Carne rossa: regolate il consumo

· 8 Aprile 2014
In uno studio realizzato dall'università di Harvard si scoprì che, riducendo della metà il consumo di carne rossa, si può prevenire l'apparizione di numerose malattie.

Oggi vi parleremo di un recente studio sugli effetti della carne rossa sul corpo. È credenza diffusa che mangiare un po’ di tutto allunghi la speranza di vita e che il nostro corpo abbia solo bisogno di nutrirsi, ma questa teoria è piuttosto sbagliata se non si fa un’attenta scelta dei cibi da ingerire.

Il nostro corpo ha bisogno di assumere vitamine e proteine in modo equilibrato; scegliere gli alimenti alla leggera, prepararli e mangiarli è solo una via d’uscita facile per soddisfare una necessità biologica del nostro corpo: la fame.

È invece necessario seguire ogni giorno una dieta bilanciata includendo ciò di cui il nostro corpo ha bisogno, in modo tale che gli alimenti che mangiamo giornalmente non lo danneggino ma, al contrario, apportino semplicemente ciò che richiede.

Un recente studio ha confermato non solo che la carne trattata è nociva per la salute, ma anche che la carne rossa ha le sue controindicazioni.

Gli effetti della carne rossa

Per gli amanti della carne rossa in generale è necessaria una riduzione di quest’alimento nella propria dieta; non si dovrebbero mangiare più di 70 g di carne rossa al giorno poiché sembrerebbe accorciare la speranza di vita.

Leggete anche: Diagnosi di tumore: come affrontarla

Vari tipi di carne rossa

Essendo trattate per essere mangiate, contengono grassi saturi, sale e un eccesso di calorie che contaminano il corpo, se mangiate in quantità eccessive; aumentando di un 13% la probabilità di morte di una persona.

La CNN ha sottolineato come gli agenti cancerogeni siano le principali cause di malattie letali quali il cancro, il diabete e altre malattie cardiovascolari legate all’eccesso di grassi e di zuccheri semplici.

Leggete anche: Il consumo di frutta e verdura previene il cancro?

Ha, inoltre, dichiarato che in più di vent’anni le abitudini alimentari di più di 110.000 persone non hanno migliorato la loro aspettativa di vita.

Per risolvere questo problema bisogna ridurre il consumo di carne rossa e mangiare più frutta e verdura.

Tuttavia, se si vuole veramente migliorare il proprio stile di vita e le proprie abitudini alimentari, la cosa migliore da fare sarebbe evitare completamente di mangiare la carne rossa, anche se non trattata, e optare per fonti più sane di proteine di origine animale, come il pollo.

Inoltre, aumentare il consumo di frutta secca, come le mandorle, le noci o le arachidi, può migliorare il transito intestinale lento, piuttosto comune quando si mangia troppa carne.