Occhiali da sole: conseguenze del mancato uso

· 5 giugno 2018
Se indossiamo occhiali da sole non omologati, possiamo soffrire danni a lungo termine Per questo motivo, è fondamentale scegliere un modello adatto e indossarlo tutto l'anno, non solo d'estate

Spesso non ci rendiamo conto che anche se è nuvoloso, il sole è comunque presente dietro le nuvole, e durante l’inverno non riteniamo necessario portare gli occhiali da sole. Gli effetti dei raggi ultravioletti, tuttavia, sono sempre più dannosi per la vista.

In questo articolo vi presentiamo le conseguenze del mancato utilizzo degli occhiali da sole.

Effetti collaterali del mancato uso degli occhiali da sole

Gli occhiali da sole non sono solo un accessorio che possiamo sfoggiare abbinandolo ai nostri vestiti, bensì un elemento ideale in qualsiasi periodo dell’anno per proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti.

È stato dimostrato che il mancato uso degli occhiali da sole porta con sé numerosi effetti, tra i quali:

Cause dirette dei raggi ultravioletti

Queste radiazioni sono molto dannose per la vista, dato che possono causare, ad esempio, cataratte o lesioni permanenti della cornea.

Mal di testa e affaticamento alla vista

Sole

La luce solare intensa irrita gli occhi e provoca mal di testa che possono sfociare in vere e proprie emicranie.

Secchezza oculare

Gli occhi necessitano di acqua per poter svolgere i propri compiti, mettere a fuoco bene ed evitare problemi come vista appannata, irritazioni e bruciore.

Fotosensibilità

Significa non essere in grado di vedere in luoghi troppo chiari o illuminati, sopratutto in modo naturale. Nel caso in cui qualche farmaco o trattamento determini questo effetto collaterale, il mancato utilizzo degli occhiali da sole non fa altro che potenziarlo.

Jet lag

È il problema che colpisce i viaggiatori che si imbarcano su un aereo in un determinato fuso orario e sbarcano in uno completamente differente, soprattutto se il viaggio inizia durante un giorno e termina quello seguente.

Fotofobia

Sole

È una sensibilità acuta a condizioni di luce normali. Nel corso delle ore diurne può causare non pochi fastidi.

Degenerazione maculare

È una malattia che ha origine nel centro della retina, ed è quanto di più grave possa colpire l’occhio.

Congiuntivite

È l’infiammazione della congiuntiva ed è caratterizzata da secrezioni mattutine, lesioni alle palpebre e una sensazione di “sabbia” negli occhi molto fastidiosa.

Scottature

Il sole può bruciare le  palpebre, la parte del corpo adibita a proteggere gli occhi dai raggi solari.

Perché usare gli occhiali da sole d’inverno?

Prendere il sole

È un mito che “d’inverno non c’è bisogno di usare gli occhiali da sole”. Siamo convinti che dal momento che il sole non splende nel cielo, non abbiamo bisogno di protezione. Questo non è affatto vero.

Per quanto l’astro più brillante del firmamento se ne stia nascosto dietro le nubi, dobbiamo comunque proteggerci da esso. Potremmo affermare perfino che è presente come in estate, anche se, non vedendolo, fatichiamo a crederci.

D’altro canto, se nevica o andiamo a sciare, è necessario indossare occhiali da sole speciali, che non si limitino a coprire gli occhi, ma anche gran parte del volto.

La neve è una superficie estremamente chiara che riflette i raggi del sole, che colpisco direttamente il nostro viso. Per questo motivo, possiamo scottarci e danneggiare la vista.

I bambini devono usare gli occhiali da sole?

Assolutamente sì! Bisogna abituare i più piccoli a indossare gli occhiali da sole.

La buona notizia è che le principali marche lanciano ogni stagione collezioni per bambini dai colori divertenti, con i personaggi dei loro cartoni preferiti, e soprattutto dalle forme e dalla praticità adatti alle loro necessità.

Qual è il problema con gli occhiali da sole di bassa qualità?

Come scegliere gli occhiali da sole

L’acquisto di occhiali da sole non omologati dalle associazioni mediche e ottiche può comportare conseguenze negative per la salute degli occhi.

Invece di proteggere la vista, provocano l’effetto inverso, ovvero la danneggiano ancora di più.

I casi di cheratite (infiammazione della cornea), congiuntivite (infiammazione della congiuntiva), cataratte precoci, secchezza oculare e capogiri nella maggior parte dei casi sono dovuti all’utilizzo di occhiali da sole acquistati al mercatino, a una festa, per strada o su internet. In poche parole, in qualsiasi posto eccetto un negozio di ottica.

È necessario recarsi da un ottico e ricevere una consulenza da parte di specialisti.

Dato che i danni hanno carattere progressivo, ovvero non compaiono da un giorno all’altro, non ce ne accorgiamo e a volte quando ci rechiamo dal medico è già troppo tardi.

Gli occhiali da sole di cattiva qualità, “ingannano” l’occhio, un organo delicato e prezioso. Per capire meglio perché il sole rappresenta un male per i nostri occhi, sopratutto se non usiamo occhiali di qualità, è necessario sapere che esistono tre tipi di radiazione solare:

  • Radiazioni ultraviolette (UV): sono le più dannose e onnipresenti, anche quando il cielo è coperto. Sono responsabili delle alterazioni della cornea, dell’invecchiamento precoce e dei danni alla congiuntiva.
  • Radiazioni infrarosse: danno la sensazione di calore e causano le scottature. L’occhio assorbe questi raggi e può prodursi una bruciatura della cornea.
  • Radiazioni visibili: è la luce naturale che riceviamo dal sole, ma senza adeguata protezione anche la luce naturale può danneggiare i nostri occhi, in special modo la retina.

Gli occhiali non omologati si limitano a filtrare la luce visibile, non la radiazione ultravioletta: per questo, la pupilla si dilata maggiormente per lasciare passare la luce.

Il problema è che passano anche i raggi UV e le radiazioni infrarosse, e per questo i rischi di subire lesioni aumentano. La radiazione rimane immagazzinata nel cristallino senza essere eliminata, e per questo gli effetti sono cumulativi.

Guarda anche