Cefalea orgasmica: cosa sapere?

17 Febbraio 2021
La cefalea orgasmica è più frequente tra gli uomini. Quattro persone su cinque sono uomini. Nella maggior parte dei casi si tratta un mal di testa innocuo.

La cefalea orgasmica, o cefalea primaria associata all’attività sessuale, è un problema alquanto diffuso. Secondo le stime, colpisce l’80% degli uomini. Si ritiene, di fatto, che sia capitato a quasi ogni uomo in un dato momento della propria vita.

I dati disponibili indicano che il 75% dei casi sono ascrivibili alla cefalea orgasmica, mentre il restante 25% a quella pre-orgasmica (che si manifesta prima del coito). L’intensità e la gravità variano da individuo a individuo.

Quali sono le cause della cefalea orgasmica?

In linea di massima, la cefalea orgasmica è legata all’aumento dell’eccitazione sessuale, in quanto quest’ultima provoca la contrazione dei muscoli del collo e della testa. Un’altra possibile causa risiede nell’aumento della pressione sanguigna.

D’altro canto, uno studio condotto dalla Wake Forest University School of Medicine ha stabilito che le persone che soffrono di emicrania, tendono a sperimentare un desiderio sessuale più intenso di quelle che soffrono di altri tipi di mal di testa. Secondo tale ricerca, sia l’emicrania sia il desiderio sessuale sono conseguenza dei bassi livelli di serotonina.

Altre ricerche, come quella condotta dall’Hospital Clínico Universitario de Valladolid (Spagna), sostengono che la cefalea orgasmica potrebbe essere legata all’attività dell’ipotalamo. Il sesso aumenta l’attività ipotalamica e ciò provocherebbe il mal di testa. Tuttavia, i ricercatori indicano che bisogna attendere ulteriori dati al riguardo.

Donna con mal di testa.
Le persone che soffrono di emicrania sembrerebbero sperimentare un desiderio sessuale più intenso rispetto al resto della popolazione, dato che potrebbe aiutare a spiegare la natura di questo disturbo.

Leggete anche: Tipi di mal di testa e rispettivi trattamenti

Quali sono le caratteristiche della cefalea orgasmica?

In genere questo disturbo si manifesta in modo repentino, nelle fasi iniziali o centrali del rapporto sessuale. È un dolore di tipo pungente e in molti lo descrivono come un fulmine alla testa. È una delle forme più gravi di cefalea.

In altri casi, il fastidio è percepito come un dolore sordo alla testa e al collo; che aumenta con l’accrescere dell’eccitazione sessuale.

La durata è imprevedibile. Può andare da un minuto a tre ore, finanche a diversi giorni. In alcuni casi tende a diminuire gradualmente fino a scomparire, mentre in altri sparisce così com’è comparso.

Questo tipo di cefalea può manifestarsi in uno solo o più episodi nel corso di alcuni mesi. Si stima che il 50% delle persone colpite ne soffra per 6 mesi, mentre il 40% fino a un anno intero. Tende a colpire gli uomini di età compresa tra i 25 e i 35 anni.

In quali casi è opportuno consultare il medico?

La cefalea orgasmica è considerata innocua e in generale non desta preoccupazioni. Tuttavia, nei casi in cui sia presente un’altra patologia e il dolore si manifesti in modo improvviso e intenso, è bene consultare un medico. Altri sintomi per i quali è consigliabile richiedere il parere del professionista sono i seguenti:

  • Vomito.
  • Rigidità del collo.
  • Diminuzione o perdita di sensibilità.
  • Paralisi totale o parziale.
  • Dolore molto intenso, che dura più di un giorno.
  • Perdita di conoscenza.
  • Convulsioni.

La visita medica è generalmente costituita da un colloquio e un esame fisico. Potrebbero essere richiesti anche esami quali: risonanza magnetica, tomografia computerizzata, angiogramma, angiografia o rachicentesi. Con lo scopo di confermare o escludere problemi più gravi come gli aneurismi.

Donna con mal di testa.
Alcune forme di cefalea si manifestano prima dell’orgasmo e prima dell’inizio del rapporto sessuale in sé.

Può interessarvi anche: Mal di testa: quando dobbiamo preoccuparci?

Un disturbo quasi sempre innocuo

In linea di massima, la cefalea orgasmica non è associata a nessuna patologia. Per il trattamento sarà sufficiente assumere un comune analgesico. In alcuni casi, il medico potrà prescrivere farmaci più specifici. Occorre segnalare che molti medicinali impiegati per trattare l’emicrania e altri tipi di cefalee possono interferire con l’attività sessuale.

Come accennato, gran parte delle persone sperimenta questo disturbo solo una volta nella vita. Mentre un altro importante campione manifesta diversi episodi nell’arco di pochi mesi.

Infine, esistono casi nei quali il mal di testa si produce con una certa continuità ed è causato dalla pressione emotiva legata alla prestazione sessuale.

  • Wake Forest University Baptist Medical Center. (2006, June 9). Migraine Headaches And Sexual Desire May Be Linked. ScienceDaily. Retrieved December 18, 2020 from www.sciencedaily.com/releases/2006/06/060609121759.htm
  • Santos Lasaosa, et. al., S. (2020). Manual de práctica clínica en cefaleas. Sociedad Española de Neurología. https://www.sen.es/pdf/2020/ManualCefaleas2020.pdf.
  • Velasco, F. “Cefalea en racimos y otras cefaleas primarias recurrentes.” Gaceta Médica de Bilbao 99.1 (2002): 17-22.
  • GONZÁLEZ, D. H. S. 4 CAFALEA ASOCIADA A LA ACTIVIDAD SEXUAL. NeuroeJe, 11(1).
  • Ontañón Gómez, Jesús. “Cefalea relacionada con la actividad sexual en una Unidad de Cefaleas.” (2016).