Caviglie gonfie: sintomo di 5 problemi di salute

· 28 agosto 2017
Ci sono diversi rimedi per ridurre il gonfiore alle caviglie, ma se l'infiammazione non diminuisce, bisogna consultare subito il medico

Avete sempre le caviglie gonfie e non sapete qual è la causa? Continuate a leggere l’articolo perché il gonfiore alle caviglie è un sintomo comune a diversi problemi di salute.

Ci sono diversi rimedi e trucchi per alleviare questa condizione, come ad esempio tenere la gambe sollevate, immergere i piedi in acqua tiepida e sale oppure bere tisane antinfiammatorie come l’infuso di dente di leone.

Tuttavia, se il problema persiste, conviene consultare uno specialista affinché ne stabilisca la causa.

In questo modo, sarà possibile affrontare il problema alla radice, oltre a verificare se il corpo sta inviando dei segnali per avvisarci di un problema più serio.

1. Vasi sanguigni deboli

La causa più frequente delle caviglie gonfie è una cattiva circolazione. Negli anziani, in particolare, i vasi sanguigni sono debilitati oppure potrebbe esserci un problema più grave.

Nel caso in cui questa condizione riguardi persone giovani, potrebbe essere legata a un problema congenito oppure ad altri fattori come:

  • Postura scorretta da seduti
  • Passare troppe ore in piedi
  • Dormire in una posizione sbagliata

In questi casi, è sufficiente modificare le proprie abitudini per risolvere il problema.

Ad ogni modo, conviene sempre consultare il medico per escludere un problema precoce di insufficienza venosa.

Le malattie vascolari che interessano gli arti inferiori vengono classificate in arteriose e venose:

  • Le malattie arteriose possono dipendere da un problema locale nelle arterie, come, ad esempio, un aneurisma, oppure essere la conseguenze di disturbi quali l’arteriosclerosi.
  • Le malattie venose comprendono le vene varicose e la trombosi venosa.

Vi invitiamo a leggere anche: Combattere le vene varicose con aloe vera, carota e aceto di mele

2. Coaguli di sangue

Se il gonfiore interessa una sola gamba o caviglia, può essere sintomo della presenza di un coagulo di sangue che sta ostruendo le vene.

Il gonfiore è accompagnato da:

  • Dolore
  • Febbre leggera
  • Cambiamenti nel colorito della pelle, come pallore o rossore.

In qualunque caso, la cosa migliore da fare è consultare subito il medico per ricevere una diagnosi corretta.

3. Realizzare attività fisica in maniera erronea

Se realizzate attività fisica per conto vostro, forse state sbagliando qualcosa. Prestate attenzione ad un eventuale gonfiore alle caviglie.

Non bisogna confondere il gonfiore con un’infiammazione di natura muscolare.

  • L’infiammazione muscolare di solito è accompagnata da dolore e la si avverte in profondità, non superficialmente.
  • Di solito interessa una sola gamba o piede,se dovesse presentarsi in entrambi gli arti inferiori, allora è probabile che stiate facendo sport in maniera erronea o con calzature inadatte.

4. Non riposare bene

Il gonfiore alle caviglie può presentarsi come conseguenza della ritenzione idrica.

In questo caso, il gonfiore è sintomo di un cattivo riposo o di un’alimentazione scorretta e carente di nutrienti.

  • Per alleviare il problema, diminuite il consumo di sodio, zuccheri e farine.
  • Riposate 15 minuti al giorno con le gambe sollevate e cercate di dormire almeno 6, 8 ore a notte.

Vi invitiamo a leggere anche: Cene per dormire e riposare meglio

5. Reazioni a farmaci

Se state assumendo dei farmaci, è possibile che abbiano scatenato alcuni effetti collaterali. Tra questi, il gonfiore alle caviglie è un sintomo molto comune.

La cosa migliore è consultare il medico: in alcuni casi bisognerà tollerare questo effetto avverso, in altri, sarà necessario regolare la dose del farmaco o sostituirlo con uno diverso.

Rimedi naturali per alleviare il gonfiore alle caviglie

Per fortuna, è possibile alleviare il gonfiore alle caviglie e il fastidio che ne deriva con prodotti naturali.

Potete utilizzare l’olio essenziale di camomilla oppure preparare un infuso con cui massaggiare la zona in questione.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di fiori di camomilla (20 g)
  • 2 tazze di acqua (500 ml)

Preparazione

  • Riscaldate l’acqua e, non appena inizia a bollire, aggiungete i fiori di camomilla.
  • Lasciate cuocere per 10 minuti.
  • Togliete la casseruola dal fuoco e lasciate raffreddare l’infuso.
  • Filtratelo e versatelo a poco a poco sulle gambe.
  • Massaggiate in senso circolare le gambe per qualche minuto, dai piedi alle ginocchia.

Non dimenticate che, se il gonfiore alle caviglie dovesse persistere, potrebbe trattarsi di un problema di salute molto più serio. La cosa migliore, dunque, sarà consultare il medico.

Guarda anche