Bere tè verde e tè nero riduce il rischio di ictus

22 febbraio 2016
Il tè nero è ricco di polifenoli che proteggono le cellule dai radicali liberi, mentre il tè verde, grazie alle sue proprietà antiossidanti, ci permette di tenere sotto controllo il colesterolo.

Se siete amanti delle tisane e degli infusi, questa notizia vi piacerà. Recenti studi hanno dimostrato che bere regolarmente tè verde e tè nero riduce il rischio di ictus e di altri accidenti cerebrovascolari.

Il segreto, come sempre, sta nella moderazione. Non si tratta di bere molte tazze di tè al giorno. È sufficiente una tazza di tè nero la mattina e un’altra di tè verde la sera per poter beneficiare dei loro meravigliosi effetti.

Oggi vi invitiamo a scoprire tutto quello che possono fare per la vostra salute questi due tè tipici della cultura orientale.

Il tè verde e il tè nero riducono del 20% il rischio di ictus

Lo studio è stato condotto in Giappone dal Centro nazionale cerebrale e cardiovascolare. Si tratta di una ricerca meticolosa che si è protratta per quasi 13 anni e che ha coinvolto più di 83 mila persone.

Secondo Yoshihiro Kokubo, il medico a capo della ricerca, i risultati sono incoraggianti. Un cambiamento tanto piccolo nel nostro stile di vita, come introdurre una tazza di tè verde e una di tè nero nella nostra dieta, aiuta a prevenire molti problemi di salute.

Scoprite i 15 migliori diuretici naturali

Vediamo i risultati di questo studio interessante:

  • I partecipanti allo studio avevano un’età compresa tra i 45 e i 74 anni.
  • Sono stati divisi in due gruppi: da una parte gli assidui consumatori di tè verde e tè nero, dall’altra chi non lo era.
  • Si è constatato che, in effetti, chi beveva ogni giorno da due a quattro tazze di tè verde e tè nero aveva il 20 per cento in meno di probabilità di soffrire di accidenti cardiovascolari, rispetto a coloro che non consumavano questa bevanda.
  • È stato accertato, inoltre, che le persone che bevevano almeno una tazza di caffè o due tazze di tè verde o tè nero al giorno avevano un rischio de 32 per cento in meno di soffrire di emorragia intracerebrale.
  • Le persone abituate a bere tè verde e tè nero, in genere, conducevano uno stile di vita più sano, fatto che spiega, in parte, il minor rischio di malattie cerebrovascolari.
attività-cerebrale

Come si spiega questo rapporto tra tè verde e tè nero e la buona salute del cervello?

I medici che hanno preso parte alla ricerca sostengono che la parte più interessante è stato il verificare che le persone che bevono una tazza di caffè a colazione e una di tè verde o tè nero il pomeriggio godono, in generale, di una migliore salute cardiovascolare.

  • Questo effetto si spiegherebbe nella nota capacità di questa bevanda di prevenire la formazione dei coaguli. Sia il tè verde e che il tè nero sono ricchi di catechine, sostanze dal forte potere antiossidante e anti-infiammatorio.
  • Il tè verde e nero aumentano la capacità antiossidante del plasma e i suoi effetti anti-trombogenici.
  • Gli esperti ci consigliano di bere il caffè o il tè nero la mattina e il tè verde la sera. Così, grazie all’acido clorogenico del caffè, si riduce il rischio di ictus e la probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2.

Leggete anche: Sapete che al nostro cervello piace il caffè? Lo aiuta a mantenersi giovane!

Altri importanti benefici del tè verde e del tè nero

tè-verde-e-tè-nero

Tè nero: intenso e ricco di antiossidanti

Lo sapevate che il tè nero veniva usato già nell’antichità come rimedio per aumentare la memoria? Questo effetto si spiega con il suo potere stimolante ed energizzante. Tuttavia, i benefici di questa bevanda, ottenuta dalla Camellia sinensis, sono molti di più.

  • I dati scientifici dimostrano che il tè nero è energetico e stimolante. È ricco di caffeina e di una sostanza stimolante chiamata teofillina.
  • Il tè nero è anche ricco di polifenoli, antiossidanti che aiutano a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi.
  • È astringente, da qui il suo sapore amarognolo e la sua capacità di favorire la digestione e curare la gastrite.
  • È diuretico, ideale per combattere la ritenzione idrica.
  •  Aiuta a perdere peso, grazie alla sensazione di sazietà che dona. Il tè nero è ideale per la colazione o a fine pasto.

Vi consigliamo di leggere: Deliziose colazioni nutrienti e sazianti

Il tè verde: un dono della natura

Il tè verde è, dopo quello bianco, la bevanda più ricca di antiossidanti. È, inoltre, una buona fonte di vitamina C, vitamina E, luteina e zeaxantina.

  • Ha la capacità di attivare il nostro metabolismo, effetto molto utile per chi desidera perdere peso; ricordiamo che deve essere accompagnato da una dieta sana ed equilibrata.
  • Un altro dato interessante è che il tè verde protegge la salute delle grandi arterie del corpo. Ne previene l’indurimento e stimola la circolazione sanguigna, aiutando a tenere sotto controllo il tasso di colesterolo nel sangue.

È, a tutti gli effetti, una bevanda amica della nostra salute.

Non esitate e cominciate la vostra giornata con una tazza di caffè o di tè nero. Il pomeriggio oppure dopo i pasti continuate con una tazza di tè verde. Insieme ad uno stile di vita attivo, vi aiuterà a tenere lontano le malattie cerebrovascolari.

Guarda anche