Combattere la obesità con 3 utili strategie

11 Novembre 2020
L'obesità è diventato un problema di salute pubblica a livello mondiale. Per via delle sue conseguenze, è importante adottare strategie utili a combatterla.

Quali strategie è utile adottare per combattere l’obesità? Questa malattia è una patologia cronica caratterizzata dall’eccessivo accumulo di grasso corporeo. Spesso ha inizio durante l’infanzia o l’adolescenza, ma può insorgere a qualunque età.

Viene considerato un problema multifattoriale, perché può avere cause di natura genetica e medica o essere dovuto allo stile di vita. A questo proposito, i programmi per combattere l’obesità variano a seconda delle esigenze del singolo paziente.

In linea generale, si tratta di cambiare le abitudini alimentari e di aumentare l’attività fisica. Nelle righe che seguiranno vi parleremo nel dettaglio di 3 utili consigli.

Strategie per combattere l’obesità

I pazienti obesi hanno più probabilità di sviluppare ulteriori problemi di salute: patologie cardiache, diabete, ipertensione arteriosa o artrite, per fare qualche esempio. Inoltre, queste patologie favoriscono il sovrappeso e ne peggiorano la prognosi.

Per fortuna, perdere peso (sempre sotto supervisione medica) migliora o previene le complicazioni associate all’obesità. Questa condizione vi affligge? State per scoprire una serie di strategie a supporto del trattamento. Mettetele in pratica!

Potrebbe interessarvi anche: 5 cause di sovrappeso non legate all’alimentazione

1. Fare attività fisica regolarmente

Secondo quanto affermano i ricercatori dell’Università George Washington e della Facoltà di Medicina di Yale, fare attività fisica in modo regolare rientra nel programma di abitudini a supporto del trattamento per la lotta all’obesità.

Ragazza che fa attività fisica.
Per combattere il sovrappeso, è importante sconfiggere la sedentarietà e scegliere un’attività fisica da svolgere con regolarità.

Non è facile abbandonare la sedentarietà, ma iniziare a fare attività fisica a intensità moderata favorisce il controllo del peso corporeo e aiuta a prevenire i problemi associati a questa malattia.

Cosa fare?

  • Iniziate con 150 minuti di attività fisica a settimana. Non appena avrete acquisito resistenza, aumentate la durata dell’allenamento fino a raggiungere almeno 300 minuti a settimana, a seconda delle vostre condizioni fisiche.
  • Variate l’allenamento o l’attività sportiva. L’importante è essere costanti e aumentare l’intensità man mano che migliorano le proprie condizioni fisiche.
  • Si consiglia anche di migliorare le abitudini di vita. Ad esempio, usate le scale, aumentate l’intensità delle faccende domestiche o passeggiate con il cane più a lungo, per fare qualche esempio.

2. Mantenere una dieta sana

Come spiegato in uno studio di ricerca pubblicato sulla rivista Psychiatric Clinics of North America, una parte del successo del trattamento contro l’obesità dipende dall’alimentazione. Proprio per questo è fondamentale ridurre l’apporto calorico e adottare uno stile di vita sano.

Al contrario, le diete drastiche e restrittive vanno evitate, perché con il tempo non danno buoni risultati. Sebbene aiutino a dimagrire in poco tempo, ci sono molte probabilità di riprendere i chili persi a causa dell’effetto yo-yo.

Combattere l'obesità a tavola.
Un piano nutrizionale adeguato e su misura del paziente aiuterà a ridurre il grasso corporeo in modo sano.

Il modo migliore per raggiungere un peso forma in salute è seguire un piano di dimagrimento graduale, in cui l’alimentazione vari sulla base delle esigenze del singolo paziente.

A tale scopo, il medico o il nutrizionista dovrà tenere conto di aspetti come l’età, il grado di obesità o l’eventuale presenza di patologie pregresse. Ciononostante, in generale si consiglia quanto segue:

  • Ridurre l’apporto calorico totale. La quantità media oscilla tra le 1200 e le 1500 calorie per le donne, tra 1500 e 1800 per gli uomini.
  • Aumentare il consumo di alimenti di qualità dal punto di vista nutrizionale e con poche calorie: frutta, verdure, cereali integrali, legumi e semi.
  • Aumentare il consumo di proteine magre: pollo, tacchino e pesce.
  • Assumere latticini poveri di grassi.
  • Preparare spuntini sani, a base di frutta secca, yogurt naturale, semi, frutta, ecc.
  • Limitare il consumo di alimenti poco sani che contengono zucchero, farine raffinate, grassi saturi, ecc.

Potrebbe interessarvi: Aumentare la massa muscolare e bruciare grassi

3. Cambiare le abitudini per combattere l’obesità

In alcuni casi i pazienti decidono di aderire a un programma specifico per modificare il comportamento. Lo scopo principale è modificare i comportamenti che ostacolano il peso forma. In tal modo, la persona riesce a capire che il dimagrimento richiede cambiamenti permanenti nello stile di vita.

I programmi che hanno l’obiettivo di modificare le abitudini (noti anche come terapia comportamentale) di solito vengono guidati da uno psicologo.

Come spiega un articolo pubblicato nel 2012 sull’Indian Journal of Endocrinology and Metabolism, questa figura professionale aiuta il paziente ad acquisire consapevolezza sui rischi della sua malattia e sulle situazioni che lo portano a mangiare male.

Donna dallo psicologo.
In alcuni casi per combattere l’obesità bisogna intervenire sul comportamento. Sarà dunque necessario cambiare le cattive abitudini in favore di uno stile di vita sano.

La terapia può essere individuale, di gruppo o familiare. Inoltre, visto che il problema tende a coinvolgere diversi membri, il piano include strategie atte a gestire la fame nervosa, le situazioni stressanti e altre emozioni associate a questa malattia.

E voi? Cosa aspettate a iniziare oggi stesso?

State lottando contro l’obesità? Applicate le strategie descritte e imboccate la strada verso un peso più sano.

Ovviamente prima di iniziare è importante rivolgersi al medico. Sarà lo specialista a indicare se esistono altre opzioni di trattamento utili a guarire da questa malattia.

  • Castelnuovo G, Pietrabissa G, Manzoni GM, et al. Cognitive behavioral therapy to aid weight loss in obese patients: current perspectives. Psychol Res Behav Manag. 2017;10:165–173. Published 2017 Jun 6. doi:10.2147/PRBM.S113278
  • DiPietro L, Stachenfeld NS. Exercise Treatment of Obesity. [Updated 2017 Aug 9]. In: Feingold KR, Anawalt B, Boyce A, et al., editors. Endotext [Internet]. South Dartmouth (MA): MDText.com, Inc.; 2000-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK278961/
  • Jacob JJ, Isaac R. Behavioral therapy for management of obesity. Indian J Endocrinol Metab. 2012;16(1):28–32. doi:10.4103/2230-8210.91180
  • Laskowski, E. R. (2012). The role of exercise in the treatment of obesity. PM and R. https://doi.org/10.1016/j.pmrj.2012.09.576
  • Makris A, Foster GD. Dietary approaches to the treatment of obesity. Psychiatr Clin North Am. 2011;34(4):813–827. doi:10.1016/j.psc.2011.08.004
  • Okay, D. M., Jackson, P. V., Marcinkiewicz, M., & Papino, M. N. (2009). Exercise and Obesity. Primary Care – Clinics in Office Practice. https://doi.org/10.1016/j.pop.2009.01.008
  • Qi L. Personalized nutrition and obesity. Ann Med. 2014;46(5):247–252. doi:10.3109/07853890.2014.891802
  • Swift, D. L., Johannsen, N. M., Lavie, C. J., Earnest, C. P., & Church, T. S. (2014). The role of exercise and physical activity in weight loss and maintenance. Progress in Cardiovascular Diseases. https://doi.org/10.1016/j.pcad.2013.09.012