Eliminare l’eccesso di liquidi in meno di un mese

· 12 maggio 2014
Quando avrete un attimo libero potrete sdraiarvi e mettere le gambe in alto, formando una L contro la parete, per favorire la circolazione ed evitare l'accumulo di liquido nei piedi.

Alcune persone sono più predisposte a soffrire di ritenzione idrica, mentre ad altre capita in modo più puntuale in alcuni periodi della vita, per cause come il sovrappeso, la gravidanza, il caldo o la menopausa. In questo articolo vi proponiamo alcuni rimedi naturali che, se seguiti ogni giorno, vi aiuteranno a ridurre l’eccesso di liquidi in meno di un mese.

Succhi di pompelmo e anguria

Ci sono due frutti eccellenti per aiutarvi ad eliminare i liquidi:

  • Il pompelmo: è un frutto molto efficace nel contrastare la ritenzione idrica ed è, inoltre, molto utile per coloro che vogliono depurare l’organismo, prendersi cura del fegato e perdere peso, visto che aiuta a sciogliere i grassi.
  • L’anguria: grazie al suo alto contenuto d’acqua, è un meraviglioso diuretico. Più del 90% del suo peso è costituito da acqua, e, inoltre, apporta soltanto 20 calorie ogni 100 grammi. È ricca di vitamina C, vitamine del gruppo B, potassio e licopene, un pigmento che aiuta a prevenire il cancro.

Prendete ogni giorno da uno a tre succhi al naturale di entrambi i frutti, senza mischiarli. All’occorrenza, potete addolcirli con un po’ di stevia.

Potete optare per uno o l’altro frutto, oppure alternarli. Vi diamo queste due opzioni perché l’anguria si consuma soprattutto quando fa caldo, mentre il pompelmo si trova più facilmente in vendita d’inverno. Se non riuscite a trovare nessuno di questi due frutti, potete optare per dell’olio essenziale di pompelmo (ricordatevi di specificare che lo volete per uso orale): prendetene una goccia ogni mattina, mischiata con un po’ di miele o olio.

anguria

Brodi di cipolla

La cipolla è un ortaggio che potrete facilmente trovare tutto l’anno, anche se i suoi brodi caldi sono molto più gradevoli d’inverno. La cipolla favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso nel corpo: mettetene a bollire due o tre in un litro e mezzo d’acqua, per mezz’ora. Potete bere il brodo sia durante i pasti che mezz’ora prima di mangiare. Se lo desiderate, salatelo con un po’ di sale marino.

Plediluvi

Se l’accumulo di liquidi si verifica soprattutto nei piedi e nelle gambe, realizzate quotidianamente dei plediluvi con della coda cavallina (o equiseto) e del rosmarino. Mettete a bollire per 5-10 minuti un litro d’acqua con due cucchiaiate di coda cavallina e due di rosmarino; poi spegnete il fuoco, lasciate riposare per 10 minuti, filtrate e aggiungete mezzo cucchiaio di sale. Quando l’acqua sarà diventata tiepida, realizzate un bagno di 15-30 minuti.

coda cavallina

Docce fredde alle gambe

Quando siete nella doccia, mettete l’acqua ben fredda e realizzate questo movimento con il getto d’acqua:

  • Salite lungo il lato esterno della gamba destra;
  • Scendete lungo il lato interno della gamba destra;
  • Quando arrivate all’altezza del ginocchio, fermatevi un momento, passate al ginocchio sinistro e poi tornate al ginocchio destro e continuate verso il basso;
  • Salite lungo il lato esterno della gamba sinistra;
  • Scendete lungo il lato interno della gamba sinistra;
  • Quando arrivate all’altezza del ginocchio, fermatevi un momento, passate al ginocchio destro e poi tornate al ginocchio sinistro e continuate verso il basso;
  • Se riuscite, realizzate lo stesso movimento lungo la zona posteriore delle gambe, eliminando il passaggio delle ginocchia.
  • Per asciugare le gambe utilizzate un asciugamano ruvido e frizionate leggermente la pelle, dal basso verso l’alto.

Massaggio alle gambe

Preparate un unguento per le gambe che potrete applicare sempre dopo la doccia. Mischiate un gel base, come la vostra crema idratante abituale, con un gel di aloe vera o un olio vegetale (di mandorla, sesamo, olive, ecc.) e aggiungete qualche goccia di uno o più dei seguenti oli essenziali:

Realizzate dolcemente un massaggio dal basso verso l’alto, disegnando delle circonferenze con i pugni chiusi.

Dormire con le gambe alzate

Per evitare una cattiva circolazione nelle gambe e l’eccesso di liquidi nei piedi, un rimedio molto semplice è quello di posizionare un cuscino sotto i polpacci quando andate a dormire. Potete anche mettevi, mezzora prima di andare a dormire, con le gambe verso l’alto, per esempio appoggiate al muro, disegnando una L con il corpo. Potete realizzare questo esercizio quando volete durante la giornata, specialmente se dovete passare molto tempo seduti o in piedi.

Immagini per gentile concessione di robbplusjessie e uteart

Guarda anche