Tosse notturna nei bambini: 7 rimedi

· 12 Dicembre 2018
Sapevate che dei semplici accorgimenti, come impilare dei cuscini per dormire in posizione semi-seduta o utilizzare la cipolla, possono calmare la tosse notturna nei bambini?

La tosse notturna nei bambini è un evento molto comune. Il bambino conduce la sua giornata tranquilla senza tossire, ma quando arriva la notte è infastidito da una tosse persistente che non lo lascia dormire, a volte causandogli addirittura il vomito.

La tosse è un riflesso fisiologico, vale a dire una risposta involontaria dell’organismo, che per mezzo di una violenta espirazione cerca di espellere il muco, la polvere o altre particelle che si trovano nelle vie aeree.

Un bambino in età scolare, sano e senza alcuna storia di infezioni respiratorie, può tossire fino a 34 volte al giorno! La tosse è infatti uno dei disturbi più trattati nella pratica pediatrica e generalmente non ha bisogno di cure mediche.

In questo articolo vogliamo condividere 7 tra i migliori rimedi per calmare la tosse notturna nei bambini.

Perché si tossisce?

I recettori della tosse si trovano lungo le vie respiratorie, dalla laringe ai bronchi. Sono stimolati dalla presenza dei seguenti fattori:

  • Infezioni respiratorie delle alte vie, come rinite, rinofaringite, laringite e raffreddore.
  • Iperreattività bronchiale.
  • Asma e allergie.
  • Reflusso gastroesofageo.

Durante il giorno, i bambini tossiscono occasionalmente, ma una volta a letto non riescono a fermarsi. Di giorno, difatti, sono in piedi e in movimento, quindi anche il muco si muove ed è per questo che tossiscono meno. La posizione orizzontale assunta quando si è a letto, però, impedisce al muco di muoversi allo stesso modo occludendo così le vie respiratorie. La congestione e la postura contribuiscono a seccare muco e vie respiratorie, per cui il bambino non riesce a smettere di tossire.

Leggete anche: Che cosa fare in caso di soffocamento: la Manovra di Heimlich

Come trattare la tosse notturna nei bambini?

La tosse notturna nei bambini può essere molto dolorosa quando si protrae nel tempo, e può anche indicare un disturbo più grave. Ha un impatto negativo sul sonno, sull’attività quotidiana e influenza la qualità della vita del bambino e dei suoi genitori. Ma, in genere, può essere trattata con rimedi casalinghi seguendo i seguenti consigli.

Evitate che l’ambiente sia troppo secco: è necessario mantenere una sufficiente umidità nella stanza del bambino. Gli umidificatori elettrici sono molto utili in questo caso, ma devono essere puliti e ben curati. Se usiamo il riscaldamento, dobbiamo assicurarci che non sia troppo alto e posizionare un umidificatore pieno d’acqua sul radiatore.

Fluidificare il muco

Eliminare il muco

Per mantenere fluido il muco e favorirne l’espulsione, il bambino deve essere ben idratato. Riuscirci è semplice, basta solo fargli bere dell’acqua. Potete anche dargli acqua di cocco o una gustosa combinazione di succhi di frutta.

Dormire semi-seduti

Dato che la posizione orizzontale durante il sonno risveglia la tosse notturna nei bambini, potete provare a fargli assumere una posizione diversa. Sollevate, se possibile, la testiera del letto oppure impilate alcuni cuscini in modo che possa stare semi-seduto.

Migliorare la respirazione nasale

Se il muco è denso, si possono effettuare dei lavaggi con una soluzione salina. Non è piacevole per i bambini, ma è molto efficace. Esistono dei prodotti in formulazione spray o in gocce.

Inoltre, possiamo massaggiare il petto del bambino (a condizione che abbia più di 2 anni) con una miscela di oli essenziali.

Ingredienti

  • 2 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • 10 gocce di olio essenziale di incenso
  • ½ bicchiere di olio di mandorle dolci (100 ml)

Come fare?

  • Mescolate per bene tutti gli oli in un contenitore.
  • Prendete un po’ del composto con entrambe le mani e massaggiate il torace del bambino per alleviare la congestione.

Non perdetevi: Herpes nei bambini: come trattarlo?

Calmare la secchezza della gola

Curare tosse con cipolla rossa

È stato dimostrato che il miele calma la tosse secca. Potete dare al bambino un cucchiaino prima di andare a dormire o quando inizia la tosse. Potete  anche diluirlo con un po’ di latte tiepido.

Un altro rimedio casalingo consiste nel tritare una cipolla bianca o rossa e cospargerla di miele. Dopo pochi minuti, il ​​miele diventa liquido. I piccoli possono assumere questo “sciroppo” ogni giorno.

Rimedio della nonna: la cipolla

Un modo molto efficace per calmare la tosse notturna nei bambini è quello di mettere una cipolla tritata accanto al letto. Questo vecchio rimedio è efficace perché la cipolla è ricca di polifenoli, antistaminici naturali che calmano i sintomi delle allergie e sfiammano le vie respiratorie.

Aggiungendo un po’ di zucchero alla cipolla, l’aroma sprigionato invaderà l’intera stanza facendo smetterà di tossire il bambino.

Evitate l’automedicazione

Di solito la tosse notturna nei bambini non richiede il consumo di medicinali. Se avete dei dubbi, però, consultate il pediatra. I farmaci da banco sono controindicati per i bambini sotto i due anni, poiché contengono codeina, destrometorfano o cloperastina, che possono avere effetti collaterali molto dannosi.

Per finire

Quando i bambini iniziano a frequentare l’asilo o il nido, manifestano spesso episodi di tosse causati da infezioni respiratorie. Da un punto di vista medico, la tosse è considerata cronica solo se persiste per più di 4 settimane.

Se oltre a tossire, il bambino ha difficoltà respiratorie e disturbi del sonno, dovreste consultare il pediatra. È anche importante eliminare o ridurre in casa tutte le sostanze irritanti quali il fumo di sigaretta e prodotti chimici per la pulizia.

Guarda anche