Brufoli sui capezzoli: perché compaiono?

22 Febbraio 2018
I tubercoli di Morgagni sono piccole e innocue ghiandole sebacee. Tuttavia, se avete dei dubbi o credete di avere un problema, consultate tempestivamente il vostro medico.

Probabilmente avrete già notato quei piccoli brufoli sui capezzoli che possono anche cambiare lievemente le loro caratteristiche nel corso del tempo. Sono innocui? Perché compaiono? Vi anticipiamo che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Vediamo di capire qualcosa in più:

Durante lo sviluppo, la donna sperimenta una grande varietà di cambiamenti. Questi possono comparire o sparire con il passare del tempo, molte volte senza nemmeno notarlo. Tuttavia, la comparsa di brufoli sui capezzoli può essere un segnale da non sottovalutare.

Questi cambiamenti di solito sono più frequenti sul seno. Per questo motivo, è necessario prestare la massima attenzione a qualsiasi anomalia che possa presentarsi come:

Sebbene molti di questi non rappresentino un rischio per la salute, è sempre meglio informarsi e trattarli prima che si presenti un danno irreversibile.  

Per questo motivo, se vi è capitato di chiedervi perché compaiono i brufoli sui capezzoli, in questo articolo troverete la risposta. Non perdetevelo!

I tubercoli dei tubercoli di Morgagni o Montgomery sono ciascuno dei piccoli e soffici noduli situati sull’areola del seno. Sono costituiti da grandi ghiandole sebacee situate immediatamente sotto la superficie areolare »

Dizionario Mosby

Cosa sono esattamente i brufoli sui capezzoli?

I brufoli sui capezzoli sono meglio conosciuti come tubercoli di Morgagni o Montgomery, sono piccole ghiandole sebacee mammarie presenti sia nell’areola che nel capezzolo.

I tubercoli di Montgomery mantengono i capezzoli lubrificati e in buono stato, in quanto producono oli naturali il cui compito è quello di regolare il pH e proteggere i capezzoli da qualsiasi tipo di infezione. Per questa stessa ragione, possiedono funzioni antibatteriche.

Leggete: 10 verità sul seno che forse non conoscevate

È normale avere i brufoli sui capezzoli?

Sì, è assolutamente normale. Tutti le donne hanno tra i 4 e i 28 tubercoli di Montgomery attorno all’areola o al capezzolo, i quali variano di dimensione e spessore in base alla persona. Inoltre, possono anche verificarsi dei cambiamenti per i seguenti motivi:

In questi casi sono più evidenti alla vista e al tatto. Tuttavia, questi tubercoli o “brufoli” non sono sensibili e non causano dolore 

Allo stesso modo, quando questi processi si concludono, i tubercoli recuperano le loro normali dimensioni.

Quali accorgimenti adottare in caso di brufoli sui capezzoli?

Sebbene i tubercoli di Montgomery siano naturali, bisogna badare a non alternarne le funzioni e mantenere i capezzoli protetti il più possibile.  

1. Cambiare il reggiseno

È importate cambiare il reggiseno appena il seno inizia a crescere e i tubercoli, o brufoli, iniziano a comparire o a ingrandirsi. In questo modo eviteremo irritazioni e danni ai capezzoli.

  • Il seno, infatti, risente dell’oppressione del reggiseno, dunque vi invitiamo a cambiarlo appena iniziate a notarlo troppo stretto.

Le donne incinte, i cui capezzoli sono più sensibili, devono indossare reggiseni naturali, senza ferretti o bretelle che possano fare male.

Uso del reggiseno

 2. L’igiene è fondamentale

L’area del seno può essere esposta a sudorazione (a causa delle temperature) e all’attrito. È pertanto fondamentale pulirla con saponi dal pH neutro per evitare di alterare le ghiandole mammarie e i tubercoli di Montgomery. Ciò non solo manterrà l’area pulita e libera da batteri, ma aiuterà anche ad eliminare il sudore, le secrezioni e l’acne.

Inoltre, è raccomandabile l’uso di un’adeguata crema idratante, per mantenere la pelle in buono stato ed evitare così il fastidio dovuto alla secchezza e affini.

Leggete: Come evitare la sudorazione eccessiva

Infine, è importante ricordare che i tubercoli non rappresentano nessun pericolo, anzi apportano solo benefici. Naturalmente, in caso di dubbi, consultate sempre il vostro medico prima di prendere iniziative.

  • Diccionario Mosby – Medicina, Enfermería y Ciencias de la Salud, Ediciones Hancourt, S.A. 1999.