Effetti del sale sulla salute dei reni e come eliminarlo dall’organismo

Per eliminare il sale in eccesso dal nostro corpo, è fondamentale idratare bene l’organismo. Cercate di bere 6-8 bicchieri d’acqua tutti i giorni

Il sale è un condimento che usiamo per qualsiasi piatto e del quale non riusciamo a fare a meno. È possibile ridurre la quantità di sale o abbandonarlo del tutto? Le ricette sono molto più saporite e gustose se condite con un po’ di sale, ma a lungo termine esso può avere conseguenze molto gravi e vale quindi la pena sforzarsi ed evitare di usarlo.

Gli organi che vengono danneggiati di più dal sale sono i reni. Bisogna ricordare che sono proprio essi ad occuparsi di filtrare e depurare quasi 5 litri di sangue e di eliminare le tossine e i residui che, se accumulati, scatenano molte malattie e, in casi estremi, causano la morte.

Ecco spiegati gli effetti di un consumo ininterrotto di sale.

Effetti del sale sulla salute dei reni

Reni

Iniziamo con un buon consiglio: da oggi, mettete via la saliera e scegliete un condimento più sano per insaporire i vostri piatti. Alcuni esempi sono

  • Aglio in padella o in polvere.
  • Cipolla in polvere.
  • Salsa di soia.
  • Succo di limone.
  • Peperoncino fresco.
  • Origano.
  • Prezzemolo.
  • Zenzero.
  • Cumino.
  • Basilico.
  • Curcuma.
cucuma
La curcuma è un’ottima alternativa al sale in moltissime ricette.

Ogni spezia e ogni ingrediente di questa lista si abbinano bene a piatti diversi, ma vi assicuriamo che otterrete sempre ricette deliziose e il cambiamento ne varrà la pena. Vi consigliamo non solo di ridurre la quantità di sale, ma di eliminarlo del tutto. Dovete ricordare che molte delle cose che mangiate ogni giorno contengono già sale, nella quantità giusta per permettere ai reni di filtrarlo ed eliminarlo, che equivale a 3-5 grammi giornalieri.

Vediamo allora quali sono le conseguenze di un uso eccessivo di sale per i reni.

1. Il sale acidifica l’organismo

È fondamentale sapere che quando consumiamo più di 5 grammi di sale al giorno, questo ingrediente si accumula nei tessuti, negli organi e nel sangue, il che inizia ad “acidificare” l’organismo. Abbiamo parlato spesso della necessità di mantenere un organismo “alcalino, cioè mai acido. Le conseguenze, infatti, sarebbero molto serie:

  • Più malattie.
  • Rischio di soffrire di vari tipi di cancro.
  • Problemi cardiaci e renali.
  • Ritenzione idrica.
  • Stanchezza cronica.
  • Sensazione di freddo e stanchezza.
  • Difficoltà di concentrazione.
  • Irritabilità.
  • Unghie fragili.
  • Dolori articolari.
  • Infezioni.
  • Allergie.

2. Il sale ci impedisce di depurare il sangue

Gli effetti del sale sull’organismo iniziano a essere palesi a partire dai 40 anni, età in cui molti soffrono già d’ipertensione, colesterolo elevato, un indice di massa grassa più alto, cambiamenti nel metabolismo… Tutto ciò può essere causato da un problema ai reni dovuto al consumo eccessivo di sale e, quindi, anche di un consumo insufficiente d’acqua.

  • Il 60% del nostro corpo è composto d’acqua. Nel momento in cui c’è un eccesso di sale nell’organismo, inizia ad accumularsi nei tessuti e negli organi, impedendo ai reni di filtrare il sangue correttamente.
  • In questi casi, si soffre di ritenzione di liquidi e di tossine, il che infiamma l’organismo. Gli effetti più evidenti di un problema ai reni e del fatto che il sangue non viene depurato come dovrebbe sono:
    • Piedi gonfi.
    • Stanchezza cronica.
    • Sensazione di freddo.
    • Addome teso e gonfio.

3. L’eccesso di sale fa invecchiare i reni

Più sale si accumula nell’organismo, più devono lavorare i reni per eliminarlo. Tutto ciò, insieme a un consumo insufficiente d’acqua, sovraccarica questi organi e li fa invecchiare in modo precoce. È un rischio molto serio da non prendere alla leggera.

4. Effetti indiretti del sale che è necessario conoscere

  • Vene e arterie danneggiate: arteriosclerosi.
  • Reumatismi e artrite.
  • Coliche renali.
  • Caduta dei capelli.
  • Problemi cutanei.
  • Problemi intestinali.
  • Stitichezza.
  • Sovrappeso e ritenzione idrica.

Come eliminare l’eccesso di sale dall’organismo

Bere acqua

Una delle strategie migliori per eliminare il sale in eccesso dal corpo consiste nell’aumentare il consumo d’acqua. In generale, bisognerebbe bere tra i 4 e gli 8 bicchieri d’acqua al giorno e, anche se a volte non è facile, vi consigliamo di fare uno sforzo e di portare sempre con voi una bottiglia d’acqua da un litro e mezzo, da bere poco a poco durante la giornata. Inoltre, non dimenticate di fare un’ora di attività fisica tutti i giorni.

In più, potete usare questo rimedio super efficace per eliminare il sale in eccesso dall’organismo.

Rimedio al prezzemolo

Prezzemolo

Ingredienti

  • 50 gr di prezzemolo fresco.
  • Un litro d’acqua.
  • Il succo di un limone.

Procedimento

Per prima cosa, mettete a bollire l’acqua e poi aggiungete il prezzemolo. Lasciate cuocere per 30 minuti e poi lasciate riposare per un’altra mezz’ora. A questo punto, aggiungete il succo di limone e filtrate il liquido per eliminare il prezzemolo. Conservate il liquido in una bottiglia e bevetelo durante la giornata. Dovrete bere il primo bicchiere la mattina a stomaco vuoto e il resto 20 minuti dopo i pasti.

Usate questo rimedio per 3 giorni consecutivi tutti i mesi. Vedrete che vi farà sentire molto meglio!

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche