorare i mandala è un’arte terapeutica molto diffusa. Già da qualche anno il loro impiego nelle aule scolastiche si è dimostrato fonte di grandi benefici per lo sviluppo fisico ed emotivo dei bambini. È, quindi, una tecnica da tenere in considerazione.

È una risorsa semplice ed economica ma ideale per migliorare nel bambino la concentrazione, l’immaginazione e persino la capacità di esprimere le emozioni.

Oggi, nel nostro spazio, vogliamo spiegarvi perché il rilassante esercizio di colorare i mandala è di grande beneficio per i più piccoli.

I mandala: l’arte del cerchio

mandala colorato

Lo psichiatra Gustav Jung diceva che il mandala (“cerchio” in sanscrito) è quella figura essenziale e trascendentale che rappresenta l’equilibrio e la perfezione.

Il cervello umano, nel corso dell’evoluzione, ha introiettato figure e immagini in grado di offrire calma e armonia.

  • La figura del cerchio trasmette ai bambini un “limite visivo” al centro del quale si trova la fantasia, il movimento e la magia. Fuori da questo cerchio, c’è il caos.
  • Il mandala è uno stimolo visivo che invita i più piccoli a creare, a immaginare, a trovare l’armonia nel disordine.
  • Per i buddhisti, i mandala ci aiutano a “strutturare” la nostra essenza interiore.

Per questi motivi, colorare i mandala è un ottimo esercizio da proporre al bambino sin dalla tenera età.

Scoprite anche: Con i nostri abbracci, i bambini si sentono parte del mondo

Colorare i mandala: una strategia per migliorare la concentrazione

mandala da colorare e pennarelli

Se al fascino naturale che i bambini provano per i colori e per l’attività del colorare aggiungiamo la bellezza visiva dei mandala, otterremo la combinazione perfetta per raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Quando colorano, i bambini stanno in silenzio e si concentrano. Esistono mandala più o meno complessi e quanto maggiore sarà la loro diversità, maggiori saranno anche i processi cognitivi che useranno i bambini: attenzione, flessibilità, immaginazione, etc.
  • Un mandala deve essere completato per creare un effetto, un impatto visivo ed emotivo. I bambini lo sanno e vi lavoreranno fino ad averlo completato per potervelo mostrare orgogliosi.
  • Questo bisogno di finire il mandala stimola nel bambino la capacità di raggiungere i propri obiettivi e il senso di responsabilità.

I mandala: alleati dei bambini con bisogni speciali

bambina down sorridente

Al giorno d’oggi, molti educatori e pedagogisti propongono i mandala ai bambini con bisogni speciali.

  • Colorare i mandala è molto utile, ad esempio, ai bambini affetti da sindrome di Down o da autismo; permette loro di rilassarsi, di controllare i movimenti e di trovare un buon mezzo per esprimersi.
  • Ai bambini che soffrono di ADHD (sindrome da deficit di attenzione con o senza iperattività) piace molto questo esercizio. Colorare i mandala li rilassa, permette loro di concentrarsi e rafforza la loro capacità di raggiungere gli obiettivi.

Scoprite anche come camminare rende il cervello più creativo

Sviluppo della motricità fine e coordinazione oculo-manuale

Ci sorprendiamo sempre quando vediamo l’abilità dei più piccoli con le nuove tecnologie: fanno scorrere lo schermo, aprono i messaggi, ingrandiscono le immagini…

Lo stimolo visivo dei telefoni cellulari e degli schermi è molto utile, ma usato in eccesso può sovreccitare i loro sensi e il cervello. È necessario limitare l’uso di queste tecnologie il più possibile.

Al contrario, invece, colorare i mandala reca grande beneficio alla maturità del cervello di un bambino. I motivi sono diversi:

  • Favorisce la coordinazione oculo-manuale.
  • I movimenti necessari per afferrare i colori ed usarli aiutano a migliorare le connessioni cerebrali. È importante stimolarle in modo graduale e costante soprattutto nei bambini tra i 2 e gli 8 anni.
  • Grazie a tutto questo, vedremo migliorare la precisione nella scrittura, il modo in cui maneggiano gli oggetti, la capacità di allacciarsi le scarpe
  • Riusciranno a concentrarsi meglio sulle attività quotidiane e a ignorare le distrazioni, poiché colorare i mandala migliora incredibilmente la loro capacità di attenzione.

Come proporre al bambino l’arte di colorare i mandala

mandala tibetano

Colorare i mandala non deve essere un compito. Non bisogna imporlo, perché i bambini devono vederlo come un piacere.

  • Trovate il momento migliore della giornata per offrirgli i fogli da colorare. Se quel giorno ha già colorato dei mandala a scuola, è meglio che non lo faccia anche a casa. In questo modo non si sovraccaricherà o annoierà.
  • Permettete al bambino di scegliere il mandala che più gli piace. Esistono disegni con animali, stelle, figure di alberi o semplici geometrie tra cui scegliere.
  • A poco a poco, aumentate la complessità degli schemi. In questo modo, riuscirete a motivarlo molto di più.

Ricordate che su Internet potete trovare numerosi siti da cui scaricare gratuitamente bellissimi mandala pronti da colorare.