Trattare la gastrite con 3 sane abitudini

· 2 Febbraio 2019
Mantenere una dieta corretta è essenziale per controllare la gastrite. Un buon consiglio è quello di mangiare più volte al giorno, riducendo le quantità nei vari pasti

Avete mai notato dei forti bruciori all’altezza dello stomaco? Questo condizione potrebbe indicare che la mucosa gastrica è infiammata. I sintomi non sono altro che il risultato della reazione del corpo che tenta di proteggersi. Se volete sapere come trattare la gastrite, non perdetevi i seguenti suggerimenti.

L’infiammazione della mucosa gastrica può avere diverse cause. Ad esempio, anche un semplice farmaco preso a stomaco vuoto, invece che dopo mangiato, può innescare la violenta risposta dello stomaco.

Vale la pena di seguire alcune sane abitudini per prevenire e trattare la gastrite. Vediamo assieme di cosa si stratta.

Come trattare la gastrite in 3 mosse

ragazza-beve-bicchiere-acqua

1. Bere abbondante acqua

Per trattare la gastrite, l’acqua dovrà diventare la vostra bibita preferita. Proprio questo liquido naturale aiuterà il corpo a disintossicarsi. Inoltre, permette di calmare i dolori e la sensazione di acidità e pesantezza nello stomaco, anche se il sollievo è momentaneo.

Dovrete comunque fare attenzione a non esagerare: con troppa acqua, il livello di acidità nel corpo può sbilanciarsi, peggiorando la gastrite. Il consumo di acqua dovrà essere proporzionato al vostro stile di vita. Se non fate sport, bere 2 litri d’acqua non serve.

Al contrario, se avete un lavoro che richiede movimento costante o se fate molta attività fisica, sarà utile superare i famosi 2 litri giornalieri. Ma lo ribadiamo: se conducete una vita più sedentaria, questa quantità di acqua potrebbe diventare eccessiva.

Leggete anche: Bere poca acqua: 10 conseguenze

Provate ad ascoltare il vostro corpo, per sapere quando dargli da bere, con buon senso ed equilibrio. Ogni persona è diversa, quindi non c’è una quantità fissa di acqua adatta alle esigenze di tutti. Essa dipende dalla routine giornaliera, la stagione dell’anno, la posizione geografica, il metabolismo

2. Mangiare in modo sano

ragazza-contrae-ventre-mal-addominale

Se desiderate trattare la gastrite, dovrete applicare alcuni cambiamenti alla vostra dieta. Ecco alcuni semplici suggerimenti che vi consentiranno di mangiare in modo più sano a partire da oggi:

  • Evitate cioccolato, agrumi, pomodori o cipolle: possono peggiorare i sintomi della gastrite. Cercate di abbandonarli completamente o, se non ci riuscite, di consumarli con molta moderazione.
  • Mangiate in modo lento, senza fretta: se non masticate bene i cibi e consumate grandi quantità in breve tempo, la gastrite può solo peggiorare.
  • Fate più pasti al giorno: mangiare solo 2 o 3 volte è un errore perché, per via delle lunghe pause, sarete portati a richiedere quantità di cibo maggiori. Diminuite le porzioni e dividetele in 4 o 5 pasti giornalieri, ciò permetterà al metabolismo di lavorare meglio.
  • Alimenti proibiti: dovete eliminare dal menù cibi piccanti, alimenti ricchi di grassi saturi e molto elaborati.

Introdurre una maggiore quantità di frutta e verdura nella dieta, assieme ai cambiamenti appena descritti, vi aiuterà a trattare la gastrite. Come vedete, non è così difficile come sembra.

Scoprite: Come rafforzare le difese immunitarie con l’alimentazione

3. Abbandonare le cattive abitudini

L’ultimo ostacolo per chi vuole trattare la gastrite riguarda vizi e routine sbagliate, che illustreremo in questo ultimo paragrafo. Molte persone ignorano che determinate sostanze finiscono per compromettere seriamente la salute della mucosa gastrica. Come, ad esempio:

  • Caffeina: è contenuta nel caffè e in alcune bibite gassose o anche nel tè. Irrita la mucosa gastrica e favorisce la gastrite. Anche se può risultare complicato, sforzatevi di eliminarla dalla vostra dieta.
  • Bevande alcoliche: bere un bicchiere di vino al giorno non è un problema. Ben diverso è ubriacarsi tutti i giorni. Cercate di bere con moderazione, anche se si tratta di bevande non pesanti. Se soffrite di gastrite, il consiglio è di eliminare completamente l’alcol finché il quadro clinico non migliora.
  • Tabacco: fumare non è un vizio dannoso solo per i polmoni, è una cattiva abitudine che ricade anche sullo stomaco e altri organi interni. La gastrite verrà accentuata dal consumo di tabacco. Ne siamo certi: è arrivato il momento di smettere.

Se riuscirete a seguire queste 3 abitudini sane, che abbiamo appena descritto, la vostra gastrite migliorerà notevolmente. Sebbene alcune richiedano un grande sforzo di volontà, tenete presente che il traguardo finale è un miglioramento sostanziale a livello di qualità della vita.

Immaginate un attimo di non avere più dolori né fastidi: non vale forse la pena di fare qualche sacrificio per prevenire e trattare la gastrite? 

  • Angós, R. (2016). Gastritis. Medicine (Spain). https://doi.org/10.1016/j.med.2016.01.011
  • Valdivia, M. (2011). Gastrite e gastropatie. Journal of Gastroenterology of Peru. https://doi.org/10.1016/S0304-5412(00)70013-8
  • Carcamo Vargas, G. I., & Mena Bastías, C. P. (2006). ALIMENTACION SALUDABLE. (Spanish). Horizontes Educacionales.