Calmare l’orticaria con 3 rimedi naturali

· 7 Marzo 2019
L'orticaria è uno dei disturbi più diffusi e comuni. Si presenta quando veniamo in contatto con un allergene o con l'esposizione al caldo o al freddo. È importante conoscere i giusti rimedi per calmare il fastidio.

L’orticaria è un problema dermatologico frequente, caratterizzato dalla comparsa di macchie rossastre, ampie e pruriginose. In questo articolo condividiamo alcuni rimedi naturali per calmare l’orticaria.

Il trattamento farmacologico dell’orticaria consiste di solito nell’applicazione di pomate a base di corticosteroidi o antistaminici.

Tuttavia, l’uso di questi medicinali è limitato nel tempo, per cui è possibile prendere in considerazione i rimedi naturali, nello specifico sfruttare le proprietà lenitive di alcune piante.

A seguire vediamo le cause di questo disturbo e come calmare l’orticaria con 3 rimedi naturali. Prendete nota!

Cos’è l’orticaria?

Prurito collo
Il prurito è il sintomo principale dell’orticaria, ed è anche il motivo primario del disagio in chi ne soffre.

L’orticaria è una condizione dermatologica caratterizzata da lesioni cutanee dovute al contatto con allergeni che, a seconda della gravità, può durare fino a 6 settimane o più.

L’orticaria costituisce un gruppo eterogeneo di malattie che presentano delle lesioni localizzate o diffuse, denominate pomfi. Il pomfo, solitamente, si compone di un’area centrale edematosa, dalle dimensioni variabili, quasi sempre circondata da una zona periferica rossastra, ed è caratterizzato dalla sua rapida comparsa.

Quali sono le cause

  • La prima è una reazione allergica a un alimento, una medicina come la penicillina o ai composti come il nitrito di sodio, presente nelle salsicce e nelle carni lavorate.
  • La seconda è dovuta a freddo, calore, sudorazione, sfregamento o contatto con la pelle e attività fisica. Sebbene possa anche essere dovuta a infezioni virali
  • In molti casi, l’orticaria compare senza causa apparenti. Lo stress o le cattive abitudini possono esserne i fattori scatenanti.

Trattamento dell’orticaria

Esiste una grande varietà di farmaci convenzionali per la cura di questo di disturbo; da pomate e gel a compresse con componenti specifici, come corticosteroidi o antistaminici.

Tuttavia, a volte, il corpo alza delle difese che ci rendono immuni ai componenti di questi farmaci riducendone l’effetto.

I rimedi naturali possono dunque essere considerati una valida alternativa, anche se la loro efficacia richiede più tempo.

Se l’orticaria non si placa, dovrete consultare un medico e ricorrere a questi rimedi solo come complemento alla terapia.

Leggete anche: Prove di sensibilità: quali si utilizzano?

Calmare l’orticaria con 3 rimedi naturali

1. Consumo di vitamina C

Integrazione con vitamina C
La vitamina C aiuta a regolare il flusso di istamina, aiutando così a calmare l’orticaria.

La maggior parte dei medici raccomanda il consumo di vitamina C per contenere e curare i pomfi che accompagnano i disturbi come l’orticaria, per via degli alti livelli di istamina presenti in questo composto.

L’arancia è uno dei frutti con il maggiore contenuto di questa vitamina. Preparatevi un succo concentrato e bevetelo al mattino e al pomeriggio. Dovrete solo tagliare le arance (ve ne serviranno 2 grandi) a metà, togliere i semi e spremere tutto il succo.

Oltre agli agrumi, anche altri frutti sono in grado di fornire elevate quantità di vitamina C, come fragole, guava, papaia o il kiwi.

Può interessarvi anche: Vitamina C: 8 sintomi che ne indicano la carenza

2. Bagno di tè al basilico

Tra le erbe per calmare l’orticaria troviamo il basilico. Si tratta di una delle spezie più usate in cucina. Tuttavia, la medicina orientale, non tradizionale, sostiene che il bagno con il tè al basilico è un eccellente antidoto per l’orticaria.

Perché? Perché accelera la scomparsa dei pomfi e dona una sensazione di freschezza alla pelle. Per preparare questo rimedio, avrete bisogno di:

  • 4 cucchiai colmi di foglie di basilico
  • 1 cucchiaio di basilico in polvere
  • 1 bottiglia d’acqua (preferibilmente 1 litro)

Preparazione

  1. Versate in un recipiente con coperchio, il cucchiaio di basilico in polvere.
  2. Chiudete e agitate per bene fino a far sciogliere il contenuto.
  3. Versate l’acqua in una pentola, mettetela sul fornello a fuoco medio e quando inizia a bollire aggiungete le foglie di basilico.
  4. Mescolate per bene in modo che le foglie rilascino i componenti. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
  5. Aggiungete il tutto alla vasca già piena e fate un bel bagno con il tè al basilico. Ponete particolare attenzione alle zone colpite.

3. Aceto di mele

Aceto di mele
Gli effetti antistaminici dell’aceto di mele sono utili per calmare il prurito dell’orticaria.

L’aceto di mele è tra gli ingredienti che usiamo normalmente per condire le nostre insalate. Ma sapevate che contiene anche proprietà antistaminiche che riducono il rossore, il prurito e il bruciore della pelle?

Per calmare l’orticaria, dovete applicarlo come impacco usando un panno pulito da inumidire con l’aceto. Appoggiate il panno sull’area interessata e lasciate agire per almeno 15 minuti. Se la zona è molto estesa e irritata, è consigliabile applicare l’aceto direttamente sulla pelle.

Provate o condividete con i vostri cari questi consigli per calmare l’orticaria.

  • Maurer, M. (2014). Urticaria and angioedema. Chemical Immunology and Allergy. https://doi.org/10.1159/000358614
  • O’donnell, B.F., et al. “The impact of chronic urticaria on the quality of life. “British journal of Dermatology 136.2 (1997): 197-201
  • Wedi, B., Wieczorek, D., Raap, U., & Kapp, A. (2014). Urticaria. JDDG - Journal of the German Society of Dermatology. https://doi.org/10.1111/ddg.12441_suppl