Calcoli renali: 8 sintomi

· 1 marzo 2018
Anche se alcuni dei sintomi dei calcoli renali possono confondersi con altri dolori, se se ne presentano due o più è fondamentale rivolgersi al medico il prima possibile.

I reni svolgono un ruolo molto importante nella disintossicazione dell’organismo e, anche se non ce ne rendiamo conto, lavorano giorno e notte per filtrare e rimuovere una parte importante dei residui che viaggiano attraverso il flusso sanguigno.

Per questa ragione, quando hanno difficoltà a lavorare in maniera ottimale, i sali minerali e altri composti chimici creano dei cristalli, conosciuti popolarmente come calcoli renali.

Si tratta di una condizione che può provocare ostruzioni nelle vie urinarie, interferendo nel passaggio dell’urina e causando forti dolori che danneggiano la qualità di vita.

Sebbene le loro dimensioni varino da paziente a paziente, è importante eliminarli per evitare infezioni e problemi che richiedono cure di ben altro tipo.

Per questa ragione, oggi vogliamo dedicare questo spazio a parlare di 8 sintomi che possono aiutare a facilitare la loro diagnosi affinché sia possibile ricevere un trattamento opportuno.

Scopriteli!

1. Minzione frequente e dolorosa

donna sul wc

I cambiamenti nelle abitudini della minzione devono sempre essere considerati come un segnale di allerta delle difficoltà del sistema urinario.

  • Sentire il desiderio continuo di urinare, accompagnato da una sensazione di dolore al basso ventre, può indicare la presenza di calcoli ai reni.
  • In generale la quantità di urina diminuisce, ma si sentono continui spasmi alla vescica.
  • Il dolore tende ad essere più intenso quando il calcolo si sposta dalla vescica fino all’uretra.

Leggete anche: 6 bevande per combattere il dolore ai reni

2. Mal di schiena

Sebbene sia abbastanza comune confondere questo sintomo con un problema muscolare, è importante considerare che può essere dovuto alla presenza di calcoli renali.

  • Il dolore acuto, in particolare su un lato della schiena, è frequente tra chi ha delle ostruzioni dovute alla presenza di questi cristalli.
  • Ciò può manifestarsi in maniera aggressiva, ma può anche viaggiare dalla parte inferiore dell’addome fino alla schiena.
  • Alcune volte si producono ondate di dolore pulsante e sensibilità.

3. Nausea e vomito

donna con nausea seduta vicino al wc

Sappiamo che la nausea e il vomito tendono ad essere comuni quando si soffre di problemi relazionati alla digestione.

Tuttavia, quando sono frequenti e sono associati ai sintomi precedentemente menzionati, la cosa migliore da fare è quella di rivolgersi ad un medico il prima possibile.

  • Questi sintomi di solito si verificano quando i calcoli renali aumentano di dimensione, generando dei blocchi nelle vie urinarie.
  • Compaiono a causa delle difficoltà dei reni ad eliminare i residui dell’organismo.

4. Sangue nell’urina

Attenzione! Questo sintomo deve essere valutato da un medico il prima possibile.

  • Il sangue nelle urine mette in allerta circa le difficoltà nel funzionamento dei reni o riguardo alla possibile presenza di infezioni gravi.
  • Nel caso dei calcoli, viene descritta come urina di color rosa, rossa o marrone.
  • È più frequente quando i calcoli cominciano a bloccare l’uretra.

5. Urina dal colore forte

dottoressa analizza colore di un campione di urina

Un cattivo funzionamento dei reni, dovuto ai calcoli o all’insufficienza, causa un odore forte nell’urina che può essere percepito quando questa viene espulsa.

  • Il cattivo odore è causato dalle tossine che vengono ritenute nel sistema, le quali non vengono eliminate in maniera ottimale a causa del blocco.
  • Questa sostanza facilita anche la crescita dei batteri che originano infezioni.

6. Incapacità di sedersi

I pazienti che non mantengono sotto controllo i propri calcoli renali possono sentire una scomoda sensazione di pressione quando si seggono.

  • La crescita di questi cristalli blocca i condotti urinari e, di solito, causa tensione e dolore nella zona addominale e lombare.
  • Il sintomo diminuisce quando si rimane in piedi, ma deve essere immediatamente curato perché indica che la condizione diventa sempre più grave.

Visitate questo articolo: Cause e rimedi del dolore lombare cronico

7. Febbre e brividi

donna sul divano con termometro in mano

Quando i calcoli non vengono curati in maniera opportuna, poco a poco riducono l’attività dei reni e ci sono molte più possibilità di contrarre infezioni nel tratto urinario.

  • La comparsa di febbre e brividi, anche se in forma sporadica, indica che questo problema sta facilitando l’attacco di germi nel sistema.
  • L’aumento della temperatura comincia in forma lieve, al punto che può essere ignorato, ma, man mano che il problema diventa più grave, inizia a diventare evidente.

8. Infiammazione

L’accumulo di sali minerali e tossine nei reni produce una reazione infiammatoria nel sistema, anche quando i calcoli sono ancora piccoli.

  • È abbastanza comune che le persone colpite da tale condizione notino una lieve infiammazione su entrambi i lati del corpo, proprio nella zona in cui si ubicano i reni. 
  • Se il problema diventa più grave, questo gonfiore si estende all’addome e all’inguine.

Vi preoccupa soffrire di questo problema ai reni? Se identificate vari dei sintomi menzionati, consultate il vostro medico di fiducia per ricevere una diagnosi adeguata.

Guarda anche