Combattere la ritenzione idrica in un mese

17 marzo 2015

Vi sarà capitato molte volte di pensare di essere ingrassati di qualche chilo, ma in realtà il problema sono i liquidi in eccesso. Forse avete esagerato con gli alimenti salati, i reni sono in sovraccarico, avete qualche squilibrio ormonale o non state drenando i liquidi correttamente. Per questo motivo, vi presentiamo un programma semplice e naturale per eliminare tutti i liquidi che vi fanno sentire gonfi e appesantiti.

Continuate a leggere questo articolo per scoprire come eliminare i liquidi in eccesso in un mese, seguendo dei semplici consigli alimentari e con l’aiuto di alcuni integratori naturali.

Brodo di cipolla

L’alimento di grande beneficio alla base di questa cura è la cipolla, un ortaggio dalle proprietà medicinali usato fin dall’antichità per i suoi potenti effetti diuretici, ma anche antinfiammatori, i quali permetteranno di migliorare le condizioni dei reni infiammati. La cipolla ha degli effetti lievi e non presenta controindicazioni e per questo diventa una grande alleata per la buona salute dell’organismo.

La cura consiste nel preparare ogni giorno un brodo di cipolla. Se ne preparate di più in anticipo, eviterete di doverlo fare tutti i giorni.

L’altro grande beneficio di questo brodo è il fatto che viene insaporito con acqua di mare, che potete trovare in alcuni supermercati e nei negozi di prodotti dietetici. L’acqua di mare non solo non ha gli effetti nocivi del sale comune, ma ha la capacità di eliminare i liquidi in eccesso. Per questo potete usarla per salare molti dei vostri piatti.

Ingredienti:

  • 1 litro di acqua
  • 3 cipolle grandi
  • 1 bicchiere di acqua di mare

Fate bollire le cipolle nel litro d’acqua per almeno un’ora. Potete condire il brodo con un po’ di succo di limone.

Quando e come si consuma?

Dovete bere questo brodo durante l’arco della giornata, ma sempre lontano dai pasti. L’ideale è consumarlo mezz’ora prima di ogni pasto.

Potete usare le cipolle bollite per preparare vellutate di verdure o salse.

Cipolla

Un pompelmo al giorno

Il pompelmo è un agrume molto depurativo che fa bene sia ai reni sia al fegato e per questo vi consigliamo di mangiarne uno al giorno durante i 30 giorni della cura.

I momenti migliori per consumare questo frutto sono la mattina a digiuno, prima di fare colazione, oppure prima di andare a letto, lontano dalla cena.

Se il sapore dovesse risultarvi troppo amaro, potete aggiungere un po’ di cannella e miele.

pompelmo

Integratori naturali

Ci sono due piante medicinali che vi aiuteranno a potenziare gli effetti diuretici di questa cura: il tè verde e la coda cavallina.

Il tè verde vi aiuterà anche ad eliminare l’eccesso di grassi nell’organismo. Questo tè ha degli effetti leggermente stimolanti ed è stato dimostrato che ha anche effetti anticancerogeni.

La coda cavallina, oltre ad avere un’azione diuretica, aiuta anche a ridurre l’infiammazione dei reni e a migliorare l’aspetto dei capelli, della pelle e delle unghie grazie al suo contenuto di silicio.

Potete utilizzare queste piante per preparare degli infusi, ma se dopo il brodo di cipolle non riuscite a bere altri liquidi, allora potete optare per gli integratori naturali, sotto forma di compresse, tintura madre o capsule.

Scegliete tra le opzioni disponibilj o alternatele durante i 30 giorni in cui seguirete la dieta diuretica.

Alimenti pericolosi

Mentre seguite questo semplice trattamento, è importante che evitiate il consumo di alimenti che possono avere conseguenze pericolose per la salute dei reni ed aumentare la ritenzione idrica. Sono i seguenti:

  • Sale comune: potete usare un po’ di sale marino, ma evitate il sale comune o il sale da cucina.
  • Cibi precotti e fritti
  • Cibo in scatola
  • Caffè e tè
  • Bibite gassate

sale

Calore per i reni

Come vi abbiamo già anticipato, gli organi a cui dovete prestare maggiore attenzione se avete problemi di ritenzione idrica sono i reni. Questi organi, che sono anche collegati ai livelli di energia, risentono dei periodi freddi e uno dei sintomi è il dolore nella zona lombare.

Che soffriate o meno di questo dolore, sarà di aiuto applicare tutte le sere qualcosa di caldo sulla zona in questione, più o meno a metà della schiena. Potete applicare una borsa dell’acqua calda o un cuscino termico per 15 o 30 minuti prima di andare a letto.

Attenzione ai diuretici

Vi consigliamo di fare questa cura naturale prima di assumere farmaci diuretici, i quali hanno effetti collateri come eccesso di sensibilità o nervosismo. Nel caso in cui doveste assumere farmaci su indicazione del medico, vi consigliamo di consumare alimenti ricchi di potassio in grado di contrastare questi effetti, come ad esempio:

  • Pomodoro
  • Brodo di verdure
  • Banana

Immagini per gentile concessione di Lablascovegmenu, stefanvds e Chiot’s Run.

Guarda anche