Addominali tonici in due settimane

· 13 ottobre 2015
Per avere addominali tonici è importante una buona postura, anche quando state seduti in ufficio o a scuola. Mantenete sempre la schiena dritta e gli addominali tesi.

Tra 15 giorni andate in vacanza? Tra poco la vostra migliore amica si sposa? Volete sfoggiare un bel vestito attillato? Penserete che non ci sia più tempo per ottenere un ventre piatto e marcato… non scoraggiatevi. Date un’occhiata a questo piano d’emergenza per avere addominali tonici in due settimane. Scopritene di più a seguire.

Addominali tonici in 15 giorni: mito o realtà?

Ventre donna in costume da bagno

Se credete che sia impossibile avere addominali tonici in due settimane, sarà meglio iniziare ad allenarvi subito. Con solo due settimane di allenamento intenso, potrete sfoggiare gli addominali che avreste ottenuto andando in palestra a tempo debito (cosa ideale, se non aveste trovato ogni volta la scusa per rinviare).

Dovete, però, essere ben decisi e impegnarvi a raggiungere l’obiettivo nel tempo prefissato. Seguite alla lettera la routine che proponiamo in questo articolo. In pochi giorni i risultati saranno più che evidenti.

Dieta + Esercizi + Postura = Addominali tonici

Questa è la formula di cui avete bisogno per avere in due settimane addominali scolpiti:

Passo 1: la dieta

verdure

Iniziamo dall’alimentazione, più che importante nella vita non solo per avere un ventre piatto, ma anche per stare bene e non ammalarsi. Dato che la vita e l’addome sono due zone in cui si accumula molto grasso del cibo assunto, è bene fare attenzione alla dieta. Un piano alimentare giornaliero tipo potrebbe essere:

  • A digiuno: scegliete tra un bicchiere di succo di mirtilli, una tazza di tè verde tiepido, il succo di un limone o un succo di bacche di Goji.
  • Colazione: fate passare mezz’ora dall’assunzione della bevanda precedente e poi fate colazione. Potete scegliere tra un piatto di papaya con una tazza di avena oppure un piatto di ananas con una barretta di cereali (senza cioccolato).
  • Metà mattina: potete mangiare una banana, un’arancia oppure una mela. Se avete tempo, preparate un frullato con una carota e un rametto di sedano.
  • Pranzo: è permesso un piatto caldo (una zuppa oppure uno stufato di carne magra) accompagnato da un’insalata di verdure crude. Completate con una tazza di tè verde, rosso oppure di marrubio.
  • Merenda: bevete un succo di frutta naturale a vostra scelta (potete unirne diversi a seconda dei gusti). Se avete molta fame, optate per una barretta ai cereali o una mela con la buccia.
  • Cena: mangiate una zuppa o un brodo, mezza patata al forno con un po’ di olio d’oliva e una tazza di avena con latte di mandorle o di scagliola.
  • Prima di andare a dormire: due mele, che vi aiuteranno a depurare l’organismo e a non avere fame durante la notte.

Leggete anche: Ricetta per barrette di cereali fatte in casa

Passo 2: attività fisica

Due donne fanno jogging al parco

È arrivato il momento di muovere il corpo (soprattutto l’addome). Una routine deve iniziare con il riscaldamento (dai 5 ai 10 minuti), una camminata o corsetta di 15 minuti, poi una serie di addominali e infine 5 minuti di stretching. Esempi di addominali:

  • Serie 1: sdraiatevi sul pavimento a pancia in su, flettete le gambe, toccate con la pianta dei piedi il pavimento e portate le mani alla nuca. Alzate il busto e cercate di raggiungere le ginocchia; tornate alla posizione iniziale. Questa è una ripetizione. Realizzatene 10 fino al quinto giorno, 20 fino al decimo e 30 fino al quindicesimo.
  • Serie 2: stendete le gambe e mettete le mani sotto i glutei. Alzate le gambe, come se voleste toccare il tetto con la punta dei piedi, senza piegarle, fino a formare un angolo di 90° con il resto del corpo. Fatelo il più lentamente possibile e tornate nella posizione iniziale. Iniziate anche in questo caso con 10 ripetizioni, continuate con 20 e terminate con 30.
  • Serie 3: sdraiatevi di lato sul materassino, potete piegare un po’ le gambe. Con una mano afferrate il fianco opposto (incrociate il braccio davanti al busto) e con l’altra sorreggete la testa. Alzate il tronco più che potete e tornate alla posizione iniziale. Realizzate dieci ripetizioni e cambiate lato.
  • Serie 4: iniziate come nella serie 2. Alzate le gambe delicatamente, ma non tanto come nell’esercizio 2. Quando arrivano a circa 10 cm dal pavimento, mantenete la posizione contraendo gli addominali. Sollevatele di cinque cm circa e contraete nuovamente. Sollevate in questo modo, 5 cm alla volta,  mantenendo la posizione per alcuni istanti, fino a raggiungere un angolo di 90° con il torso. Al termine, abbassate lentamente le gambe.

Leggete anche: Esercizi per sostituire i classici addominali

Passo 3: la postura

donna con postura corretta

A sviluppare addominali tonici contribuisce anche la postura in cui state seduti, ad esempio quando siete al lavoro o state studiando. Mantenete la schiena sempre dritta, con gli addominali tesi. Se dimenticate continuamente di mantenere questa posizione, lasciate un messaggio sullo schermo del computer oppure impostate una sveglia nel telefono. Correggendo ogni volta la postura, a poco a poco vi abituerete a mantenere quella giusta.

Passo aggiuntivo: bevete molta acqua

Se non è una vostra abitudine bere molta acqua, potete optare per il tè,  gli infusi naturali o i succhi preparati da voi stessi (non industriali). Anche alimenti come il pomodoro, la mela o l’arancia contengono molta acqua e contribuiranno a mantenervi ben idratati.

Guarda anche