Postura corretta: come prendersi cura della schiena

· 29 giugno 2016
Una cattiva postura spesso ha conseguenze negative sulla colonna vertebrale. Ecco perché è fondamentale mantenere sempre la schiena nella posizione corretta

Mantenere una postura corretta è importante per prendersi cura della salute della schiena ed evitare dolori e contratture. Tuttavia non sempre è facile: passiamo diverse ore seduti davanti al computer o in piedi a causa del nostro lavoro e la colonna vertebrale ne risente.

In questo articolo vi spieghiamo alcune tecniche utili per mantenere una postura corretta.

Su cosa influisce la postura della colonna?

Ragazza che si stira al mattino

Fondamentalmente su tutto. La colonna è il nostro sostegno ed è molto importante prendersene cura. Una cattiva postura causa problemi gravi, a volte persino irreversibili. Solo per citare due esempi, pensiamo all’ernia del disco e alla stanchezza cronica. Sono ancora di più i dolori prodotti dal non sederci bene e dal non camminare abbastanza.

Nelle donne è piuttosto frequente il cattivo allineamento del bacino. Perché succede? Perché stando a riposo, viene caricato tutto il peso del corpo in una delle due gambe. L’uso di tacchi alti oppure portare borse molto pesanti sulla stessa spalla accentuano il problema.

Le posture sbagliate sono sempre più normali: il lavoro, il sovrappeso dilagante, la vita sedentaria e l’uso eccessivo di telefoni, tablet o computer portatili sono le cause più comuni.

Abbassare la testa per mandare un messaggio o per controllare la posta elettronica ci obbliga a curvare la colonna e, di conseguenza, tutto il corpo, favorendo così la comparsa del dolore cervicale.

Non dimenticate di leggere: La relazione tra la colonna vertebrale e gli organi del corpo

Quale dovrebbe essere la postura corretta?

Alcune persone stanno attente a come collocano la schiena o le spalle solo mentre fanno esercizio. Tuttavia, è necessario fare attenzione alla nostra postura in ogni luogo e in ogni momento: quando stiamo facendo la fila al supermercato, quando ci sediamo sulla metro o mentre guardiamo la televisione in casa.

Ecco i “momenti” in cui di solito non facciamo attenzione alla nostra postura:

Quando ci sediamo

Postura corretta quando ci sediamo

Le piante dei piedi devono essere ben appoggiate a terra, la schiena dritta e le spalle verso il basso e all’indietro. Se incrociate le gambe (una cosa abbastanza frequente nelle donne) rischiate di ostacolare la circolazione sanguigna e soffrire, poi, di gonfiore e stanchezza.

Quando si sta in piedi

Le ginocchia un po’ flesse, il petto aperto affinché i muscoli addominali si espandano e ci permettano di respirare correttamente e il peso ripartito in entrambe le gambe. 

Quando si cammina

Il collo e la testa devono mantenersi eretti, non bisogna guardare a terra perché potrebbe causare dolori cervicali. Bisogna toccare il pavimento prima con il tallone e poi con la punta del piede.

Quando si dorme

Postura corretta quando dormiamo

La miglior posizione per riposare è di lato e con le gambe flesse. In questo modo, la colonna si mantiene allineata. Inoltre, è importante avere un materasso e un cuscino di qualità (cambiarli dopo un certo tempo è fondamentale).

Quando si guida

Una postura corretta in macchina è di fondamentale importanza per il benessere della colonna e anche per la sicurezza. In caso di incidente, infatti, ci sono meno possibilità di lesioni. Appoggiate la schiena contro il sedile e la nuca nel poggiatesta. Regolate il sedile per arrivare ai pedali senza problemi e per non dovervi curvare in avanti.

Come migliorare la postura?

Esistono diverse tecniche che possono aiutarvi a mantenere la schiena dritta. All’inizio sarà un po’ difficile ricordarvi di “sedervi bene” e potreste sentire la colonna vertebrale e i muscoli indolenziti per la nuova postura. Tuttavia, i benefici sono maggiori rispetto alle difficoltà iniziali. Ecco alcuni accorgimenti.

Pensare che una corda vi sostenga

Di solito lo insegnano a lezione di yoga o pilates. Dovete immaginare che una corda “esca” dalla vostra testa e che vi sollevi verso l’alto.

Volete saperne di più? Leggete: Alleviare il mal di schiena con una semplice tecnica di respirazione

Camminare con un libro in testa

Si tratta di una tecnica che si usava tempo fa per insegnare alle bambine come dovevano camminare. L’idea era quella di mantenere la testa e il collo dritti e di non guardare in basso. Serve anche a non fare cadere le spalle troppo in basso, apparendo così “svogliati”.

Fare attenzione ai polpacci

Stirare i polpacci

La postura non riguarda solo la colonna, ma anche il resto del corpo. Le gambe, ad esempio, devono sostenere tutto il peso ed i polpacci, in particolare, sopportano lo sforzo maggiore.

Sedetevi a terra, stendete le gambe e cercate di abbassare il busto fino a toccare con le mani la punta dei piedi. Questo esercizio serve per allungare bene la schiena, le spalle e il collo, oltre che per rafforzare i muscoli addominali e i polpacci.

Prendervi delle pause

Se lavorate tutto il giorno seduti, cercate di alzarvi di tanto in tanto; in cambio, se state molto in piedi, allora sedetevi durante la pausa. Se state molto fermi, fate il giro della scrivania più volte, muovete le braccia e girate il bacino. Quando state seduti, sollevate le gambe, mantenete la schiena dritta e le spalle rilassate. 

Guardarvi allo specchio

Un buon modo di sapere se stiamo mantenendo una postura corretta  è quella di osservarci. Di fronte ad uno specchio, allineiamo il corpo e analizziamo le sensazioni. In questo modo, quando sarete da un’altra parte, vi potrete accorgere se state mantenendo la posizione giusta.

Guarda anche