Che cosa fare in caso di soffocamento: la Manovra di Heimlich

11 marzo 2014
Realizzate la manovra di Heimlich solo in caso di ostruzione totale, quando la persona non può tossire, parlare o respirare.

Può darsi che vi sia già capitato qualche volta oppure che non vi siate mai ritrovati in questa situazione, ma in ogni caso non fa mai male conoscere una tecnica che può salvare delle vite. I soffocamenti sono infatti più comuni di quanto si pensa: resti di cibo o un oggetto qualsiasi possono otturare le nostre vie aeree e asfissiarci poco a poco. È una sensazione terribile sia da vivere in prima persona che a cui assistere, soprattutto nel caso di un bambino piccolo. Per questo motivo vi offriamo queste semplici indicazioni di base, con cui potreste salvare delle vite.

1. Identificare il tipo di soffocamento

  • Ostruzione parziale: Se vedete che la persona emette dei suoni o sta tossendo, si tratta di un indizio positivo. Significa che le sue vie aeree non sono del tutto ostruite. Tossire è un meccanismo di difesa per espellere resti di cibo od oggetti, per questo dobbiamo incitare la persona a continuare a farlo e, nel caso in cui riusciamo a vedere che cosa sta ostruendo la sua respirazione, possiamo cercare di estrarlo con pollice ed indice.
  • Anche se la situazione è iniziata con un soffocamento parziale, dobbiamo sempre stare attenti a non farla diventare un’ostruzione totale. Nel caso di bambini al di sotto di un anno di età, ricordate che il semplice fatto di vederli piangere e tossire è sempre un buon indizio.
  • Ostruzione totale: la persona non emette nessun suono, ma è cosciente. Non riesce nemmeno a tossire perché l’oggetto che la soffoca ostruisce completamente le sue vie aeree. È in questo caso che dovete eseguire la manovra di Heimlich.

2. Manovra di Heimlich negli adulti o bambini maggiori di un anno

Manovra Heimlich

Ricordate, iniziate la manovra di Heimlich soltanto nel caso in cui l’adulto o il bambino (di età superiore ad un anno) non possa tossire, parlare, urlare e, pertanto, respirare. Se non agite immediatamente finiranno per perdere i sensi e per questo è importante soccorrerli in modo veloce mantenendo sempre la calma, sicuri di noi stessi. Si tratta di una manovra molto semplice:

  • Posizionatevi dietro la persona restando leggermente su un lato (se siete destri, leggermente alla sua sinistra; se siete mancini, alla sua destra).
  • Adesso tenete saldo il petto della persona con una mano e inclinate il suo busto leggermente in avanti, in modo che l’oggetto che ha nella gola scivoli verso la bocca; è importante che si muova sempre verso l’esterno e mai verso l’interno.
  • Ora date cinque colpi secchi tra le scapole della persona che sta soffocando, utilizzando la zona della mano tra il palmo e il polso: i colpi devono essere decisi e contundenti.
  • Dopo ogni colpo osservate se l’oggetto è finalmente fuoriuscito.
  • Se la gola è ancora bloccata e la persona non respira, esercitate cinque compressioni sull’addome: chiudete il pugno e posizionatelo sull’ombelico, all’altezza della bocca dello stomaco. Posizionate l’altra mano sopra quella chiusa a pugno e tirate all’indietro con entrambe le mani, realizzando un movimento secco e brusco. Ripetetelo finché l’oggetto non uscirà dalla bocca. Attenzione: questa manovra non potrà essere eseguita a donne incinte, bambini al di sotto dell’anno di età o persone molto obese.
  • Se le vie respiratorie della persona continuano ad essere chiuse dopo tre cicli di compressione e tre di colpi tra le scapole, chiedete a qualcuno di chiamare un’ambulanza. Non lasciate mai la persona da sola, ma continuate a provare la manovra di Heimlich.

Soffocamento in neonati sotto l’anno di età

  • Se il neonato non piange né tossisce, posizionatelo velocemente a pancia in giù lungo il vostro avambraccio o la vostra coscia, con la testa bassa e appoggiata.
  • Date cinque colpi secchi sulla schiena del neonato con la zona della mano tra il palmo e il polso. Osservate poi l’interno della bocca ed eliminate qualsiasi cosa che la stia ostruendo. Non introducete mai le dita nella bocca del neonato, a meno che non possiate vedere e raggiungere l’oggetto che la ostruisce, perché potreste spingerlo verso l’interno e peggiorare il soffocamento.
  • Se le vie aeree continuano ad essere bloccate, applicate fino a cinque compressioni sul petto, girando in bambino sulla schiena e premendo sul petto. Dopo ogni compressione controllate se il soffocamento è risolto.

Come potete vedere la tecnica è molto semplice, basta mantenere sempre la calma ed essere sicuri di voi stessi. La manovra di Heimlich è sempre efficace, per questo vale la pena conoscerla per poter salvare la vita a qualcuno.

Guarda anche