Budesonide: cos'è e quando si assume?

La Budesonide è un glucocorticoide impiegato per la preparazione di farmaci con un forte effetto antinfiammatorio. Spesso viene prescritto per il trattamento dell'asma, della rinite allergica e di diversi problemi cutanei. 
Budesonide: cos'è e quando si assume?

Ultimo aggiornamento: 15 febbraio, 2021

Solitamente la budesonide è impiegata nella preparazione di farmaci che si somministrano per inalazione o nebulizzazione. Tuttavia, può essere commercializzata sotto diverse forme a seconda della modalità di somministrazione, ciascuna indicata per specifiche patologie. Appartiene ai farmaci corticosteroidi.

In questo spazio ci concentreremo sui farmaci a base di budesonide somministrati per inalazione. Questi medicinali sono indicati per il trattamento con glucocorticoidi; è il caso di una infiammazione delle vie aeree in pazienti con asma bronchiale.

La budesonide, dunque, è indicata per il trattamento di mantenimento delle malattie infiammatorie delle vie respiratorie, come l’asma o la BPCO, di cui parleremo nelle righe che seguono. È indicato anche per il trattamento della laringite ipoglottica in cui è previsto il ricovero.

Tuttavia, va notato che questo farmaco non è indicato per gli attacchi acuti di asma, quando la crisi è già iniziata. Inoltre, deve essere assunto regolarmente, come prescritto dal medico.

Il brevetto per questo medicinale risale al 1973 e la sua commercializzazione è iniziata nel 1981 come farmaco per trattare l’asma. Si tratta, inoltre, di un principio attivo incluso nella lista dei farmaci essenziali stilata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Modalità di somministrazione della budesonide

Trattamento farmacologico con Budesonide per l'asma.

Molti preparati a base di budesonide per il trattamento dell’asma si somministrano per inalazione. Tuttavia, questo principio attivo può essere somministrato anche per altre vie, come anticipato. Queste includono:

  • Via orale: la sua forma farmaceutica è una pillola ed è usata soprattutto per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali, del morbo di Crohn, della colite ulcerosa e della colite microscopica.
  • Spray nasale: questa forma di somministrazione è indicata per il trattamento della rinite allergica e della poliposi nasale.
  • Supposte o altre forme rettali: in questo caso, la budesonide è indicata per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali, del morbo di Crohn, della colite ulcerosa e della colite microscopica.

Cos’è la BPCO?

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia che colpisce il flusso d’aria dei polmoni. Di solito è causata dall’esposizione a particelle tossiche per un lungo periodo di tempo. Tra queste particelle spiccano quelle che compongono il tabacco.

I pazienti che soffrono di questa malattia hanno maggiori probabilità di soffrire di altre condizioni, come alcune malattie cardiache, il cancro ai polmoni e altre patologie.

Donna che usa un inalatore per l'asma.

Per quanto riguarda i sintomi, questi di solito non appaiono fino a quando la malattia non è relativamente avanzata e ha già provocato danni significativi. Inoltre, tendono a peggiorare nel tempo, soprattutto se il paziente è un fumatore. Il sintomo per eccellenza è la tosse quotidiana e la produzione di muco. Altri sono:

  • Mancanza di energia.
  • Pressione nel petto.
  • Difficoltà di respirazione.
  • Infezioni delle vie respiratorie.
  • Respiro sibilante.

Meccanismo d’azione della Budesonide

Trattamento per la BPCO con Budesonide.

La budesonide è un glucocorticoide, gruppo di farmaci dal potente effetto antinfiammatorio e che intervengono in alcune malattie autoimmuni o in presenza di disturbi metabolici.

Grazie al suo meccanismo d’azione, si tratta di un potente antinfiammatorio locale in grado di inibire il rilascio di mediatori infiammatori e la risposta immunitaria mediata dalle citochine. Tuttavia, il meccanismo alla base dell’attività antinfiammatoria di questo farmaco sulla mucosa nasale è ancora sconosciuto.

I glucocorticoidi sono ormoni naturali che quando vengono somministrati in dosi farmacologiche prevengono o sopprimono l’infiammazione e le risposte immunitarie.

Questi effetti sono innescati in diverse cellule come i mastociti, gli eosinofili o i linfociti. Inoltre, intervengono nei mediatori coinvolti nell’infiammazione allergica e non allergica mediata da istamina, eicosanoidi, leucotrieni e citochine.

In sintesi

I medicinali che contengono budenoside sono spesso indicati per il trattamento di mantenimento delle malattie delle vie respiratorie come l’asma o la BPCO. In questi casi la somministrazione avviene attraverso inalazione.

Come avviene anche per altri corticosteroidi, l’interruzione del trattamento a lungo termine deve avvenire gradualmente. Se il trattamento viene interrotto all’improvviso, possono verificarsi gravi conseguenze per la salute.

Potrebbe interessarti ...
Urbason: indicazioni ed effetti indesiderati
Vivere più saniLeggilo in Vivere più sani
Urbason: indicazioni ed effetti indesiderati

Urbason è il nome commerciale del principio attivo metilprednisolone. Questa sostanza è un derivato sintetico del cortisone.



  • Cabriada Nuño, J. L., Hernández Martín, A., Bernal Martínez, A., & Zabalza Estévez, I. (2008). Budesonida oral en el tratamiento de la reservoritis crónica refractaria. Gastroenterologia y Hepatologia. https://doi.org/10.1157/13127089
  • Gomollon, F., Hinojosa, J., & Nos, P. (1999). Budesonida y enfermedad inflamatoria intestinal. Gastroenterologia y Hepatologia.
  • Gutiérrez-Castrellón, P., Espinosa-Rosales, F., Nicolás Reynes-Manzur, J., & López-Pérez, G. (2010). Eficacia y seguridad de la budesonida en el tratamiento de la rinitis alérgica en niños: Revisión sistemática con metaanálisis. Alergia, Asma e Inmunologías Pediátricas.