Coltivare i pomodori e avere una produzione continua

· 25 novembre 2018
Coltivare i pomodori è molto facile. Con poche fette di pomodoro, potete ottenere una pianta che vi darà soddisfazione e arricchirà le vostre insalate di gusto e sostanza.

Sapevate che con solo quattro fettine di pomodoro potete ricavare una pianta che vi permetterà di essere autosufficienti? Coltivare i pomodori in casa non è per niente difficile: ecco come avere una produzione illimitata.

Oltre a essere gustoso e ingrediente base per molte preparazioni, il pomodoro è un frutto (lo è, essendo la parte della pianta che contiene i semi) dalla molte proprietà per la nostra salute.

Basti pensare all’apporto di vitamine A, C e K, oltre a sali minerali come il ferro e il potassio.

Allo stesso tempo è un ortaggio ricco di fibre – caratteristica che lo rende utile contro la stitichezza – e dotato di proprietà diuretiche. Agisce in modo positivo sulla circolazione sanguigna e sulla salute della pelle.

Con i suoi effetti salutari e i molti utilizzi, il pomodoro è uno dei frutti più apprezzati. Se anche voi siete di questo parere, vi interesserà sapere come si fa a coltivare i pomodori e ottenere una produzione continua a partire da poche fette.

Come ottenere una produzione di pomodori continua?

Con solo quatto fettine di pomodoro e pochi spiccioli, potete ricavare una piccola produzione casalinga di pomodori. Ecco come.

Procedimento

Coltivare i pomodori in casa

La prima cosa da fare è, naturalmente, riempire un vaso di terra. Tagliate, in seguito, quattro fettine sottili di pomodoro, mettendole direttamente sul terriccio, preferibilmente un po’ separate.

In questo modo sarete sicuri che i semi continuino ad aderire alla terra.

Prima di proseguire, un consiglio: per non sprecare un pomodoro, potete benissimo prenderne uno che ha superato la maturazione o perfino uno da buttare.

Questo, infatti, non vi impedirà di ottenere una piantina sana.

Ricoprite, ora, le fette di pomodoro con un altro strato di terra. Non troppa, così le piantine spunteranno velocemente.

La crescita dovrebbe cominciare qualche settimana dopo. Una volta ottenuti i germogli, non vi resterà che trapiantare le piantine in vasi singoli o direttamente nella terra se avete un orto.

L’obiettivo è di non farle entrare in competizione per i nutrienti e scartare le piante meno forti.

Leggete anche: 10 piante da coltivare facilmente nel vostro giardino

Quali cure richiede il pomodoro?

Dal momento della semina, la pianta di pomodoro richiede di essere bagnata tutti i giorni, soprattutto all’inizio e nelle prime fasi di crescita. Quando poi comincerà a fruttificare, sarà meglio diminuire un po’ le irrigazioni al fine di ottenere frutti più concentrati e gustosi. Naturalmente, bisogna evitare di far seccare o appassire la pianta.

Il trapianto effettuato appena spuntate le piantine, è molto importante. Le radici hanno bisogno di sufficiente spazio per allargarsi.

Ricordate: questo tipo di pianta ha bisogno di sole per crescere sana. Andrà quindi sistemata nel punto più luminoso del balcone.

Il substrato, per ottenere una produzione di pomodori continua, deve essere un terriccio organico. L’azoto è fondamentale; ecco alcuni modi per arricchire il vostro piccolo orto:

  • Aggiungete del compost.
  • Aggiungete della posa di caffè o piante che fissano l’azoto, come i fagioli.
  • Rimuovete lo strato superficiale di terra e aggiungete humus di lombrichi.

Vale la pena ricordare ancora una volta la necessità di luce solare. Per questo motivo non è una buona idea ricoprire la terra con foglie di altre piante, come spesso si fa. 

Se decidete di farlo, visto che è comunque un modo pratico per conservare l’umidità del terreno, fatelo dopo che la terrà avrà ricevuto una buona dose di sole.

Leggete anche: Coltivare i mirtilli in casa: facile e divertente

Vantaggi di coltivare i pomodori in casa

Grappolo di pomodori

Coltivare i pomodori in casa è un’attività che, oltre a essere un buon modo per affacciarsi al mondo del giardinaggio, contribuisce a una dieta familiare sana, biologica ed equilibrata.

Il pomodoro, come abbiamo detto, è un frutto molto nutriente.

Anche l’aspetto economico è un buon incentivo: soprattutto d’inverno, il pomodoro tende a essere piuttosto caro. Quindi, tanto meglio prenderlo dal nostro orto, che dovrà essere ben riparato.

Ma soprattutto è un bel passatempo e un buon modo per insegnare ai vostri figli valori come la responsabilità, il risparmio, lo stile di vita sano.

Da ogni punto di vista, coltivare i pomodori in casa non può che portare vantaggi.

Guarda anche