Coaguli di sangue nelle mestruazioni: 5 cause

· 16 luglio 2016
La formazione di coaguli di sangue è normale durante il periodo mestruale; se invece è accompagnata da altri sintomi, come il dolore, è sempre meglio risalire alla causa per scartare eventuali carenze o malattie.

La presenza di coaguli di sangue durante le mestruazioni è di solito un fatto normale, ma è comunque un aspetto da tenere sotto controllo per capire se è associato ad altri problemi.

Non è mai una cattiva idea chiedere il parere del ginecologo. Ogni corpo è unico e ogni donna vive il ciclo mestruale in modo diverso, dunque la presenza di coaguli non deve per forza allarmare.

Ecco tutto quello che c’è da sapere.

A cosa sono dovuti i coaguli di sangue che compaiono durante le mestruazioni?

Per capire meglio cosa siano questi coaguli che di tanto in tanto compaiono durante il periodo mestruale, dobbiamo tenere in considerazione alcuni aspetti:

  • Le pareti dell’utero cambiano gradualmente aspetto per preparare l’organismo a una possibile gravidanza. Diventano più spesse e si rivestono di nuovi tessuti per accogliere il feto in caso di concepimento.
Globuli rossi

Scoprite anche: A cosa si deve il sanguinamento vaginale intermestruale?

  • Se il concepimento non si verifica, il rivestimento uterino a poco a poco si sfalda, portando alla mestruazione.
  • Quando abbiamo una ferita, il sangue si coagula. Si tratta di un meccanismo di difesa per evitare di perdere sangue in eccesso. Tuttavia, durante il ciclo, è necessario che il sangue fluisca in modo continuo per espellere il tessuto denso. Per questo motivo, l’utero genera un anticoagulante naturale.
  • Tuttavia, se il ciclo è abbondante e il flusso sanguigno supera la capacità del corpo di produrre anticoagulanti,  vengono rilasciati i coaguli mestruali.
  • Di solito tali coaguli oscillano tra i 5 mm e i 4 cm e sono più frequenti nelle donne con sanguinamento mestruale abbondante. Chi ha un flusso più leggero di solito non li presenta.
  • Altro dato da tenere in considerazione è che, normalmente, i coaguli vengono espulsi durante la notte. A volte si formano grumi spessi e abbondanti che possono addirittura spaventare.

Possibili cause della presenza di coaguli nelle mestruazioni

donna dal medico

1. Deficit di ferro

Il deficit di ferro può rappresentare per le donne un grande problema.

  • È piuttosto comune che una mestruazione abbondante causi un abbassamento dei livelli di questo elemento. Meno ferro è presente nel nostro organismo, maggiori problemi avrà l’utero a generare il suo “anticoagulante naturale”. Per questo motivo una carenza di ferro porta alla formazione di maggiori coaguli di sangue.
  • Tenete periodicamente sotto controllo i livelli di ferro e chiedete al medico se sia il caso di assumere un integratore.

Scoprite 5 rimedi per vincere la stanchezza

2. Piccoli squilibri ormonali

È piuttosto comune che le adolescenti e le donne che hanno appena partorito presentino flussi con coaguli di sangue.

Questo si deve a piccoli squilibri tra estrogeni e progesterone, fenomeno che potrebbe capitare anche un po’ prima della menopausa.

3. Aborto spontaneo

Questo è un aspetto che le donne in età fertile devono tenere in considerazione. La presenza improvvisa di coaguli di sangue di color giallognolo o grigio, sfortunatamente potrebbe essere legata a un aborto spontaneo.

È superfluo dire che occorre recarsi subito dal medico o dal ginecologo.

4. Endometriosi

L’endometriosi è una malattia silenziosa che colpisce milioni di donne. Quando il ciclo mestruale è eccessivamente doloroso, è un’eventualità da tenere in considerazione.

  • L’endometriosi colpisce gli organi riproduttivi femminili ed è caratterizzata dalla formazione di un rivestimento molto denso attorno all’utero e agli organi vicini. Tutto ciò causa dolore e presenza di abbondanti coaguli di sangue durante le mestruazioni.
Coaguli di sangue nell'utero

5. Malattie ginecologiche

Come abbiamo detto all’inizio, la presenza di coaguli di sangue è molto comune. Tuttavia, se accompagnati da dolori forti, è necessario consultare un ginecologo per scartare possibili malattie ginecologiche.

La malattia infiammatoria pelvica, ad esempio, è accompagnata di solito da un intenso dolore addominale nella zona del bacino e dalla presenza di coaguli di sangue durante il ciclo mestruale.

È causata dalla risalita di batteri dalla vagina agli organi interni e può provocare un’infiammazione di utero, tube di Falloppio, peritoneo, ovaie. È una malattia dolorosa ed è anche uno dei problemi ginecologici più comuni.

Anche la presenza di miomi o cisti può provocare la comparsa di coaguli durante le mestruazioni.

Nonostante la presenza di coaguli sia del tutto normale, non è mai una cattiva idea fare un controllo per togliervi qualsiasi dubbio.

Guarda anche